Crea sito

Recensione: Amore senza limite di Jay Crownover

Buongiorno a tutti!
Oggi vi parlo di un libro che ho letto ormai da qualche settimana, ma è rimasto lì in attesa che io trovassi tempo e ispirazione per la recensione. Si tratta di Amore senza limite di Jay Crownover.
Ho scoperto questo libro quando la Harper Collins Italia ha iniziato a pubblicizzare sulla sua pagina l’uscita del terzo libro di questa serie. Non mi era mai passata per le mani, ma quando ho letto la trama mi ha subito attirata. Quindi eccomi qui con la recensione del primo volume.

amore senza limite cover
Titolo: Amore senza limite (Saints of Denver #1)
Titolo originale: Built
Autore: Jay Crownover
Editore: Harper Collins Italia
Disponibile in italiano:
Goodreads

Sayer Cole e Zeb Fuller non potrebbero essere più diversi tra loro. Lei è un tipo da country club e ristoranti esclusivi, lui ha un passato da galeotto; lei passa le sue giornate a dibattere in tribunale, lui si sporca le mani nella sua impresa edile; lei è pura seta, lui è ruvido denim. Eppure, non appena Zeb posa gli occhi su quella bionda regina di ghiaccio, decide che deve averla a qualsiasi costo. Nonostante l’evidente attrazione reciproca, Sayer però respinge ogni tentativo di seduzione, incapace di credere che un uomo così istintivo e virile possa interessarsi a una maniaca del controllo come lei. Ma quando Zeb ha bisogno della sua abilità di avvocato per sciogliere un nodo doloroso del passato, Sayer accetta di aiutarlo. E mentre lottano insieme in una battaglia che coinvolge il loro futuro e molto di più, lei capisce che solo il calore di quell’uomo potrà sciogliere la gelida gabbia che la tiene prigioniera.

Devo ammettere che era parecchio che non leggevo uno new adult. Sarà perché in TBR trovo ancora i libri di qualche anno fa, sarà perché sono meno diffusi, ma di solito le storie romantiche che leggo sono young adult. Mi sono quindi ritrovata a fare i conti con questi due personaggi con pensieri, impegni, problemi, relazioni e reazioni più adulte. In un contesto che prevede il lavoro e non la scuola, e quindi in un certo senso più vicino a quello che sto vivendo io. L’ho letto quindi molto volentieri e anche se i personaggi li ho trovati piuttosto distanti da me, mi ci sono trovata in sintonia.
Sayer e Zeb, avvocato e imprenditore, sono due ragazzi con un passato molto diverso, ma molto movimentato che si conoscono per caso grazie al fratello appena ritrovato di lei.

Sayer non è un personaggio che si fa voler bene. Anche nella storia non vuole piacere, vuole stare per conto suo, non si fida né della vita né di chi le sta intorno. Il rapporto complicato con suo padre che le ha fatto perdere la fiducia in sè stessa e la perdita in giovane età della madre non hanno sicuramente aiutato a farla crescere sicura di sé e fiduciosa nei confronti del prossimo e dell’amore. È una persona complicata, per nulla empatica che affronta un percorso di crescita molto difficile all’interno di Amore senza limite.

Zeb è invece l’uomo che tutte vorremmo. A parte alto-barbuto-tatuato che può piacere o no in maniera soggettiva, è premuroso, romantico, pieno di voglia di fare.
Non si arrende davanti alla chiusura di Sayer e una volta deciso che la vuole per lui, non si ferma davanti a nulla.

La storia prende un risvolto un po’ inverosimile, seppur rimanendo molto concreta, con l’entrata in scena di un errore del passato di Zeb, qualcosa di cui lui non era nemmeno a conoscenza. Qualcosa che lo fa fare i conti con la parte oscura degli anni passati e che lo lega sempre di più a Sayer, partendo da un rapporto di lavoro fino a sfociare in qualcosa di più, ovviamente.

Come vi dicevo, Sayer attraversa nel corso della storia un percorso di crescita, ritrovamento di sé stessa e della fiducia. Anche Zeb, seppure in maniera minore, deve affrontare quello che la vita gli mette davanti, pur sembrando sempre pronto ad adattarsi a qualunque cambiamento.

Mi prese il viso fra le mani e passò i pollici sulle mie guance. Mi stupii che lasciassero una traccia umida.
«Non so che altro fare con te, Say. Ti ho costruito una casa. Ho fatto l’amore con te. Ti ho portato i colori, ti ho aiutato a festeggiarli. Ti ho fatto sciogliere, e non una volta sola. Voglio dirti quanto ci tengo a te… che altro posso fare? Dimmelo tu.»
Il mondo intero.
Quell’uomo grande e rude mi aveva regalato il mondo intero e io non sapevo che cosa farne. Per una volta, il mio cuore sembrava aver preso fuoco. Erano le mie mani a essere gelide. Troppe emozioni, troppe paure. Non riuscivo a gestirle, mi agitavo nella corrente. Cercai di aggrapparmi all’unico appiglio che sembrava stabile, radicato nel terreno. Mi aggrappai a lui.

Poco da dire sui personaggi al di là dei protagonisti: indispensabili ai fini della storia, ma lasciati, secondo me, un po’ in secondo piano. Non si può comunque non voler bene ai piccoli Hyde e Joss, che con la loro tenerezza e innocenza scioglierebbero il cuore di chiunque.

Un libro quindi profondo e delicato, nonostante la presenza dei cliché tipici di questo genere. Un libro che anche nella traduzione non fa storcere il naso davanti alle scene hot, che spesso in italiano prendono una piega a metà tra il comico e il volgare.

«Tu mi hai aperto, solo uno spiraglio, è vero, ma io sono un tipo piuttosto grosso, Say. Non ho problemi a spalancare la porta a forza. Adesso ti restano due opzioni: possiamo sederci e mangiare i fantastici spaghetti che ho appena preparato… con o senza vestiti… oppure possiamo andare a letto. Decisamente senza vestiti.»

Io a breve leggerò i prossimi volumi della serie, intanto questo ve lo consiglio.

Voi l’avete letto? Che ne pensate??

kiafirma

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*