ReboundingBlitzBanner

È passato tanto – forse troppo – tempo dall’ultima recensione che ho scritto. Ripensandoci, è passato parecchio tempo da quando ho finito l’ultimo libro in tempi umani. Maledetta sessione: per fortuna inizio a intravedere la fine.
Resta il fatto che oggi mi ritrovo con la mia prima recensione da scrivere per un Blog Tour e con un rinnovato e potenziato panico da pagina bianca.
Lasciando da parte le cose negative, avete letto bene: dopo aver avuto l’onore di ospitare il Cover Reveal di questo libro – Rebounding di Shanna Clayton – ho avuto anche la fortuna di essere selezionata per il Blog Tour e ricevere il libro.

Per partecipare al Blog Tour mi è stato chiesto di scrivere la recensione in inglese. Quindi un grazie particolare all’Anna che si è data alla traduzione, altrimenti ci avrei passato la notte. Dopo quella in lingua, comunque, potete trovare la recensione in italiano.

Qui, inoltre, potete trovare il calendario delle altre tappe.

In fondo al post trovate anche un Giveaway per vincere una GiftCard Amazon da 25$.

Rebounding
Title: Rebounding
Author: Shanna Clayton
Publication date: June 15th 2015
Goodreads
Amazon

Goodbye.

Charlotte Hart will do anything to escape the life she once adored, even if that means moving in with a mysterious guy from her past.

Hello.

When the girl who saved Max Archer’s life shows up on his doorstep, he knows he can’t turn her away.
Neither of them can let go of their pasts. Both of them are living a lie. If they can’t figure out how to rebound, they’re destined to crash and burn.

 

us I want to thank XPresso Book Tours for giving me the opportunity to read this book in exchange for my honest opinion.

I needed to read a few chapters in order to be involved into the story, maybe because of the temporal gap between the first and the second chapter. In the first one, a girl named Charlotte, who is on holiday in Miami, saves a guy (Max) from an aggression. The day after they part with Char saying to Max that he does not have to repay her for saving his life and that there will be a chance in the future to pay off the debt.

Charlotte is the typical american girl you can find in tv series and books. She is one of those girls who is not just beautiful, but also intelligent, admired by everybody and with a social life that many can just dream of. Obviously, she also has a gorgeous boyfriend, Miles. They have been together for ages and they were bonded by a deep friendship since childhood.

The second chapter is set two years after the incident told in the first chapter, precisely when Miles breaks up with Charlotte. This is where the real story begins: she decides to leave everything and run away without telling anyone. Her idea is to finish the last college’s semester attending the courses online and find a job to start a life. But she needs a concrete support and that is when we meet Max again.
Max is a extravagant character, tormented and solitary. As we keep going with the story, we discover more things about his life. The way the events concerning his life are presented to us is very effective and makes us realize how he feels, his emotions and the confusion that relationships cause to him.That is why he is still trapped in his past: he is looking for revenge instead of living the present.

“You make me want a life that’s easy and light and carefree. I thought if I had those things, I’d give up on my past; it’d be like saying what happened was okay, and I’d stop trying to get justice.”
“You deserved those things, Max. I realize that Garcia took the life you were supposed to have, but you’re letting him steal this one too. He doesn’t deserve to have that much power over you.”

Even if the attraction between the two is obvious from the very beginning, it is also clear that it will be hard to build any kind of relationship. Max is not able to listen to his heart because of his past wounds and his behaviour definitely does not help Char to understand what to do or say. The ending of the story is pretty predictable, but I really appreciated how the author has developped the story, analyzing the points of view of both Charlotte and Max. She also does not forget to insert secondary characters with a original personality and importance.

“He presses against me, and I feel like there’s more of a chance of drowning in him than in the ocean.”

The only critique that I can do is that the final is too hurried, and too easy. But it is also the typical cliché of romantic novels so we cannot pretend something more sophisticated.

Last but not least, I really liked the way this book was written. I picked it as one of the english books I planned to read this year and that is how it went. I will be honest, I did not have many problems to read it in language and this fact probaly makes me appreciate it even more.
Moreover, the story is narrated alternatively from the point of view of Charlotte and Max and I really liked this structure.

All things considered, I think the book is enjoyable because of the way it’s written and because you can relate to the characters. My advice? Read it!

Here you can find the Blog Tour’s schedule.
rating 3.5

divisore dx

it Ringrazio quindi XPresso Book Tours per avermi dato la possibilità di leggere questo libro in cambio della mia onesta opinione.

Veniamo al dunque.
Ho dovuto leggere qualche capitolo per essere completamente presa dalla storia, probabilmente a causa dello stacco temporale tra i primi due capitoli. Nel primo scopriamo che una ragazza di nome Charlotte, in vacanza a Miami, salva da un’aggressione un ragazzo di nome Max. I due si salutano il giorno successivo con Char che dice a Max di non volere nulla per avergli salvato la vita e che, prima o poi, arriverà l’occasione per sdebitarsi.

Charlotte è la tipica ragazza americana protagonista di libri e telefilm, una di quelle ragazze che oltre ad essere belle sono anche intelligenti, adorate da tutti e con una vita sociale che molti sognano da lontano. Ovviamente, ha anche un bellissimo ragazzo, Miles, che però la lascia.

Il secondo capitolo ci catapulta due anni avanti.

É qui che inizia la vera storia, Charlotte, abbandonata dal ragazzo con cui stava da anni e con il quale aveva un rapporto di profonda amicizia fin dall’infanzia, decide di abbandonare tutto il suo mondo e scappare senza dire nulla a nessuno. La sua idea è quella di terminare l’ultimo semestre del college seguendo le lezioni online e trovare un lavoro che le permetta di costruirsi una vita. Momentaneamente, però, ha bisogno di un punto di appoggio: è qui che rientra in gioco Max.

Max è un personaggio strano, tormentato e asociale. Mano a mano che andiamo avanti nel libro ci viene raccontata la sua storia. Il modo in cui questa viene raccontata – sotto forma di stralci di pensieri di Max, pagine di un suo diario e ricerche on-line di Char – rende, secondo me, l’idea di come si sente Max, dei suoi sentimenti a riguardo e della confusione che prova nel rapportarsi agli altri. Questo perché è ancora intrappolato nel suo passato, cerca un modo di vendicarsi di quello che gli è stato fatto piuttosto che pensare a vivere il presente.

“You make me want a life that’s easy and light and carefree. I thought if I had those things, I’d give up on my past; it’d be like saying what happened was okay, and I’d stop trying to get justice.”
“You deserved those things, Max. I realize that Garcia took the life you were supposed to have, but you’re letting him steal this one too. He doesn’t deserve to have that much power over you.”

Se fin da subito è palese l’attrazione tra i due, è altrettanto evidente che una relazione – di qualsiasi – tipo sarà difficile. Max ha serie difficoltà nel mettere in gioco il proprio cuore a causa della sua storia e i suoi comportamenti non aiutano sicuramente Char a capire cosa fare e cosa dire. Il ‘come andrà a finire’ è abbastanza scontato, ma ho apprezzato come l’autrice ha sviluppato la storia, analizzando i punti di vista di entrambi i personaggi e inserendo alcuni protagonisti secondari con una loro personalità e importanza.

“He presses against me, and I feel like there’s more of a chance of drowning in him than in the ocean.”

Punto a sfavore è il finale un po’ troppo affrettato, in un certo senso troppo facile.
C’è anche da dire che se ci piacciono i romanzi rosa e li vogliamo sia brevi che con il lieto fine, non possiamo aspettarci che la trama sia particolarmente complessa.

Last but not least, almeno dal mio punto di vista, è il modo in cui questo libro è scritto. Avevo detto che questo sarebbe stato tra i libri letti in lingua di quest’anno e così è stato. Sarò sincera, non ho trovato problemi nel leggerlo in inglese e questo aspetto me lo ha forse fatto apprezzare ancora di più.
Inoltre la storia si sviluppa con un capitolo dal punto di vista di lui e uno da quello di lei, una struttura che a me piace molto.

Per farla breve, i personaggi sono in grado di farsi voler bene e la lettura è molto scorrevole e piacevole. Un consiglio? Leggetelo!

rating 3.5

ga

a Rafflecopter giveaway

kia firma

1 Commento su Blog Tour: Rebounding by Shanna Clayton

  1. Great review, Ikia! This sounds like a very character driven book and well written, too! Glad you liked it! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *