Ed eccoci di nuovo qui, nuova settimana e nuove serie tv. Un paio di quelle di cui ho parlato la settimana scorsa non sono uscite, ma, in compenso, ne sono ricominciate altre. Diamo quindi il benvenuto a Grey’s Anatomy e How To Get Away With Murder (adesso, sinceramente, è possibile inventarsi un titolo del genere?).

The Fosters 2×13
Il titolo di questa puntata, “Stay” è il tema su cui è incentrato tutta la storia. Abbiamo Brandon, che vorrebbe partire per un tour con la sua band nonostante i genitori non siano troppo convinti. C’è Callie, tentata di fuggire un’altra volta per dimenticare tutti i problemi e non pensare sulle persone a cui tiene. Ospite della puntata Kiara, un’amica di Callie, anche lei nel sistema, che avendo problemi nella nuova famiglia si ritrova a dover decidere se fuggire o tornare dalla famiglia. Per fortuna non è accaduto quello che temevo e Callie sembra essersi finalmente decisa a fermarsi e lottare per ciò che desidera e soprattutto per ciò che le spetta. Nessuna evoluzione nella relazione tra Brandon e Callie e la cosa un po’ mi dispiace, ma immagino ci vorrà del tempo prima che ci regalino altri sviluppi. Mariana inizia a riconoscere i suoi talenti e a non sminuirli per compiacere gli altri e Jesus è confuso per le rivelazioni della scorsa puntata e non ha ancora capito bene come gestire la notizia della gravidanza di Ana. Che altro dire? Episodio carino, senza troppi drammi. Ora non ci resta che aspettare la prossima!!

 

Eye Candy 1×03
Non so se solo io, ma mi sembra che si stiano muovendo molto il fretta con la trama. Siamo alla terza puntata e Lindy e i poliziotti hanno già capito cosa cerca il killer e con la scena finale, che c’è un collegamento tra lui e la scomparsa di Sara. Altra cosa su cui ho iniziato a riflettere è come pensano di continuarla la serie. Pensandoci un attimo, la prima stagione conta 10 episodi e immagino finiranno l’arco narrativo su questo killer e potenzialmente troveranno Sara, ma poi? Lindy inizierà a lavorare per la polizia (cosa che andrebbe contro tutte le convinzioni avute fino a questo momento)? Arriverà un altro killer e sarà di nuovo ossessionato per lei (non sta in piedi)? Domanda che purtroppo avranno risposta solo tra un bel po’ di settimane, ma vi terrò aggiornati.
Connor mi sta sempre più sulle scatole, perché pur di far bella figura con il capo e scrivere una storia interessante, mette in pericolo la sua migliore amica e altre persone svelando al mondo l’esistenza del killer. L’assassino, diciamolo, è maledettamente bravo. Sono sempre meno le scene in cui sentiamo la sua voce ed i suoi ragionamenti, ma sta giocando bene la sua partita, dal cercare di incastrare Jake, al drogare Lindy durante una festa nel suo appartamento e portarla lontano per assistere all’omicidio di Reese.
La serie insomma procede alla grande, quindi speriamo continui a tenerci sulle spine fino alla fine.

 

Switched at Birth 4×04
Giuro, ho le palle girate come non so cosa. Capisco che questo sia Drama, capisco che in qualche modo la tensione debba essere mantenuta alta, ma così non va. Non ne posso più di vedere tutti i drammi abbattersi sulla coppia Bay/Emmett. Sti poveretti ne hanno passate di tutti i colori e ancora si infierisce su di loro. Va a finire che si molleranno un’altra volta e per sempre (momento in cui io dirò addio a questa serie). Il finale è stato il colpo di grazia, ma anche i dubbi di entrambi non stanno in piedi. Bay convinta che lui sia cambiato e sia felice senza di lei, Emmett che non crede più che la ragazza voglia raggiungerlo a LA. Un disastro. Lo show è pieno di personaggi, basterebbe concentrarsi su uno di loro, come per esempio su Daphne. Acida e rompiscatole, se la prende con tutti tranne che con sé stessa per come sta andando la sua vita e chiunque le perdona qualsiasi cosa. Si potrebbe inserire una storyline che la porti a migliorare il suo carattere, visto che fa piuttosto schifo.
Qualcosa di positivo nella puntata c’è stata: John che introduce Travis al mondo del baseball e, nonostante nessuno sembri apprezzare che il ragazzo finalmente abbia trovato qualcosa che gli piace (ma lasciarlo in pace no?!), alla fine si risolve tutto. Momento della verità per Toby, o meglio, momento di crescere. Non è più un ragazzino e deve imparare ad affrontare la vita da solo, come gli fa notare sua madre, con metodi particolarmente “brutali”.
Insomma, puntata con alti e bassi, bellina fino alla fine, in cui avrei voluto lanciare il pc dalla finestra. Speriamo che gli autori abbiano una bella spiegazione per il finale e non sia proprio tutto come sembra.

 

Grey’s Anatomy 11×09
La prima parte di questa undicesima stagione non mi aveva entusiasmata, vuoi per la mancanza di Cristina o per la trama. Meredith e Derek sembravano essere tornati ai momenti di tira e molla delle prima stagione, questa volta però nessuno dei due sembrava lottare. L’unica cosa che riuscivano a fare era litigare e incolpare l’altro. Pessimo finale anche per Jackson e April: sia mai, infatti, che Shonda faccia nascere un bambino senza problemi. Il piccolo sembra infatti avere una malattia parecchio grave, che lo porterà alla morte poco tempo dopo la nascita.
Questa puntata, arrivata dopo un lungo periodo di pausa, mostra gli effetti che le brutte notizie del mid-season finale hanno causato ai vari personaggi. April, incapace di accettare la malattina di suo figlio, si sfoga sul lavoro, curanto pazienti ininterrottamente e prendendosela con chiunque le capiti a tiro. Meredith, come al solito, non parla dei suoi problemi con nessuno e annuncia con nonchalance che il marito è partito per Washington D.C. Alla fine della puntata si rende conto che Derek ha bisogno di proseguire il lavoro a D.C. e durante una breve telefonata, intervallata da dei flashback del loro matrimonio (ricorderemo per sempre il post-it), si promettono di riuscire a risolvere la situazione.
Mi sono piaciute particolarmente Arizona e Amelia, pronte a lottare per regalare alla dott.ssa Herman un briciolo di speranza, che alla fine, anche se molto riluttante, la donna decide di accettare. Durante l’episodio viene nominata Cristina e subito è salita la nostalgia. Manca nella serie un personaggio come il suo e non penso sia possibile crearne uno anche lontanamente simile. Spero che arrivi qualche notizia positiva per i Japril, soprattutto perché nonostante ci sia sempre stata qualche tragedia legata ai figli dei personaggi, se sono sempre usciti bene.

 

How To Get Away With Murder 1×10
Questo si chiama ritornare con il botto! Sono sempre più innamorata di questa serie e devo dire che sta prendendo delle pieghe che non avevo previsto. La puntata si apre con Annalise che denuncia la scomparsa del marito alla polizia e con un gioco meraviglioso di alternanza tra presente e flashbacks, veniamo messi al corrente della bugia che è stata costruita intorno alla morte di Sam. Wes è ancora l’unico a sapere che la Keating è a conoscenza di tutto e tenta, abbastanza inutilmente, devo dire, di mantenere calmi gli altri. La strategia è semplice: provare che Sam è il padre del bambino e che ha ucciso Lila, scagionando in questo modo Rebecca. Le cose si fanno complicate, perché Connor non riesce a stare tranquillo e decide di andare alla polizia e confessare. Non avevo previsto però, che fosse proprio Annalise a fermarlo. Gli unici all’oscuro di tutto, alla fine dell’episodio, tra i protagonisti, sembrano essere Asher e Bonnie. Anche Frank infatti, viene messo al corrente della situazione.
Sono curiosissima di vedere quanto ci metterà la polizia a capire che c’è qualcosa che non quadra nei racconti dei ragazzi, anche se l’arrivo della sorella di Sam in città sicuro metterà i bastoni fra le ruote ad Annalise. Puntata piena di novità, Rebecca è finalmente libera e adesso la trama ruoterà intorno al salvare i ragazzi dalla prigione, o almeno così immagino. Il fatto che Sam sia effetivamente il padre del bambino non me l’aspettavo, come non mi aspettavo filasse tutto liscio nell’udienza per scagionare Rebecca. Certo, ci sono state delle complicazioni, ma niente di insormontabile, il che mi fa pensare che stia per arrivare qualcosa di devastante. Non ci resta che metterci comodi e attendere giovedì prossimo.

Concludiamo qui per questa settimana. Sperando di non avervi annoiato troppo, vi auguro un buon weekend!

3 Commenti su Weekly Recap #2

    • Ciao 🙂 tutte in inglese perché non riesco a reggere il doppiaggio italiano, nonostante sia fatto molto bene. Se ti interessa qualche serie, a parte Eye Candy e credo Scorpion, le altre dovrebbero esserci tutte in italiano. Heartland penso esistano solo le prime due stagioni in italiano..

      • Ok ho appena controllato..Scorpion, Eye Candy e The Fosters non esistono in italiano, Heartland a quanto pare l’hanno tradotta tutta, tranne l’ottava stagione che è in onda ora (non so dove l’abbiano trasmessa perché non l’ho mai vista in tv).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *