Crea sito

Teaser tuesday

Teaser Tuesday #135

Buongiorno. Come ogni martedì eccoci con l’assaggio di quello che stiamo leggendo. Un po’ mi spiace ripetere i libri contenuti nei teaser, ma se avete mai fatto la conoscenza con It, anche solo di vista, potete facilmente capire come mai sono ancora qui con lo stesso libro. Da tenere in conto anche il fatto che ci ho intervallato altro.

teaser tuesday

«Fermi tutti!» esclamò Beverly, mentre gli altri cominciavano a lasciare le loro sedie. «I biscotti della fortuna! Quelli non ve li potete dimenticare!»
«Ah già», replicò Richie. «Tanto so qual è il mio oroscopo. PRESTO SARAI DIVORATO DA UN GROSSO MOSTRO. BUONA GIORNATA.»
Risero e Mike passò la scodella di biscotti a Richie, il quale ne prese uno e la fece proseguire. Bill notò che nessuno aprì il proprio biscotto finché tutti non furono serviti.

Ciascuno restò al suo posto con il biscottino a forma di cappello posato davanti a sé o tenuto fra le mani e nel momento in cui Beverly, ancora sorridendo, prelevava il suo, Bill sentì un grido che gli si formava nella gola: No! No! No, non fatelo, mettete giù quei biscotti, non apriteli!Ma era già troppo tardi. Beverly aveva spezzato il suo. Ben si accingeva a fare lo stesso con il proprio, Eddie stava incidendo il suo con la forchetta usata come un coltello e subito prima che il sorriso di Beverly si trasformasse in una smorfia di orrore, Bill ebbe il tempo di pensare: Lo sapevamo, non so come, ma lo sapevamo, perché nessuno ha affondato i denti nel suo biscotto.

it instagram

 

Questo sarebbe stato il gesto più normale eppure nessuno l’ha fatto. Qualcosa dentro ciascuno di noi non ha smesso di ricordare… tutto.
E questa folle intuizione gli infuse un senso di orrido terrore nel quale riconobbe la dimostrazione definitiva della presenza di It in ciascuno di loro meglio di quanto l’avesse ottenuta l’eloquenza di Mike; gli parve di toccare con mano fino a che punto It avesse lasciato in loro la sua impronta… e quanto saldamente il suo marchio fosse sopravvissuto.

I Perdenti prendono il dolce – IT di Stephen King

divisore dx

it cover
In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. Quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l’incubo ricomincia… Un viaggio illuminante lungo l’oscuro corridoio che conduce dagli sconcertanti misteri dell’infanzia a quelli della maturità.

Teaser Tuesday #134

Buongiorno!
Ieri è stata una giornata davvero pessima, quindi spero vivamente che oggi sia migliore. È martedì, quindi ovviamente è giorno di Teaser Tuesday e l’estratto è preso dal primo capitolo del libro che inizierò oggi. Non mi sono spoilerata niente e non lo faccio neanche con voi perché le righe che trovate sotto sono proprio l’inizio del libro! Sono curiosa di iniziare questo libro edito da Triskell Edizioni e spero di potervene parlare presto.

teaser tuesday

NUMERO SCONOSCIUTO: Confermato per stasera?
Iniziò tutto così, con un messaggio ricevuto da un numero sconosciuto sul mio cellulare. Era una sera come tante  altre; non aveva niente di speciale. Il cielo era un po’ coperto e dal a visuale che mi forniva la finestra della sala, alta e stretta, si vedevano poche stelle. La città era ancora in movimento e le macchine continuavano a sfrecciare sul a strada. Le fronde degli alberi frusciavano al vento e ogni tanto si sentiva il suono del clacson di qualche guidatore con i nervi a fior di pelle fendere il silenzio notturno. Io ero stravaccato sul divano, con indosso la tuta più scialba e sformata che avessi, a fare zapping alla televisione nella speranza che – prima o poi – qualcosa di interessante saltasse fuori.
Fissai lo schermo illuminato del mio telefono che nel buio del salotto creava un baluginio azzurro piuttosto sinistro.
Immagino che la mia faccia dovesse essere inquietante come quella dei bambini quando si divertono a piantarsi una torcia sotto il mento e a spaventare le sorelline. Osservai confuso il telefono per qualche secondo. Avevo  appuntamento con qualcuno? Avevo dato il mio numero a qualcuno senza salvarmi il suo in rubrica? Improbabili entrambe le teorie. La prima perché non avevo un vero appuntamento da un secolo, la seconda perché mi premuravo sempre di registrare i nuovi numeri prima di rispondere a caso a chissà a chi. Ho sempre avuto una pessima memoria, e più di una volta questo aveva portato a grosse gaffe.

Capitolo 1 – NUMERO SCONOSCIUTO di Autumn Saper

numero sconosciuto cover

Ezram Kelland fa il poliziotto a Baltimora e vive una vita tranquilla; almeno fino a quando, una sera, sul suo cellulare comprare un messaggio da un Numero Sconosciuto. Spinto dalla curiosità, Ez si trova a rispondere allo Sconosciuto e a intavolare con lui un fitto scambio di messaggi giornalieri. Mano mano che i giorni passano e sempre più informazioni vengono a galla, Ezram comincia a cercare di capire chi è Numero Sconosciuto. Ha i suoi indizi e i suoi sospettati, in particolar modo una persona sembra calzare meglio di tutti gli altri, ma… Cosa succederà quando scoprirà chi è davvero Numero Sconosciuto?

Avvalendosi del suo intuito da poliziotto e degli strampalati consigli del suo amico Chester, Ez non solo scoprirà la vera identità di Numero Sconosciuto, ma anche cosa voglia dire innamorarsi.

Teaser Tuesday #133

Buongiorno! Io sono ovviamente ancora alle prese con It di Stephen King che piano piano mi sta prendendo. Oggi mentre leggevo camminando verso casa mi è sbucato un cane da una siepe e pensavo di restarci secca per lo spavento…Per chi l’ha letto ero alla parte in cui Eddie racconta del lebbroso. Ho detto tutto.
Coooomunque. Il Teaser su It ve l’ho lasciato l’ultima volta, quindi oggi vi lascio l’incipit del romanzo che inizierò domani mattina da intervallare al Libro: Come rette parallele di Alessia D’Ambrosio edito da Les Flâneurs Edizioni.

teaser tuesday

L’aereo è decollato un’ora fa. Saper di avere il cielo sia sopra che sotto di me mi fa un effetto stranissimo. Mi rilassa vedere la terra così piccola sotto i miei piedi, immaginare le case e le persone indaffarate nelle loro vite, pensarli distanti che continuano a svolgere le loro attività quotidiane a un ritmo incessante, mentre io sono qui, intrappolata nel cielo, abbracciata dalle nuvole.
Atterro all’aeroporto di Heathrow verso le quattordici e, tre ore dopo, sono già a Wimbledon, la fermata della metropolitana più vicina alla stanza che ho preso in affitto, all’interno di un appartamento. Continuo a guardare il pezzo di carta che tengo stretto in mano – cercando di non perdermi – sul quale Edo si è premurato di trascrivere per filo e per segno come raggiungerlo. Già solo prendere la metro è stata un’impresa. La rete metropolitana di Londra è mastodontica, puoi arrivare ovunque, ma tutti quei colori, quelle linee che si intrecciano, la rendono talmente complicata da farti venire il mal di testa.
Arrivata nel piccolo quartiere in cui abiterò per almeno un anno, mi incanto alla vista della serie di palazzine basse, attaccate le une alle altre, tutte colorate, proprio come quelle dei film, con i loro tetti bassi e la piccola scalinata che conduce alla porta principale. Il cielo è uggioso, tenebroso e affascinante, ma, si sa, Londra non ti saluta se non mette il broncio. Seguo alla lettera le istruzioni di mio fratello e trovo il numero civico che sto cercando. La chiusura del cancelletto, rotta, mi permette di raggiungere l’ingresso senza difficoltà. Sto per suonare il campanello quando una vocetta squillante inizia a urlare dalla finestra.
«Sciao Italiana! Sole, mare, spagheti. Belaaaa!».
La mia esuberante coinquilina sembra un po’ sopra le righe.
Cominciamo bene!
Capelli corti, rosa; bassina, formosa, sembra una graziosa bambola di porcellana con quella pelle bianchissima liscia e quegli amorevoli occhioni verdi. Si catapulta di sotto per aprimi la porta e mi avvolge in un caloroso abbraccio, come se fossi la sorella che non vede da mesi.

Capitolo 1 – Come rette parallele di Alessia D’Ambrosio

divisore dx

come rette parallele cover
Quando la vita che stai vivendo non ti offre più nulla, hai un’unica possibilità: cambiare.
Isabella sogna un lavoro migliore, un riscatto in campo sentimentale, una vita sociale più dinamica. È con questi propositi che vola alla volta di Londra, città che le è sempre rimasta nel cuore. Durante la prima uscita con i suoi nuovi amici, Isabella si imbatte in Christopher, giovane avvocato in cerca di indipendenza. Complice un drink di troppo, i due ragazzi vivranno una notte di passione che li segnerà profondamente.
Sebbene Isabella e Christopher decidano di dimenticare quell’episodio e continuare i propri percorsi su binari differenti, il destino si metterà in mezzo per farli incontrare di nuovo. Ma quanto vale una passione? E se in gioco ci fosse il vero amore? Christopher sarebbe disposto a rinunciare alla stabilità tanto agognata per una sconosciuta? E Isabella si precluderebbe davvero la possibilità di vivere una vera favola, con tanto di principe azzurro, per una storia che forse non ha futuro?
Due rette parallele non possono incrociarsi, ma è davvero così semplice smettere di provarci?

Teaser Tuesday #132

Buongiorno!
Questa settimana sono esausta e siamo solo all’inizio. Sto leggendo Gemina, di cui vi lascio un estratto qui sotto (è proprio una delle prime pagine quindi niente spoiler promesso). Il libro mi sta piacendo moltissimo, ma non è veloce da leggere per la sua struttura particolare. La serie Illiminae ve la consiglio caldamente e spero traducano presto anche Gemina in modo che tutti possano leggerlo.

teaser tuesday

Chief Prosecutor: Gabriel Crowhurst, BSA, MFS, JD

Chief Defense Counsel: Kin Hebi, BSA, ARP, JD

Tribunal: Hua Li Jun, BSA, JD, MD; Saladin Al Nakat, BSA, JD; Shannelle Gillianne Chua, BSA, JD, OKT

Witness: Leanne Frobisher, Executive Director, BeiTech Industries, MFA, MBA, PhD

Date: 10/14/76

Timestamp: 13:06

—cont. from pg. 359—

Frobisher, L: …over seven hundred thousand employees across dozens of colonized worlds. Is it that difficult to believe?

Crowhurst, G: Dr. Frobisher, this was a major invasion. Thousands of personnel. Trillions of ISĦ worth of equipment. Yet you’re alleging you had no idea about your company’s attack on Wallace Ulyanov mining operations in the Kerenza Sector? Despite your position as director of acquisitions for BeiTech Industries?

Frobisher, L: [Consults with counsel.] I’ve already stated I was appointed to that role well after the alleged invasion.

Crowhurst, G: But well before BeiTech’s attack on Jump Station Heimdall.

Frobisher, L: Alleged attack.

Crowhurst, G: Dr. Frobisher, you’ve read accounts of the alleged attack left behind by residents Hanna Donnelly and Niklas Malikov, correct? I’d like to direct you to the Illuminae Files testimony, Exhibits 178a through—

Hebi, K: Defense objects to the inclusion of the so-called Illuminae documents in these proceedings in the strongest possible terms.

Al Nakat, S: Counselor, we’ve discussed this already. The documents have been accepted into the record. Move on.

Crowhurst, G: Dr. Frobisher? Have you reviewed the Illuminae Files?

Frobisher, L: [Consults with counsel.] Yes.

Crowhurst, G: What do you make of Niklas Malikov’s testimony?

Frobisher, L: Frankly, I’m surprised this tribunal considers the fictions of a teenage drug dealer and convicted criminal worthy of the title “testimony.”

Crowhurst, G: Dr. Frob—

Frobisher, L: A born-and-bred foot soldier of the Dom Najov? Son of Zakary Malikov? Everyone here knows what that boy went to prison for. This is your star witness?

Crowhurst, G: Do you understand this is the first Dom Najov testimony to ever be entered into the records of a UTA tribunal? The House of Knives cartel doesn’t speak to the authorities, Dr. Frobisher.

Frobisher, L: I’m certain if given a choice, Niklas Malikov wouldn’t have spoken either.

Crowhurst, G: But he didn’t have a choice, did he? Your people saw to that.

Hebi, K: Objection. Combative.

Crowhurst, G: I’ll withdraw.

Dr. Frobisher, I have a few questions regarding Mr. Malikov’s testimony, and that of Hanna Donnelly, as pertains to the alleged attack on Jump Station Heimdall.You wouldn’t mind if we review these files for a while, would you?

Frobisher, L: [Consults with counsel.] No. I have no objections.

Crowhurst, G: Excellent. Perhaps we should start at the beginning.

GEMINA di Amie Kaufman & Jay Kristoff

gemina cover

Moving to a space station at the edge of the galaxy was always going to be the death of Hanna’s social life. Nobody said it might actually get her killed.

The sci-fi saga that began with the breakout bestseller Illuminaecontinues on board the Jump Station Heimdall, where two new characters will confront the next wave of the BeiTech assault.

Hanna is the station captain’s pampered daughter; Nik the reluctant member of a notorious crime family. But while the pair are struggling with the realities of life aboard the galaxy’s most boring space station, little do they know that Kady Grant and the Hypatia are headed right toward Heimdall, carrying news of the Kerenza invasion.

When an elite BeiTech strike team invades the station, Hanna and Nik are thrown together to defend their home. But alien predators are picking off the station residents one by one, and a malfunction in the station’s wormhole means the space-time continuum might be ripped in two before dinner. Soon Hanna and Nik aren’t just fighting for their own survival; the fate of everyone on the Hypatia—and possibly the known universe—is in their hands.

But relax. They’ve totally got this. They hope.

Once again told through a compelling dossier of emails, IMs, classified files, transcripts, and schematics, Gemina raises the stakes of the Illuminae Files, hurling readers into an enthralling new story that will leave them breathless.

1 2 3 32