Crea sito

WWW Wednesday #12

Buon pomeriggio lettori!
Io (Mon) non sto leggendo molto, ma i libri che piano piano macino mi stanno piacendo davvero tanto. Voi cosa state leggendo? Avete consigli?

Letto

In lettura

Da leggere

Il mio WWW rimane invariato perché non ho finito Prodigy considerando che sto seguendo un Gruppo di Lettura. Non ho letto molto questa settimana purtroppo, ma oggi ho iniziato La bambina nel bosco e spero di potervene parlare settimana prossima.

Letto

In lettura

Da leggere

Dalla settimana scorsa ho finito parecchie letture. Il sole è anche una stella di Nicola Yoon mi è piaciuto tantissimo e trovate la recensione QUI. Ho poi letto Il tatuatore di Auschwitz di Heather Morris una lettura sui campi di concentramento più descrittiva di quello che siamo soliti incontrare ma che ho letto davvero volentieri. Ho anche scoperto che nel 2020 è prevista l’uscita della serie tv e sono davvero curiosa di vederla. Infine, avendo bisogno di un po’ di bellezza, ho riletto in un giorno Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare: stupendo. Magari a breve ve lo recensirò pure. In lettura al momento nulla di nulla, ma domani conto di iniziare Novecento di Baricco che mi è stato regalato da mamma, sconvolta dal fatto che non lo avessi ancora letto. Prossima lettura credo che sarà Isola di neve di Valentina D’Urbano per la 2019 Ikigai Book Challenge, oltre alla rilettura di Guida Galattica per gli Autostoppisti del nuovo #leggiconikigai!

Gruppo di Lettura: Prodigy di Marie Lu | 3° tappa

Buongiorno lettori!
Oggi commentiamo insieme la terza tappa di questo Gruppo di Lettura. Questo secondo volume è forse un pelo più lento dello scorso, ma mi sta prendendo. Oggi parliamo della tappa che va da pagina 106 a pagina 150.

legend cover
Prodigy
di Marie Lu
Serie:

Legend [#2]

~
Editore:

Piemme

~
Pagine:
324
~
Uscita:
Marzo 2014
~
Link:

Amazon

,

GoodReads

June e Day arrivano a Vegas dopo essere miracolosamente sfuggiti all’ingiustizia della Repubblica quando l’inconcepibile accade: l’elector Primo muore e il figlio Ander prende il suo posto. Mentre la Repubblica sprofonda nel caos, i due giovani ribelli si uniscono ai patrioti nel disperato tentativo di salvare il fratello di Day, Eden. E i patrioti accettano, ma a una condizione: June e Day dovranno prima uccidere il nuovo elector. Peccato che Ander non abbia niente a che vedere con il suo crudele genitore.
 

Libri nella serie:  
[#1] Legend
[#2] Prodigy
[#3] Champion

June è pronta per incontrare Anden e mettere in atto il piano dei Patrioti. Durante una cena gli rivela di essere fuggita dai Patrioti per avvertirlo dell’attentato che stanno organizzando contro di lui. Anden sorprendentemente le crede, anche se organizzerà per lei una seduta in una macchina della verità. June risponde a tutte le domande e nessuna risposta viene segnalata come non veritiera quindi aumenta la fiducia del ragazzo verso di lei. In un incontro nella cella di June, Anden si rivelerà poi molto diverso da suo padre e dai suoi predecessori. Il suo piano è quello di ricongiungere Eden e Day, in modo da stringere un’alleanza con quest’ultimo, conquistarsi il favore del popolo e cambiare la Repubblica in meglio. June prova a mandare un segnale a Day.
Nel frattempo Day si adatta alla lontananza da June e gestisce in malo modo il suo rapporto con Tess, che si è rivelata molto gelosa di June. Day non sa come gestire i sentimenti che prova per entrambre le ragazze e dice cose decisamente sbagliate, dando l’impressione a Tess di non tenerci affatto e di aiutarla solo per pietà. Day rimugina anche sul piano dei Patrioti che prevede sia proprio lui a uccidere Anden, in modo da conquistare il popolo.

Commento alla tappa:

Questo secondo libro è molto meno di azione e molto più di ragionamento. I personaggi devono pensare ad ogni mossa e conseguenza prima di agire e questo rallenta un po’ la narrazione. Ho trovato il trattamente di June estremamente positivo, quasi al limite dell’assurdo per una “traditrice”. Ho trovato anche troppo facile il modo in cui Anden si sia fidato subito. Le tempistiche mi sono sembrate un po’ troppo veloci.
Spero Day veda il segnale di June e decida di dare una possibilità ad Anden. Non so se sta fingendo per fregare June, ma l’idea di un giovane uomo con un ideale diverso per la Repubblica mi piace molto. Sono estremamente curiosa di proseguire e non vedo l’ora di finire l’intera trilogia.

Non perdetevi la prossima tappa su Lily’s Bookmark e se volete commentare le varie tappe vi ricordo che c’è l’evento su Facebook.

Qualcuno sta leggendo insieme a noi? Cosa ne pensate della storia di June e Day?

Lettura di gruppo: Guida Galattica per gli autostoppisti

Buongiorno lettori!!
Oggi arrivo con una proposta nata grazie al super gruppo della 2019 Ikigai Book Challenge (siete sempre in tempo ad unirvi seguendo le istruzioni QUI). Da parecchio non organizziamo una lettura di gruppo e quindi, chiacchierando, si è fatta strada l’idea di un nuovo #leggiconikigai. Si stava parlando di Guida Galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams e, oltre all’entusiasmo di chi l’ha già letto, sono spuntate alcune ragazze che sostengono di rimandarlo da troppo tempo. Quindi, ci siamo dette, perché non leggerlo insieme? Tra il resto, la magnifica nuova edizione Oscar Vault è scontata del 25% fino al 22 aprile. Quale occasione migliore??

Ma andiamo subito a vedere il libro scelto!
guida galattica per gli autostoppisti

Titolo: Guida galattica per gli autostoppisti || Autore: Douglas Adams
Goodreads || Acquisto ebook || Acquisto cartaceo

Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell’estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c’è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c’è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un’ottima invenzione…

È un libriccino di poco più di 200 pagine, leggero e divertente, anche se a tratti fa pensare, che si legge in davvero poco tempo. La mia idea, quindi, era quella di dividerlo in blocchi da 3 capitoli al giorno per 12 giorni (l’ultimo giorno ne rimarranno solo due).
In questo modo la mole di lettura sarebbe davvero piccina e tutti riuscirebbero a starci dietro.

Non vi metto qui tutta la divisione, per la lettura ci sarà un gruppo Telegram (eh già, ormai ci siamo affezionate) in cui ogni mattina verranno ricordati i i capitoli della giornata ed ogni sera si potrà chiacchierarne. Vorrei partire il primo aprile e quindi continuare fino al 12. Che ne dite? Chi è dei nostri?

Per iscrivervi basta seguirci sul canale Telegram (o su Bloglovin o via mail) ed entrare in questo GRUPPO…Più semplice di così! Ovviamente anche chi l’ha già letto ma vuole rileggiucchiarlo in compagnia è il benvenuto.

Ultima cosa, se durante la lettura volete pubblicare citazioni, pareri, fotografie o altro sui social, mettete l’hashtag #leggiconikigai e se vi va taggateci.

Recensione: Il sole è anche una stella di Nicola Yoon

Buongiorno lettori. Oggi vi lascio la recensione dell’ultimissimo libro letto: Il sole è anche una stella di Nicola Yoon.

il sole è anche una stella cover

Il sole è anche una stella
di Nicola Yoon
Editore:

Sperling & Kupfer

~

Pagine:
295

~

Uscita:
16 gennaio 2018

~

Link:

Amazon

,

GoodReads

Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Sua madre dice che le cose succedono per una ragione. Ma Natasha è diversa. Crede piuttosto nella scienza e nella relazione causa-effetto. Ogni azione conduce necessariamente a un’altra e così via. Sono le azioni di ognuno a determinare il destino. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e s’innamora di lui. Eppure è quel che accade, proprio a dodici ore dall’essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia. Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all’altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale – per entrambi. Ed è come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.

 
Ho letto questo libro per puro caso. Al ritorno da lavoro, terminato al mattino Ristorante al termine dell’universo, stavo cercando sul Kobo qualcosa di leggero ed ho trovato lui. Non sapevo cosa aspettarmi, non ricordavo la trama, ed è stato una bellissima sorpresa. Il sole è anche una stella mi è piaciuto davvero tanto, più di quanto avessi apprezzato Noi siamo tutto, letto qualche tempo fa.

Questo romanzo è un concentrato di dolcezza ed esagerazione che solo un amore improvviso e adolescenziale può portare con sé senza risultare fuori luogo.

Natasha è giamaicana, vive a New York ed è un’immigrata irregolare. Le piacciono le certezze, i numeri, la scienza. Io l’ho adorata. É giovane, ma indipendente e sa ciò che vuole nonostante il mondo non sia esattamente dalla sua parte. Daniel è nato in America da genitori coreani, sogna di fare il poeta e gli piace sognare, credere nella bellezza e nell’amore. Non potrebbero essere più diversi, eppure nel giorno peggiore della vita di Natasha, quello del suo rimpatrio, si incontrano. Forse è destino o forse statistica, fatto sta che per i due ragazzi si trovano e separarsi risulta più complicato di quanto immaginassero.

Dati Osservabili: non credo nella magia.
Dati Osservabili: noi siamo pura magia.

La storia di Natasha e Daniel è la storia di due caratteri opposti che entrano in sintonia per una giornata permettendo ai due ragazzi di capire di più su loro stessi, sull’altro e su ciò che li circonda. Le idee nuove e i punti di vista differenti permettono loro di aprire gli occhi e di vedere il mondo e il futuro con una prospettiva leggermente diversa, più aperta e completa.

Il sole è anche una stella è una lettura piacevole e veloce che riesce a portare all’attenzione del lettore temi importanti, come l’immigrazione, il razzismo e la crescita.
Natasha e Daniel si ritrovano a fare i conti con le rispettive famiglie – soprattutto con quella di Daniel – chiuse nella propria cultura, convinte di essere le migliori in assoluto.

Il sole è anche una stella si svolge nell’arco di una sola giornata. È una storia che ha dell’inverosimile, ovviamente, ma che non infastidisce minimamente il lettore. È un racconto in cui chi legge non può che prendere a cuore questi due ragazzi, forse più maturi di altri, e appassionarsi alla loro storia, tanto veloce quanto dolce.

Lo bacio per zittirlo. Se continua a parlare lo amerò, e io non voglio amarlo. Come strategia non è delle migliori. Baciarsi è un altro modo per parlarsi, solo senza le parole.

Il POV è alternato, cosa che ormai sapete che mi piace, e questo ci permette di conoscere i due protagonisti in maniera abbastanza completa. Ho molto apprezzato anche l’inserimento qua e là di capitoli poi ‘indipendenti’ che raccontano la storia di altri personaggi o approfondiscono il perché di un pensiero di Daniel o Natasha.

Insomma, Il sole è anche una stella è un libro che non può mancare dalle vostre letture se vi piacciono gli Young Adult e che vi consiglio se avete bisogno di un libro dolce e allo stesso tempo un po’ triste, nonostante la Yoon sia riuscita a strapparmi anche qualche risata.