Crea sito

Teaser Tuesday #171

Buongiorno lettori!
Il Teaser Tuesday di oggi riguarda un libro che finito di leggere qualche giorno fa. Perfetto per chi vuole una storia d’amore semplice e non troppo impegnativa. Spero di parlarvene presto qui sul blog, ma intanto vi lascio un pezzettino dedicato al mio personaggio preferito.

teaser tuesday

Tommaso era chino sul libro di fiabe da un’eternità, le spalle gli si erano irrigidite. Aveva provato a muovere il collo e i muscoli della schiena, quindi si era costretto ad alzare lo sguardo e l’aveva vista lì, seduta due tavoli più in là, immersa nella lettura. Doveva essere davvero tanto interessante perché non sollevava mai lo sguardo, e scriveva con la penna su un blocco a fianco. Il mondo intorno a lei sembrava non esistere e il ragazzo riconobbe uno spirito affine.
Quando Tommaso leggeva le fiabe per lui non esisteva più nulla, anche se, da quando lei era entrata nella sua vita, le fiabe non erano più bastate.
Sapeva che i grandi come lui raramente le leggevano, ma rinunciarvi a Tommaso sembrava quasi un peccato, perché le fiabe lo avevano accompagnato durante la sua crescita, regalandogli momenti di rara serenità. Un tempo gliele leggeva la mamma, ma ora non si ricordava quasi più la sua voce ed era una cosa brutta, molto brutta. Si vergognava di se stesso per questo, perché non si dovrebbe mai scordare la voce della propria madre.
Dopo, gliele aveva lette anche Giulio; aveva provato a farlo con serietà, si impegnava tanto ma faceva ridere. Non glielo aveva mai voluto dire, per non arrecargli dispiacere, ma non era bravo. Non ci metteva il cuore. Forse, dopotutto, a Giulio le fiabe non piacevano.
Tommaso credeva che tra le pagine di quelle storie a volte truci, a volte tenere, si nascondessero più di semplici mostri come il lupo di Cappuccetto rosso o la strega per La bella addormentata nel bosco. Si nascondevano perle di saggezza, grandi insegnamenti, di cui lui faceva tesoro.
Si era ripromesso di rileggere quelle stesse storie ai suoi bambini, o ai bambini di qualcun altro. Loro non avrebbero giudicato la sua esse sibilante e sarebbero entrati nel suo mondo fatto di unicorni e arcobaleni, un mondo bello in cui magari c’era il male, ma di sicuro il bene trionfava sempre.

Capitolo 4 – La poesia dell’anima di Patrisha Mar

divisore dx

la poesia dell'anima cover
Giulio Dante è un giovane meccanico che vive ad Ancona, ha una passione segreta per la poesia e fa da padre al fratello Tommaso, che ha la sindrome di Down. Nella sua vita non c’è posto per l’amore, ma solo per avventure mordi e fuggi. Solo che Giulio non ha fatto i conti con il destino: sarà proprio una delle sue “avventure”, infatti, la prorompente Dafne, a presentargli Anna Prete, futura impiegata dell’officina. Chissà se il loro rapporto resterà puramente professionale…
Una storia d’amore delicata e romantica, in cui i protagonisti sono alla ricerca di se stessi e del proprio posto nel mondo. Sentimenti, voglia di riscatto, rimpianti, equivoci, paura, amicizia e amore: gli ingredienti perfetti per un romanzo che punta dritto al cuore.

Recensione: Linea 97 – Appuntamento con il destino di Chiara Venturelli

Buongiorno lettori!
Come vi avevo anticipato qualche tempo fa in un Teaser Tuesday, ho recentemente letto l’ultimo libro di Chiara Venturelli: Linea 97. La storia nasce su EFP anni fa, ma Chiara ha deciso di riprenderla in mano e pubblicarla e io non potrei esserne più felice.

linea 97 cover

Titolo: Linea 97: Appuntamento con il destino
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self

Danielle trascorre il viaggio quotidiano in autobus fissando il paesaggio sempre uguale, con poca voglia di tornare a una casa dove si sente solo ospite. Peter resta sempre in piedi vicino all’uscita, isolato da tutti e protetto dal cappuccio sempre alzato.
Sulla linea 97, il destino dà appuntamento a due vite all’apparenza diverse, ma gravate entrambe da troppi addii e sogni infranti.
Riusciranno a vedersi, pur avendo ormai rinunciato a guardare davvero il mondo, e ad arrendersi al bisogno disperato del calore di un abbraccio, per lenire anni di solitudine?
Questa non è solo una storia d’amore, è un inno alla speranza che non deve mai scomparire, alle seconde opportunità che la vita ci offre, perché l’autobus, presto o tardi, percorre la strada di ognuno di noi.

Linea 97 è sempre stata una delle mie storie preferite scritte da Chiara, se non contiamo “Lezioni di seduzione” che per me vince su tutto. Quando ha annunciato di volerla sistemare e poi pubblicare come libro non avrei potuto essere più felice e, dopo averlo letto, posso dire di non essere rimasta delusa.

La storia di Peter e Danielle, i due protagonisti, ruota interamente attorno al bus 97 che collega le loro case al resto della città. Danielle e Peter prendono lo stesso bus tutti i giorni, ma non si sono mai parlati. Entrambi si sono notati, ma nessuno prende mai l’iniziativa di parlare con l’altro. Grazie a certe circostanze, i due iniziano a conoscersi e da lì parte una storia dolcissima che mi sarà difficile dimenticare.

Danielle è una ragazza solitaria, abituata a stare da sola e vittima dei vari trasferimenti fatti negli anni a causa del lavoro del padre. Spostarsi così spesso l’ha abituata a non avere affetti, a contare solo su sè stessa e a non legarsi troppo alle persone. Tutto cambia nel momento in cui conosce Peter. Quel ragazzo misterioso sempre nascosto sotto un cappuccio riesce a fare breccia nel piccolo muro che si era sollevata intorno e lei, per ricambiare, lo aiuterà ad affrontare molte cose del suo passato.

La storia di Peter è quella che mi ha colpita di più e che avrei volito venisse approfondita di più, soprattutto la gestione del suo passato e dei suoi sentimenti nei confronti di tale passato. Danielle gli è di molto aiuto nell’aprirsi e nell’aiutarlo ad affrontare i suoi demoni, ma non tutto è sempre facile e quando si è abituati a essere soli, aprirsi richiede grande fiducia. Ammetto che avrei voluto vedere di più i due affrontare queste situazioni difficili insieme, invece le cose si sono risolto un po’ troppo velocemente per i miei gusti. Amo un po’ di eccesso di dramma e difficoltà nelle storie, ma quella scritta da Chiara è comunque molto bella e carica di significato.

La scrittura di Chiara è sempre molto molto piacevole. I suoi personaggi sembrano prendere vita con i loro difetti e i loro pregi. Sempre molto svegli e pronti a fare battutine. Adoro tutti i suoi personaggi secondari e mi piace tantissimo che riesca a intrecciare le sue storie come se tutti i suoi personaggi vivessero in un unico mondo e a volte potessero interagire tra loro. Io un incontro Jack (protagonista di Lezioni), Rick (personaggio di Lezioni) e Peter me lo leggerei volentieri.

Insomma, un libro perfetto per accompagnare la vostra estate, soprattutto se siete delle romanticone come me. Ora la domanda resta solo una…a quando il prossimo libro?


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook

Review Tour: Dentro il tuo respiro di Annamaria Bosco

Buongiorno lettori! Oggi vi parlo di un libro uscito da poco per Les Flaneurs Edizioni. Si tratta di Dentro il tuo respiro di Annamaria Bosco.

dentro il tuo respiro cover

Titolo: Dentro il tuo respiro
Autore: Annamaria Bosco
Editore: Les Flaneurs Edizioni

In una fredda domenica di febbraio, nel bel mezzo del Carnevale, le strade di Luca e Isa si incrociano.
Lui, un fisico piegato dalle conseguenze di una bravata finita male e un senso di colpa enorme da gestire, per un ragazzo di ventun anni.
Lei, razionale, diligente e all’apparenza infrangibile.
Complice l’annuale festa in maschera, Luca indossa il suo travestimento e trova il coraggio di avvicinarsi alla ragazza che ama da troppo tempo.
Una presenza fatta di paure inespresse e risposte non date, che si fa strada nella vita di Isa e la sconvolge senza chiedere il permesso.
Due anime distanti celate da differenti paure. Due maschere invisibili pronte a calare.
Ma non tutti sono disposti a mettersi a nudo, soprattutto quando c’è in ballo un passato, con i suoi fantasmi, che torna a bussare.
Quale verità nascondono gli incubi che tormentano Luca?
Chi saprà scavare oltre l’apparenza e sotto la maschera?

Partiamo dal presupposto che, arrivata a tre quarti del libro, sono partita con dei messaggi deliranti alla Mon. Le dicevo che se il libro non fosse finito come dicevo io, me la sarei presa seriamente. Le cose non stavano procedendo verso il migliore degli epiloghi e, mano a mano che la percentuale di lettura aumentava, ero sempre più nervosa. Proprio così. Isa e Luca, i personaggi di questo romance, mi hanno fatta innamorare fin dalle primissime pagine e non potevo far altro se non tifare per loro senza sosta.

Ma torniamo all’inizio. Isa è una ragazza all’apparenza molto sicura di sé stessa, benestante, con una famiglia alle spalle. Studia chimica all’università, ha alcune amiche insieme alle quali sta molto bene e una sorellina minore con cui ha un bellissimo rapporto. La sua famiglia è però spesso assente, la madre impegnata nella sua carriera, il padre un rappresentante che lavora spesso lontano da casa. Mano a mano che conosciamo Isa scopriamo come quella personalità forte e sicura sia, almeno in parte, una corazza che la difende dall’abbandono, dalla solitudine, dalla paura di rimanere sola.

Luca mi ha invece fatta sciogliere da subito. È il classico ragazzo da romance, il ragazzo che tutte sognamo. Bello dentro e fuori, romanticissimo, adorabile. Eppure Luca è più complesso. Fin dalle prime pagine lo scopriamo provato da un evento che ha segnato il suo passato e che lo fa vivere con i sensi di colpa. Lo conosciamo in un momento in cui la sua vita sta andando a rotoli, in preda ad aritmie e attacchi di panico sempre più frequenti nonostante la giovanissima età. Luca è insicuro, solo, nonostante una famiglia che gli sta sempre vicino. È convinto di non potersi aprire con nessuno, non vuole che si conosca il suo passato, si crede una specie di mostro.

Luca è il personaggio meglio caratterizzato e costruito di tutti. Nonostante il carattere e le scelte a volte discutibili è in grado, oltre che di farci innamorare, di farsi voler bene. È un personaggio che ha bisogno del tifo del lettore e che se lo merita.

Ma cosa succede quando due ragazzi così si incrociano? Quando lei non vuole aprirsi per paura poi di soffrire e lui non crede di essere abbastanza per niente e per nessuno? È su queste premesse che prende vita la storia tra Isa e Luca, una storia iniziata per caso, per uno scambio di persona. Troviamo una Isa curiosa, che ritrova la fiducia e un Luca che piano piano si apre, scopre che forse qualcuno può volergli bene. È una storia con cui l’autrice ci fa innamorare dell’amore, ci fa sospirare. Ci fa girare pagina dopo pagina perché abbiamo bisogno di sapere come si evolve la storia, dove andranno a finire i nostri nuovi protagonisti preferiti.

E quando le cose si fanno più difficili sembrano precipitare fuori dal controllo di Isa e Luca, entrambi danno prova della loro forza, si mettono in gioco nonostante debolezze e difficoltà. Sprofondano un po’ nell’incertezza, come succede a tutti nella vita reale, ma solo per darsi poi una spinta verso l’alto e riscoprirsi più forti che mai.

Dentro il tuo respiro non è un crescendo di gioia, segue lo schema tipico dei romance in cui amore e disastri si alternano, ma lo fa in un modo originale, lasciando spazio ai dubbi e alle personalità sia dei protagonisti che di quanti stanno loro intorno. Dalla piccola adorabile Giada a quella strega di Sara. Dai genitori assenti di Isa alla famiglia unita e amorevole di Luca. Annamaria Bosco lascia spazio alla crescita dei personaggi senza forzarli, ma rendendoli piano piano consapevoli delle loro sensazioni, dei loro comportamenti, della forza che riescono a darsi l’uno con l’altro.

Dentro il tuo respiro è un romance originale e secondo me piacevolissimo, con una scrittura leggera ma per niente frivola, in grado di toccare tasti delicati senza darli per scontati né renderli pesanti all’interno di un racconto di questo tipo. È una storia di vita, di amore, di crescita, di riscoperta. Una storia che vi consiglio e di cui non vedo l’ora di leggere il seguito.




Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

EBook

WWW…Wednesday #37

Ciao lettori!
Il mercoledì porta, come sempre,l’appuntamento con il WWW Wednesday. Ci fa piacere condividere con voi le nostre letture e ci fa molto piacere sapere cosa state leggendo voi, quindi fateci sapere nei commenti.

Letto

In lettura

Da leggere

Ho finito di leggere “Non è mai troppo tardi”, seguito di “Quel che resta di noi” di Sam P. Miller e devo dire che mi è piaciuto, anche se qualche cosa non mi ha convinto. Sto attualmente leggendo “La poesia nell’anima” di Patrisha Mar e nonostante sia solo all’inizio, già mi intriga. Forse dopo leggerà “La vita fino a te” di Bussola che ancora mi manca.

Letto

In lettura

Da leggere

Questa settimana ho terminato Dentro il tuo respiro di Annamaria Bosco, un romance delicato e piacevole che mi ha fatta innamorare. Ve ne parlerò domani qui sul blog! In lettura ho E così, forse, sarai felice di Alessia Esse. Lo sto letteralmente adorando e mi ha presa al punto che non riesco a mollarlo due giorni per tuffarmi sull’anteprima di Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero.