Crea sito

assassinio sull’orient-express

Letture del mese: Novembre 2018

mon firma

Titolo: Assassinio sull’Orient Express(Hercule Poirot #10)
Autore: Agatha Christie
Genere: Mystery
Pagine: 223

Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: Legend (Caraval #2)
Autore: Stephanie Garber
Genere: Fantasy
Pagine: 346

Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: What If It’s Us
Autore: Adam Silvera & Becky Albertalli
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 437

Goodreads | Amazon

divisore dx

 

kiafirma

Titolo: La stanza della tessitrice
Autore: Cristina Caboni
Genere: Narrativa
Pagine: 300

Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: Tutto questo o nulla
Autore: Mari Thorn e Anne Went
Genere: Romance
Pagine: 167

Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: La città del terrore
Autore: Alafair Burke
Genere: Thriller
Pagine: 340

Goodreads | Amazon

Titolo: Dentro l’acqua
Autore: Paula Hawkins
Genere: Thriller
Pagine: 372

Recensione | Goodreads | Amazon

Recensione: Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie

Buon lunedì lettori!
Dopo un po’ di tempo senza recensioni (lo so, sono pessima, ma non riuscivo a scrivere) vi parlo di uno dei libri letti per la lettura di gruppo #igiallicondestinodicarta: Assassinio sull’Orient Express.

assassinio sull'orient express cover

Titolo: Assassinio sull’Orient Express (Hercule Poirot #10)
Autore: Agatha Christie
Editore: Mondadori

L’Orient Express, il leggendario treno delle spie e degli avventurieri internazionali, occupa un posto importante nell’immaginario collettivo degli appassionati della letteratura poliziesca. Il merito appartiene all’indimenticabile signora del mistero Agatha Christie e alla sua creatura, l’impareggiabile Poirot. In quella che rimane probabilmente una delle sue più celebri imprese, Poirot, salito a bordo di un vagone di prima classe partito da Istambul e diretto a Calais, è costretto ad occuparsi di un feroce delitto. Infatti, mentre il treno è bloccato dalla neve qualcuno tra i paseggeri pugnala a morte il signor Ratchett, un ricco americano. L’assassino deve per forza nascondersi fra i viaggiatori, ma nessuno di loro sembra avere avuto nessun motivo per commettere il crimine. Poirot compie le sue indagini e, come al solito, risolve brillantemente il caso, ma questa volta la soluzione è davvero sorprendente.

Non avevo mai letto nulla di Agatha Christie, ma i suoi libri mi avevano sempre incuriosita. Quando Assassinio sull’Orient Express si è rivelato essere uno dei libri che avremmo letto tutte insieme per la lettura di gruppo non ho potuto dire no.

Il libro ci permette di conoscere Poirot immerso in un caso davvero particolare. L’idea è geniale e non so come mai non l’avessi letto prima. Un gruppo di persone sconosciute chiuse in un treno bloccato dalla neve, un investigatore di grande fama e un cadavere. Cosa si può volere di più?

Poirot è un personaggio di cui vorrei rileggere presto perché mi ha affascinata tantissimo. Ha un intuito incredibile unito ad un carattere super sofisticato. Mi ha un po’ ricordato l’atteggiamento e il modo di fare un pochino snob dei maggiordomi inglesi nei film.
È stato interessante vedere come Poirot si sia approcciato al mistero. Non potendo far affidamento alle prove fisiche come si usa fare ha dovuto basarsi interamente sulle testimonianze dei vari personaggi e sulle discrepanze tra esse. Mi pento di non essermi tenuta un foglio vicino durante la lettura per appuntare le mie teorie. Me ne ricorderò al prossimo libro con Poirot come protagonista.

L’autrice ha uno stile che posso definire unicamente come minimal. Non mette fronzoli o descrizioni inutili. Tutto ha un senso e tutto serve. Non vedo l’ora di leggere altro di suo per scoprire se tutti i suoi libri sono così.

Devo assolutamente dire qualcosa sul finale che mi ha sorpresa tantissimo. Non mi aspettavo assolutamente una soluzione del genere e non ho idea di come la Christie se la sia immaginata o di come Poirot l’abbia trovata. Geniale.

Se avete letto il libro avevate indovinato l’assassino? E che libro della Christie mi consigliate di leggere ora? Sto pensando a Dieci piccoli indiani di cui ho sentito parlare bene, ma se avete suggerimenti sono ben accetti.


 

Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

 

Cartaceo | EBook

 

WWW…Wednesday #53

Buon mercoledì lettori!
Nuova settimana, ma noi siamo sempre qui a parlare delle nostre letture. Stiamo leggendo parecchio, anche in vista di alcuni eventi, quindi siamo super soddisfatte.

Letto

In lettura

Da leggere

Ho finito stamattina in metro Assassinio sull’Orient Express e mi è piaciuto molto. Ha uno stile molto particolare. Ho rimandato la lettura di Vorrei che fosse già domani perché mi è entrato Legend per un evento sul blog. Spero di parlarvi presto di tutti e tre.

Letto

In lettura

Da leggere

Ho finito La stanza della tessitrice di Cristina Caboni e lo ho adorato. Ve ne parlerò spero la prossima settimana qui sul blog, intanto se vi capita leggetelo perché merita. Giusto per rimandare ulteriormente la lettura di Non ho tempo per amarti di Anna Premoli, si è infilato Tutto questo o nulla di Mari Thorn e Anne Went di cui vi parlerò molto presto.

Teaser Tuesday #186

Ciao lettori!
Sto leggendo un altro libro per la challenge #IGialliConDestinoDiCarta (qui tutte le info) e mi sta piacendo un sacco. Non avevo mai letto niente della Christie e mi vergogno parecchio. Il suo stile mi sta conquistando e conto di recuperare presto altri suoi lavori. Quali sono i lavori di quest’autrice che preferite?

teaser tuesday

Al Tokatlian Hercule Poirot chiese una stanza con bagno. Si avvicinò quindi al banco del portiere per sapere se ci fossero lettere per lui.
Ce n’erano tre, e un telegramma. Alla vista di quest’ultimo le sue sopracciglia si sollevarono impercettibilmente. Non se lo aspettava.
Lo aprì con i suoi gesti precisi, senza fretta. Le parole che vi erano stampate erano inequivocabili.
SVILUPPO DA LEI PREDETTO NEL CASO KASSNER PRODOTTOSI INASPETTATAMENTE PREGO TORNI SUBITO.
«Voilà ce qui est embêtant» mormorò Poirot irritato. Alzò lo sguardo all’orologio.
«Dovrò proseguire questa sera» disse al portiere. «A che ora parte il Simplon Express?»
«Alle 9 in punto, monsieur.»
«Può procurarmi un posto in vagone letto?»
«Senza dubbio, monsieur. Non ci sono problemi in questa stagione. I treni sono quasi vuoti. Prima o seconda classe?»
«Prima.»
«Très bien, monsieur. Dove va?»
«A Londra.»
«Bien, monsieur. Le procurerò un biglietto per Londra e le prenoterò un posto nel vagone letto Istanbul-Calais.»
Poirot guardò di nuovo l’orologio. Mancavano dieci minuti alle otto.
«Faccio in tempo a cenare?»
«Senza dubbio, monsieur.»
Il piccolo belga annuì. Annullò la prenotazione della stanza e attraversò l’atrio entrando nel ristorante.
Mentre faceva l’ordinazione al cameriere, qualcuno gli appoggiò una mano sulla spalla.
«Ah, mon vieux, è un piacere inaspettato» disse una voce dietro di lui.
Chi aveva parlato era un uomo anziano, piccolo e robusto, con i capelli a spazzola. Sorrideva felice.
Poirot saltò in piedi.
«Monsieur Bouc.»
«Monsieur Poirot.»
Monsieur Bouc era un belga, direttore della Compagnia internazionale dei Vagoni letto, e la sua conoscenza con l’ex stella della polizia belga risaliva a molti anni prima.
«Si trova molto lontano da casa, mon cher» disse Monsieur Bouc.
«Una piccola faccenda in Siria.»
«Ah! E adesso torna a casa… quando?»
«Questa sera.»
«Magnifico! Anch’io. Cioè, vado fino a Losanna, dove ho qualche affare da sbrigare. Viaggia sul Simplon Express, immagino?»
«Sì. Ho appena chiesto che mi procurassero un posto nel vagone letto. Intendevo fermarmi qui per qualche giorno, ma ho ricevuto un telegramma che mi richiama con urgenza in Inghilterra.»
«Ah!» sospirò Monsieur Bouc. «Les affaires, les affaires! Ma lei, lei è arrivato sulla vetta, mon vieux!»
«Ho avuto qualche piccolo successo, forse.» L’investigatore cercò di assumere un’espressione modesta senza riuscirci affatto.
Bouc rise.
«Ci vedremo più tardi» disse.
Poirot si dedicò al compito di tenere i baffi fuori dalla minestra.
Portata a termine questa difficile impresa, si guardò intorno mentre aspettava la seconda portata.

L’HOTEL TOKATLIAN – Assassinio sull’Orient Express (Hercule Poirot #10) di Agatha Christie

divisore dx

assassinio sull'orient-express cover
L’Orient Express, il leggendario treno delle spie e degli avventurieri internazionali, occupa un posto importante nell’immaginario collettivo degli appassionati della letteratura poliziesca. Il merito appartiene all’indimenticabile signora del mistero Agatha Christie e alla sua creatura, l’impareggiabile Poirot. In quella che rimane probabilmente una delle sue più celebri imprese, Poirot, salito a bordo di un vagone di prima classe partito da Istambul e diretto a Calais, è costretto ad occuparsi di un feroce delitto. Infatti, mentre il treno è bloccato dalla neve qualcuno tra i paseggeri pugnala a morte il signor Ratchett, un ricco americano. L’assassino deve per forza nascondersi fra i viaggiatori, ma nessuno di loro sembra avere avuto nessun motivo per commettere il crimine. Poirot compie le sue indagini e, come al solito, risolve brillantemente il caso, ma questa volta la soluzione è davvero sorprendente.