Crea sito

chiara venturelli

Recensione: Un fidanzato di troppo di Chiara Venturelli

Buon lunedì!
Iniziare la settimana è sempre un trauma, ma oggi inizia con una nota positiva: domani esce su Amazon il seguito di “Lezioni di seduzione” di Chiara Venturelli, intitolato “Un fidanzato di troppo”. Ho avuto l’opportunità di leggerlo in anteprima e sono contentissima di essere riuscita a recensirlo prima dell’uscita, in modo da consigliarvi di correre tutti su Amazon a comprarlo domani. Chiara ha pubblicato questo seguito come self e devo dire che ha fatto un ottimo lavoro. Adoro la cover che richiama perfettamente la trama del libro.

cover un fidanzato di troppo

Titolo: Un fidanzato di troppo (Tra palco e realtà, #2)
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self
Link di acquisto: Amazon

Sono trascorsi quattro anni dall’atto finale di Lezioni di seduzione e la distanza ha messo a dura prova Liz e Jack, alimentando incomprensioni e gelosia. Il tempo e gli eventi li hanno cambiati ma, ancora una volta, sarà uno spettacolo a costringerli a comunicare.
Jack è passato dal teatro alla tv e sul set della commedia romantica Un fidanzato di troppo scoprirà che, di nuovo, la sua vita privata rischia di seguire i binari di quella fittizia.
Liz ha appena ripreso le redini della sua vita, sostenuta dall’amicizia di Rick e Jessica, quando si ritrova tra due fuochi. Chi scegliere tra Daniel, da sempre fonte di supporto e stabilità, e Jack, che invece considera la vita come un grande palcoscenico? Tra equivoci, rancori, nuovi e vecchi amori, l’epilogo di una storia nata dall’alchimia e messa alla prova dalla distanza. L’amore, si sa, non è mai logico né facile.

Ho avuto la fortuna di poter leggere “Un fidanzato di troppo” in anteprima e l’ho adorato. Da quando ho letto “Lezioni di seduzione” non vedevo l’ora di tornare a leggere di Jack e Liz. Sono due personaggi che mi hanno rubato il cuore perché Chiara ha questa capacità di farti avvicinare ai suoi personaggi, a farti affezionare e a farti vivere le loro esperienze come se tu fossi lì vicino a loro.

In “Lezioni di seduzione” Liz e Jack si erano conosciuti, avevano imparato ad innamorarsi su un palcoscenico e nella vita, tra alti e bassi. Hanno due famiglie particolari, amici fidati e un grande amore. “Un fidanzato di troppo” riprende 4 anni dopo la fine del primo libro: Liz e Jack hanno vissuto una storia a distanza per anni e le cose non sono state affatto semplici. I rapporti a distanza sono sempre difficili e viverli ad un oceano di distanza rende tutto più complicato.

Liz è cresciuta in questi anni, ha rinunciato a molte cose per stare vicina alla famiglia dopo una tragedia e non sa bene che direzione dare alla propria vita. Dopo il college non è mai semplice capire da che parte andare e sapere che la persona che ami non è accanto a te per aiutarti a prendere queste decisioni complica tutto. Quando le cose con Jack si mettono male, si rende conto che è facile appoggiarsi alla prima persona che le da una mano, soprattutto quando l’unica che vorrebbe a fianco non è lì per aiutarla. Daniel rientra in scena prepotentemente, senza lasciare spazio a nessun altro, disposto a tutto pur di stare vicino a Liz e a conquistarla.

Lo ammetto candidamente: odio Daniel. Lo trovo stucchevole, al limite dello stalking e particolarmente odioso. Non so se tutti lo odino come me, ma dal momento in cui è apparso e ogni volta che veniva nominato io avevo in mente la scena di Harry Potter in cui Piton con fare disgustato afferma: “Potrei vomitare”. Il problema principale con Daniel è che tutti si rendono conto di com’è tranne Liz. La ragazza è così concentrata sui suoi problemi e sul suo dolore che non si rende conto che quello che è accanto non è un semplice amico ma una persona che vorrebbe qualcosa di più da lei e cerca di ottenerlo in maniera subdola, riempiendola di gelato e coccole.

L’altro punto di vista che ci viene dato all’interno del libro (sì ci sono due POV) è quello, ovviamente, di Jack. La sua vita lavorativa ha sicuramente preso il volo: è passato dal teatro alla tv e le cose non potrebbero andare meglio in quel senso. È quando gli viene offerto un ruolo in un film intitolato “Un fidanzato di troppo” che la sua vita privata e lavorativa tornano a intrecciarsi. Anche Jack è cresciuto in questi quattro anni, ha fatto delle scelte non sempre corrette, ma ha deciso di seguire il cuore per questa volta. Lo ritroviamo innamorato, pieno di rimorsi e disposto a tutto per tornare ad essere felice con la sua miciotta. La cosa che ho apprezzato di più è che nonostante Jack sia maturato e abbia imparato dai suoi errori, non ha perso la voglia di provocare, mettersi in gioco e fare tutto e di più per raggiungere i suoi scopi. Amo di Jack il fatto che non tenga solo a Liz, ma anche a sua sorella e sua madre, rendendosi conto di non aver ferito solo la propria ragazza con i suoi comportamenti, ma anche la sua famiglia e che risolvere con Liz significa anche mettere a posto i rapporti con le altre due.

Adoro che Chiara sia riuscita a rendere “Un fidanzato di troppo” una storia d’amore, d’amicizia, ma anche di crescita come individui e come coppia. C’è il triangolo tra Liz, Jack e Daniel, ma c’è anche l’amicizia con Jessica e Rick (personaggio spettacolare, voglio un libro solo su di lui), il rapporto di Liz con Kimberly che finalmente ha superato la gelosia e si è trasformato in qualcosa di unico, l’amore della famiglia e i sacrifici che si è disposti a fare proprio per la famiglia. L’unica cosa che avrei voluto fosse leggermente diversa è Liz. È sicuramente cresciuta tantissimo e gli eventi l’hanno quasi messa KO, ma l’avrei voluta più combattiva, più “tigre”, un po’ meno passiva rispetto agli eventi che la interessano. Rimane comunque un personaggio che adoro e che nei momenti giusti fa scintille.

Quella che ha scritto Chiara è una serie che merita di essere letta perché fa staccare la mente dai momenti tristi, fa rilassare, ridere, fa venire voglia di avere un Jack tutto per noi che si spoglia a caso e ci sussurra dolcezze e non solo. La consiglio a chiunque voglia un po’ di amore in formato libroso.

In vetrina: Un fidanzato di troppo di Chiara Venturelli

Buon lunedì!
Siamo rientrando nella quotidianità dopo Tempo di Libri e iniziamo la settimana con la segnalazione di un libro che uscirà a breve. “Un fidanzato di troppo” è il seguito di “Lezioni di seduzione” (recensione qui),
in cui avevamo imparato a conoscere Liz e Jack. In un fidanzato di troppo li ritroveremo cresciuti e alle prese con le difficoltà della vita adulta. Il libro l’ho già letto e non vedo l’ora di parlarvene, ma intanto se volete potete pre-ordinarlo su Amazon (link qui sotto) in attesa di leggerlo il 20 marzo.


cover un fidanzato di troppo
Titolo: Un fidanzato di troppo (Tra palco e realtà #2)
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self
Data di pubblicazione: 20 marzo 2018
Goodreads
Link di acquisto: Amazon

Sono trascorsi quattro anni dall’atto finale di Lezioni di seduzione e la distanza ha messo a dura prova Liz e Jack, alimentando incomprensioni e gelosia. Il tempo e gli eventi li hanno cambiati ma, ancora una volta, sarà uno spettacolo a costringerli a comunicare.
Jack è passato dal teatro alla tv e sul set della commedia romantica Un fidanzato di troppo scoprirà che, di nuovo, la sua vita privata rischia di seguire i binari di quella fittizia.
Liz ha appena ripreso le redini della sua vita, sostenuta dall’amicizia di Rick e Jessica, quando si ritrova tra due fuochi. Chi scegliere tra Daniel, da sempre fonte di supporto e stabilità, e Jack, che invece considera la vita come un grande palcoscenico? Tra equivoci, rancori, nuovi e vecchi amori, l’epilogo di una storia nata dall’alchimia e messa alla prova dalla distanza.
L’amore, si sa, non è mai logico né facile.

 

CHIARA VENTURELLI

Twitter | Facebook | Blog | Goodreads

Chiara Venturelli (fallsofarc), classe 1984, vive nella nebbiosa pianura bolognese. Divora libri, spaziando dal romance al giallo, dall’history al thriller… fino ai libri per bambini che legge a sua figlia ogni sera. Da piccola preferiva i film horror e X-Files ai cartoni animati, pur conoscendo a memoria i film di Doris Day e qualsiasi commedia romantica con il lieto fine. Dentro di sé rimane sempre una sognatrice pronta a scrivere di zucchero e arcobaleni, senza mai dimenticare le battute di spirito. Il suo primo romanzo è Lezioni di seduzione.

WWW…Wednesday #20

Buongiorno lettori!
A metà settimana non può mancare l’appuntamento con le nostre letture passate presenti e future.
Mentre la Mon litiga con un blocco del lettore in piena regola, io sono abbastanza soddisfatta per il solo fatto di vedere le mie letture scorrere tutte le settimane e non rimanere impantanate. Le vostre come procedono??

Letto

In lettura

Da leggere

Qualcosa si è messo nell’incubo del mio blocco di lettura. Dopo una settimana e passa di disperazione ho deciso di provare a uscirne come ne esco di solito, ovvero prendendo un libro amato e rileggendolo. Sto giro ho riletto “A Court of Mist and Fury” di Sarah J. Maas. Inizierò oggi “Un fidanzato di troppo” di Chiara Venturelli (uscirà il 20 marzo), seguito di “Lezioni di seduzione” di cui trovate la recensione qui. Leggerò poi “Nient’altro al mondo” di Laura Martinetti e Manuela Perugini.

Letto

In lettura

Da leggere

Il primo libro della Basso mi è piaciuto parecchio, spero di leggere a breve gli altri perché questo si è veramente fatto divorare. Avevo in programma di leggere Le assaggiatrici, ma ho dato precedenza a Come un’eclissi di Alessia d’Ambrosio, uscito ieri per Les Flaneurs Edizioni e ospite tra qualche giorno qui sul blog. Sono quasi in fondo e mi sta piacendo molto, ho notato un netto miglioramento negli aspetti che nel primo volume di questa serie non mi avevano convinta fino in fondo! Prossima lettura assolutamente quella della Postorino, che probabilmente finirò sul treno per Milano sabato mattina.

Fallsofarc Books Party: 5 (+1) motivi per leggere Lezioni di Seduzione di Chiara Venturelli

Buon pomeriggio 🙂
Come è iniziata la vostra settimana? Noi siamo state incasinatissime negli scorsi giorni, ma speriamo di riprenderci presto (a patto di non collassare morte a letto stasera e non alzarci più). Oggi la settimana inizia con un post un po’ diverso: insieme ad altri blog, infatti, partecipiamo ad un party dedicato ai due libri di Chiara Venturelli.
Avevamo già recensito sia “Lezioni di seduzione” (recensione qui), sia “Onde di Velluto”, quindi oggi vogliamo darvi i nostri 5 motivi (+1) per leggere “Lezioni di seduzione”.

In fondo al post troverete anche un Giveaway in cui avrete la possibilità di vincere una copia dei libri con dedica.
Buona lettura!

1 – Jack

È il primo e più importante motivo per leggere Lezioni di seduzione. È un “dispensatore” d’eccellenza, da amare sempre di più mano a mano che si procede con la lettura. È dolce, ironico, sexy e con i suoi “miciotta” saprà farvi sciogliere ogni volta insieme a Liz. È difficile fare un quadro completo di questo ragazzo, bisogna scoprirlo pagina dopo pagina.

2 – La famiglia di Liz

Il libro è pieno di personaggi che ho adorato o odiato in base al loro carattere e ruolo nella trama. La famiglia di Liz è un uragano di eccentricità e simpatia, anche se, come tutte le famiglie, non è priva di problemi. Liz ha un rapporto complicato sia con la madre che con la sorella, ma è bello vedere come viene affrontata la cosa all’interno del romanzo.

3 – La dolcezza

Esatto, avete letto bene. Le storie di Chiara, e quindi non solo Lezioni di Seduzione, sono tutte intrise di dolcezza. E non sto parlando della dolcezza zuccherosa e stucchevole. L’amore, sia romantico che fisico, viene affrontato con una delicatezza rara, che ci fa venire gli occhi a cuore e ci fa entrare in sintonia con i personaggi.

lezioni di seduzione instagram

4 – Il professore pazzo e lo spettacolo

Lo spettacolo a cui partecipano Liz e Jack è fondamentale nella storia e così anche il suo ideatore, il Professore pazzo che accompagnerà e spronerà i protagonsiti a dare sempre il meglio di sè. È un personaggio davvero divertente e le sue scene mi hanno fatto ridere più di una volta. Lezioni non sarebbe la storia che è senza di lui.

5 – I cactus

Non siamo impazzite, i cactus hanno effettivamente un ruolo fondamentale nella storia. Miguel, in particolare, è un cactus particolarmente interessante e…curioso.

+1 – Scoprire le differenze tra le due versioni

Questo punto lo abbiamo messo come bonus perché riguarda le lettrici che hanno letto la precedente versione su EFP. Non è facile quando una storia “a puntate” come quelle che abbiamo letto negli anni sulle piattaforme come EFP vengono pubblicate come libri, perché ci sono tagli, modifiche e adattamenti necessari. Io (Mon) ho amato la versione di EFP di Lezioni, ma allo stesso modo ho amato la versione pubblicata. Sono diverse, ma ugualmente emozionanti e mi sono divertita a scoprire cosa Chiara avesse cambiato o aggiunto perché ha reso la lettura del libro un’esperienza nuova piuttosto che una rilettura pari pari di una storia già conosciuta.

a Rafflecopter giveaway