Crea sito

giveaway

Book Blitz: Picture Imperfect by Jelsa Mepsey

Picture imperfect banner

Ciao a tutti! Dopo una settimana fitta fitta di post, siamo ripartite alla grande anche con questa. Per la seconda volta il teaser slitta a domani per cause di forza maggiore, ma come potevamo rinunciare a pubblicizzare un libro con una copertina così? Lo ammetto, è stato amore a prima vista e la trama è passata decisamente in secondo piano. Dopo averla letta, comunque, il libro mi attira ancora e questo potrebbe essere uno dei libri in inglese che mi ero proposta di leggere durante quest’anno. Come ogni volta c’è un Giveaway che offre al vincitore una copia ebook del libro e una gift card di 10$ per Amazon. Il termine del Giveaway è l’1 ottobre, che aspettate a partecipare?

Hi everyone! After last week, which was full of posts, I thought we would have some trouble publishing during this week, but than we received the info for this post and some other things came up, so the week is well covered. I completely fell in love with the cover of ‘Picture Imperfect’. Come on, the colors are beautiful, and it’s kind of mysterious and perfect for an evening on the couch with a blanket and a cup of tea. The book, after reading the synopsis, seems nice and it will definitely be one of the books in original language I will read this year. As always, there’s a Giveaway for you that ends on October 1st. What are you waiting for?

picture imperfect
Title: Picture Imperfect
Author: Jelsa Mepsey
Publication date: September 22nd 2015
Add to Goodreads

 

Sixteen-year-old Max Prescott knows all too well the joys of cheating girlfriends and traitorous friends. He’s not eager to have his heart trampled again, but money and a fresh start can mean the difference between happiness and a dark path with his name on it.

So when Melly Hewson, a perky and enigmatic classmate, asks him to be her model for a year-long photography project, Max agrees. Melly Hewson is everything Max isn’t. She’s outgoing, witty and always knows the right words to say. And despite his best efforts, Max finds himself drawn to her.

Still, he isn’t stupid. He knows a girl like Melly will only use him and then never speak to him again. Besides, he’s been to that rodeo. As long as he keeps his feelings off the market, he won’t make the same mistakes as last time.

Yet underneath Melly’s sweet smiles lies a secret she’d rather kept hidden. And as the year goes on and the photos pile up, Max and Melly will find themselves developing through the negatives, a story that when told could push them to opposite ends of their world. But the only thing worst than the truth is, the facade that surrounds them.

 

excerpt

She unzips her camera bag. “I should, um, probably take your picture.”

“Oh. Right.” I glance behind me. No noises. That’s good. “Wanna stick around?”

“Actually, I need to go home. We’ll do some shots there soon.” She scratches her head. “Do you have a music player of some sort?”

“Yeah.” I pull my iPod out of my pocket. “Why?”

She grins, revealing her braces again. Is she ever going to get those off? “Pretend to listen to it.”

She said to pretend, but I don’t. Instead, I turn it on, shuffle the music, and listen to the song that comes on.

I can’t face the truth
Since I’ve met you, I feel different
Is this what it is?
What it is to love?

I never put this song on my iPod. Where did it come from? Doesn’t matter. As I continue listening to it, Melly says something and waves before leaving. I just continue listening to the lyrics.

Stop haunting me, taking over my head
It’s best if we left these things unsaid
‘Cause I never wanted to fall for you
But now I think I have

ga
a Rafflecopter giveaway

ABOUT THE AUTHOR
Twitter | Facebook | Site | Goodreads

Jelsa Mepsey writes young adult contemporary romance fiction, drawing inspiration from daily life. With her work, she is dedicated to spurring people to think about what they have taken for granted and to shed light on the issues people avoid talking about. As an Asian-American in her 20s, she is excited to explore more of the human experience as she herself journeys through life. Writing, rock climbing 5.12 routes, and playing various instruments have resulted in the formation of many calluses on her hands over the years. When not engaging in her previously mentioned hobbies, Jelsa can be found at her local library with a stack of at least ten books, naming her various pens, or staring at her dog Waffles for inspiration.

kia firma

Book Blitz: White Raven by J.L. Weil

White Raven Banner

Primo Book Blitz e siamo particolarmente eccitate. Negli ultimi mesi abbiamo iniziato a sperimentare con i post del blog, introducendo rubriche e tentando un Cover Reveal la settimana scorsa. Quando abbiamo visto la copertina di questo libro, Kia ha iniziato a saltellare sulla sedia da quanto le piaceva e abbiamo cliccato subito il bottone per iscriverci al BookBlitz.
In fondo al post troverete anche un giveaway per vincere una copia digitale di White Raven, che terminerà il 15 Maggio.

This is our first Book Blitz and we’re so excited. In the last few months we tried out new things, like Cover Reveals or Book Tags and it’s always fun to try something different. When we saw the cover of this book we couldn’t stop ourselves from hitting the “Sign up for this Blitz” button and here we are.
We are hosting a giveaway for one e-book copy of White Raven, open internationally. The giveaway starts today and ends on May 15th.

white raven
Title: White Raven (Raven Series #1)
Author: J. L. Weil
Publication date: March 27th, 2015
Add to Goodreads

DREADFUL LIES.
UNEXPECTED LOVE.
IMPOSSIBLE TRUTH.
It only took one heartbeat to change my life—one chilling phone call in the middle of the night.
And then, as if my life didn’t already suck, my dad sends my brother and me to some idyllic island for the summer to live with a grandma we never met. WTH. Naturally, I rebel. In the end, I find myself shipped off to Raven Hallow…and bored to tears.
Until I get an eyeful of the mind-bendingly gorgeous Zane Hunter. The dark-hair cutie makes my pulse go bonkers, and I think, maybe this might not be so bad after all. Six feet of swoon inducing looks, with a hint of Celtic charm in his voice, he was the type of guy that left a string of broken hearts in his wake. And I had all the heartbreak I could handle.
Yet, there is something uncanny, almost supernatural about Zane, and it’s not just his devastating smirk. No matter how much distance I put between us, Raven Hallow isn’t big enough, and the sparking tension between is undeniable. Of course, the one person I want to avoid becomes my salvation.
My past comes back to terrorize me. Someone wants me dead, and the closer I get to the truth, the more I realize my whole life is a lie. I am no longer sure what is more frightening—the attempts on my life or the guy whose heart and soul are synchronized with mine.

 

excerpt

TJ and Rose kept the conversation rolling as I gave the appropriate one-word responses or a head nod. I didn’t have much of an appetite, mostly picking at my chicken Caesar salad and gazing out at the ocean, until…
His hair was black as a wintry night, eyes icy blue as a gypsy’s heart. He had a lazy saunter about him and a glint of humor twinkling in those heart-melting eyes. There was nothing loose about his body, muscles bunching as he tethered a boat to the dock. I twiddled the straw, staring brazenly.
Good God. I wanted to have his babies. Not now, but most definitely someday.
And just like that, my summer got a billion times hotter…and interesting—way more interesting. I bit my lip, mulling over how I was going to accidently fall into his pants. Um—I mean path or even his lap would do, anything to get that one’s attention.
Drool hit the table in a mad case of fangirl, and I didn’t even know his name.
As if he sensed he was being slobbered over, his eyes scraped over me, and I held my breath. Holy hot tamales. An electric bolt of…lust maybe, I really didn’t know what it was, but it coiled through my body, making me shudder. A flicker of an unidentified emotion crossed his face, right before a secret smile appeared on his lips. Oh man, don’t get me started on his lips.
Elbows propped on the table, I rested my head on the edge of my palms, continually gazing and getting lost in the depths of his eyes. He hypnotized me. I followed his movements, my eyes glued to him. Then one of my elbows slipped off the table in classic Piper form, and down I went. I caught myself just before my chin whacked a corner of the patio table.
Only me.
Mortified, I closed my eyes.
TJ laughed. “Smooth, Pipe. I think you made a lasting impression.”

ga
a Rafflecopter giveaway

ABOUT THE AUTHOR
Twitter | Facebook | Blog | Goodreads

Award-winning and Bestselling author J.L. Weil writes Teen & New Adult Paranormal Romances about spunky, smart mouth girls who always wind up in dire situations. For every sassy girl, there is an equally mouthwatering, overprotective guy. Of course there is lots of kissing. And stuff.
Most of her books are for ages 16+. They usually have what she considers the good stuff – sexual content (oh yeah) and swearing. You have been warned 😉
An admitted addict to Love Pink clothes, raspberry mochas from Starbucks, (yum!) and Jensen Ackles (double yum!). She loves gushing about books and Supernatural with her readers.

Thanks to XPresso Book Tours for giving us the opportunity to promote this book.

Intervista a Chiara Parenti + Giweaway

Buongiorno a tutti!
Eccoci qui a festeggiare definitivamente i nostri primi sei mesi sul web! Dopo un mese di recensioni – countdown, oggi arriviamo alla sorpresa finale che abbiamo pensato per voi: un’intervista a Chiara Parenti che si è dimostrata disponibilissima fin dalla nostra prima timidissima mail. A questo proposito vorremmo ringraziarla di cuore per la gentilezza e il tempo che ci ha dedicato.

Prima di passare all’intervista, vi lascio un paio di informazioni tecniche. Il Giveaway è ancora attivo e lo resterà per un’altra settimana, fino alla mezzanotte tra il 29 e il 30 aprile. Il 30 pubblicheremo un post in cui annunceremo il vincitore. Vi ricordo anche che le entries relative alle condivisioni sono accumulabili ogni 24h, quindi – se ne avete voglia – potete sbizzarrirvi.

Ma adesso la smetto di tediarvi e passo all’intervista. Buona lettura!

divisore dx

Ciao Chiara! Prima di tutto benvenuta nel nostro blog e grazie mille per la disponibilità nel rispondere alle nostre folli domande. Prima di scoprire le sue risposte, vediamo come si descrive lei.

Sono arrivata sul vostro pianeta 34 anni fa e ci sto molto volentieri. Sono giornalista e addetta stampa, ma lavoro anche con i libri che mi piacciono tantissimo. Abito a Carraia-County, una spolverata di casine tra i campi e l’A11, in provincia di Lucca. Sono brava a fare la raccolta differenziata e odio i cetrioli e le pulizie di primavera. La settimana in cui ho lavorato come rappresentante di aspirapolvere è stata la più terrificante della mia vita.

Dotata di almeno 45 personalità diverse che albergano allegramente nella mia testa, adoro scrivere storie, per poter dar voce a ognuna di esse. Sono pigra e fermamente convinta che se una cosa è troppo lontana per essere presa senza alzarmi dal divano, allora è una cosa che non mi serve. Il mio motto è: non fare oggi quello che puoi tranquillamente fare domani.

Ho un Topino Adorato, una Lady Gaga come gatto, e scrivo cose buffe su un blogghino che si chiama Il Giardino d’estate, che aggiorno con una cadenza giornaliera. Cioè settimanale. No, forse quindicinale. Insomma, ogni volta che me lo dicono le vocine nella mia testa.

Dove trovarla: Facebook | Twitter | Goodreads | Blog

Cominciamo! Scrivi a mano o a computer?

Al computer, ma prendo appunti qua e là dove capita: quaderni, fogli, tovaglioli o sulle mani…

Considerando la tendenza dell’editoria italiana ad essere, in un certo senso, restia ai libri in formato digitale, come mai, per i tuoi, è stata presa la scelta di pubblicare solo in digitale?

I miei romanzi fanno parte di “Youfeel” (Rizzoli), la collana di ebook romance pensata appositamente per il pubblico femminile. Sono romanzi volutamente brevi e solo digitali per smartphone, tablet ed ereader.

Preferisci leggere libri cartacei o in formato ebook?

Sarò sincera: sia come autrice che come lettrice, preferisco il cartaceo, anche se spesso finisce che leggo in ebook per una questione di praticità. Come autrice, inutile negare che preferirei il cartaceo e che ogni notte nei miei sogni – ma anche di giorno, a dir la verità ̶ immagini di approdare un giorno in libreria.

Nei tuoi libri, qual è il tuo personaggio preferito e quale quello più simile a te?

Il mio preferito è Marco, il protagonista maschile di “Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un mojito)”. È dolce, romantico e nelle sue vene scorre il mare. Come si può resistere a Re Tonno Dei Sette Mari?
Quello più simile a me, invece, è Katie Baker, la protagonista di “Con un poco di zucchero”. Vive sulla sua nuvoletta, pratica yoga e ama in egual misura gli animali e contare gli scalini. Praticamente il mio alter ego!

Puoi dirci qualcosa dei tuoi progetti futuri?

Al momento sto lavorando su una nuova storia che però è qualcosa di molto, molto diverso rispetto alle altre. Non dico niente per ora, un po’ per scaramanzia e un po’ perché non ne ho idea di cosa verrà fuori. Però spero tanto che vi piacerà!

Abbiamo poi pensato ad una domanda per ogni libro. Cominciamo con “Tutta colpa del mare”: hai preso spunto da avvenimenti reali o hai inventato tutto?

Ho preso più che altro spunto dal film “Una notte da leoni”. Certo, poi se dici mare, io dico Versilia. Abitando a Lucca e quindi a soli pochi chilometri di distanza, è lì che ho passato la maggior parte delle estati da quando ero piccolissima. Perciò ambientarci la storia di Marco e Maia è stato naturale per me, e i ricordi che ho di questo “mare”, sono quelli di una vita. Anche i personaggi hanno il loro “alter ego” nella realtà. Io non ho fatto altro che unire tutto questo in un cocktail “esplosivo”.

“L’importanza di chiamarsi Cristian Grei” è nato già collegato al fenomeno “50Shades” o hai unito le due idee dopo?

Dunque l’idea ha preso vita pian piano. A dire il vero non ricordo un momento in particolare, ma di sicuro pensavo a una specie di “Anti-Christian Grey” ogni mattina l’estate scorsa quando andavo in treno da Lucca (dove vivo) a Firenze (dove lavoro). Prato è una delle fermate e un bel giorno qualcosa dev’essere scattato…

A proposito, hai visto il film “Cinquanta sfumature di grigio”?

Sì, ero troppo curiosa. Avevo letto il libro perché dopo che mi era venuta l’idea per il romanzo, dovevo saperne di più per trovare particolari interessanti da ribaltare con il mio Mr Grei. Be’, ho preferito di gran lunga il film!

“Con un poco di zucchero”, invece, richiama molto il personaggio di Mary Poppins e abbiamo notato che viene nominata anche in altri tuoi lavori. Come è nata questa passione?

Non saprei, forse perché sono cresciuta a pizza e cartoni e film Disney, quindi i personaggi che hanno segnato la mia infanzia ormai sono impressi nel mio DNA. E alla mitica Mary Poppins spetta un posto speciale nel mio cuore. “Basta un poco di zucchero e la pillola va giù!”: questo è anche il mio motto!

Per rimanere in tema con il nostro blog, guardi serie tv?

Of course! Le mie preferite sono “Glee” e “Grey’s Anatomy”. Sto cercando di appassionarmi a “Outlander” visto che tutti ne parlano, ma non ci riesco. È tanto grave?

Ehm, è decisamente grave! Ma possiamo chiudere un occhio.
Qual è il libro che dovrebbero leggere tutti e quale il film che tutti dovrebbero vedere?

Secondo me, il libro che tutti dovrebbero leggere è “Il cavaliere d’inverno” di Paullina Simons. Il mio film del cuore, invece, è e resterà sempre “Titanic”!

Per concludere, una domanda random: Cioccolata bianca, al latte o fondente?

Al latte tutta la vita!

Ecco qui! A costo di diventare monotona, ringrazio ancora Chiara per averci dedicato del tempo e spero che abbiate apprezzato questa nostra sorpresa e le domande.

giveaway

a Rafflecopter giveaway

kiafirma

monfirma

Recensione: Con un poco di zucchero di Chiara Parenti

Ed eccoci qui, all’ultima delle tre recensioni che abbiamo pensato per i festeggiamenti. Manca solo una settimana alla sorpresa, non siete curiosi?
Vi ricordo inoltre che avete ancora due settimane per partecipare al giveaway e che le entries relative alle condivisioni le potete raccogliere anche più di una volta.

Detto questo, buttiamoci nella recensione. Il libro di oggi è ‘Con un poco di zucchero’ di Chiara Parenti.

con un poco di zucchero
Titolo: Con un poco di zucchero
Autore: Chiara Parenti
Editore: Rizzoli (YouFeel)
Disponibile in italiano:
Goodreads

A trent’anni suonati Matteo Gallo, aspirante scrittore senza soldi e senza speranze, è costretto a vivere con la sorella Beatrice e “loro”, Rachele e Gabriele, i due scatenatissimi nipotini. Nessuna delle tate finora ingaggiate è riuscita a domarli. Ma ecco che, come per magia, un pomeriggio di fine settembre, un forte vento che spazza le nubi dal cielo porta tata Katie.
Beatrice e i suoi bambini restano subito incantati da questa ragazza inglese un po’ stravagante e scombinata, che fa yoga, mangia verdure, va pazza per i dolci… e che con le sue storie fantastiche e i suoi giochi incredibili è in grado di cancellare l’amaro della vita. Matteo invece cercherà (o crederà) di sottrarsi al suo influsso: ma sarà tutto inutile, perché Katie compirà su di lui la magia più grande. Quella dell’amore.
Dall’autrice del romanzo rivelazione dell’estate 2014 “Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un mojito)” una nuova, divertente e supercalifragilistichespiralidosa storia d’amore, che fa rivivere il mito di Mary Poppins.

Altro libriccino da leggere per tirarci su il morale in quella mezza giornata di sconforto che sono sicura capiti a tutte. Perché è certo che almeno un sorriso ve lo strapperà: vi dirò la verità, io ho riso parecchio.

Quando leggiamo il titolo, la prima cosa che ci viene in mente è Mary Poppins e, in realtà, tutta la storia ruota intorno a questa figura. Katie Baker arriva con il vento, con un ombrello che continua a volarle via dalle mani e con una borsa a forma di papera.
Devo ammettere che Katie non è, per me, una persona facile da capire e a cui relazionarsi. Sono una persona piuttosto scontrosa e pessimista e personaggi come lei, allegri, solari e sempre felici, mi fanno venire il nervoso, perché io non riesco ad essere così. Io sono un po’ come Matteo, l’altro protagonista, all’inizio del libro. Matteo vive con la sorella Beatrice e i nipotini, da lui soprannominati “Gli hobbit”. Non sa esattamente cosa fare della sua vita dopo essere stato sfrattato dal suo appartamento e avendo un blocco dello scrittore che sembra non avere fine. È pessimista, cinico e sarcastico, un amore insomma. Il suo sogno è riuscire a terminare il romanzo che sta scrivendo per poi raggiungere il suo amico Simone a Londra che, a giudicare dalle chiamate tra i due, se la sta spassando alla grande. Tutta la sua energia viene spesa per tentare, ovviamente inutilmente, di raggiungere questo obiettivo.

Alzo le mani, disarmato. «Oh, certo!» sbuffo risentito. «Se per eccentrica intendi passivo-aggressiva come il Krakatoa in eruzione, allora sì, è solo un po’ eccentrica!»

Come si diceva, Tata Katie è l’esatto opposto di Matteo.
Vive su una nuvoletta, in una bolla di serenità e gioia insieme ai suoi cincillà. Ha un grande amore per la vita ed è convinta che praticamente nulla possa andare storto se ci si mette buona volontà e tanta gioia nel farlo. Con il suo sorriso e la sua positività, conquista da subito Rachele e Gabriele, i due terremoti. Anche Bea viene attratta da subito da questo ‘raggio di sole’ che arriva nella sua vita portando la serenità che aveva perso da quando il marito se ne era andato.
Insomma, Katie riesce a farsi amare da tutti e tenta in tutti i modi di infondere la sua positività anche allo scontrosissimo Matteo.

Gli hobbit sono meravigliosi. Dolcissimi e pieni di fantasia, assecondano Katie in ogni sua idea e partecipano ad ogni avventura o gioco con entusiasmo e gioia. Beatrice, anche se sviluppata poco e meno presente di tutti gli altri, impara tante cose dalla tata e riesce a trovare la strada per essere felice. Ci sono molti personaggi secondari, come Irina, la tata che ha preceduto Katie, andata a lavorare per il vicino di casa, oppure Tobia Adorato, nominato così tante volte e causa di parecchi equivoci. Sono personaggi poco sviluppati, un po’ come era successo negli altri due libri che abbiamo recensito, ma ognuno di loro ha caratteristiche e personalità ben distinguibili che li rendono interessanti.

La prendo, la sollevo da terra stringendola forte e lei mi abbraccia stretta. Quando ci baciamo, è davvero una magia.
E poi si alza il vento.

Tata Katie, insomma, fa parecchie magie e sconvolge la vita di chiunque la incontri. Matteo impara che c’è qualcosa di più importante dell’avere successo e tante modelle intorno, che a volte, per ottenere la felicità, bisogna lottare per la persona che si ama (e indossare tutine colorate aderenti) e che forse basta veramente solo un po’ di zucchero per rendere tutto più semplice.

rating 3.5

giveaway

a Rafflecopter giveaway

monfirma