Crea sito

greys anatomy

Weekly Recap #29-30

Buongiorno a tutti!
Tornata dall’Irlanda sono riuscita ad ammalarmi ma, al contrario del solito, questo giro da malata non avevo voglia di vedere una puntata a morire. Per fortuna mi sono costretta e sono riuscita a recuperare almeno le puntate per il recap.
Vi lascio quindi alla lettura 😉

doctor who

Doctor Who 9×07-9×08
Puntate davvero carine e abbastanza complesse, soprattutto se consideriamo che hanno fatto riferimento a vari avvenimenti nelle scorse stagioni. I riferimenti all’episodio del cinquantesimo anniversario mi hanno quasi fatta piangere: rivedere Matt e David fa sempre questo effetto.
La pace tra umani e Zygon stabilita durante quell’episodio è stata compromessa e ora rischia di andare tutto in frantumi. Un gruppo di Zygon vuole uccidere tutti gli umani e prendere possesso della Terra stufo di essere costretto a vivere sotto forma umana per nascondersi. Gli Zygon stanno prendendo possesso del corpo di chiunque possa essergli utile,per esempio Clara. Vediamo quindi una Clara cattiva particolarmente affascinante, che mi ha quasi fatto rimpiangere che la ragazza se ne vada a fine stagione. Kate mi sta altamente antipatica da sempre, ma in questa puntata ha dimostrato di non aver praticamente capito nulla di quello che il Dottore cerca di insegnarle da sempre. Non è con le armi e la distruzione che si risolvono i problemi, ma parlandone e cercando una soluzione comune. Il discorso del Dottore mentre cercava di far ragionare le due controparti è stato commovente e a tratti straziante perché si vedeva e si sentiva il suo dolore per la situazione. Il trucco delle due scatole vuote è geniale e ci sono rimasta sinceramente malissimo.
Non ho molto da dire, mi dispiace, se non che questa stagione mi sta piacendo davvero moltissimo e che migliora sempre di più. Sono davvero curiosa di vedere cosa si inventeranno per il finale di stagione e soprattutto come diranno addio ad un personaggio chiave come Clara.

 

greys' anatomy

Grey’s Anatomy 12×06-12×07
Meredith, Meredith, cosa mi stai combinando?! La donna non è stata esattamente una brava persona in questo episodio. Si è comportata come ci saremmo comportati tutti penso, ma quello che non mi è piaciuto è stato il suo cercare di giustificarsi. Dà ogni colpa a Penny, come se fosse a causa sua che le cose succedono e non si rende conto che la ragazza ha sono bisogno di un’opportunità per imparare e Meredith glielo sta impedendo dandole solamente dell’incapace ogni 5 secondi. Chiariamo subito che a me il personaggio di Penny non piace neanche per sbaglio ma, come ha detto Meredith ad Alex nella cappella, a Derek probabilmente sarebbe piaciuta e forse, solo forse, una piccola possibilità se la merita.
Caso difficile ma dolce quello del bimbo portato in ospedale da April. La Kepner, pur di dare una piccola possibilità al bambino, mente a Jackson, che si ritrova davanti un caso immensamento più complicato di quello che aveva previsto all’inizio. Il caso mi è sembrato un po’ una metafora del loro rapporto e nonostante all’inizio Jackson fosse deciso a mollare in partenza, spinto dalle parole del dottore giunto lì con Kamal (dottore che non mi piace per niente e sembra troppo in comunella con April) decide di provarci e, insieme a Callie, compie il miracolo. L’abbraccio fra April e Jackson mi ha fatta sciogliere, sembravano loro due mesi e mesi fa. C’è ancora speranza per la coppia!
Nella seconda puntata torna un po’ di serenità per tutti tranne che per Owen. Meredith si sta cercando di comportare bene, soprattutto nei confronti di Penny, ma Callie non sembra approvare e glielo fa decisamente notare. Per fortuna, Penny sa lottare per sè stessa e fa una scenata alla sua ragazza e un discorsone assurdo a Meredith, ottenendo finalmente un minimo di rispetto da parte della Grey che decide finalmente di insegnarle ad essere un buon medico.
Jo non mi sta piacendo e si sa, ha cercato di fare l’amica aiutando Penny ma alla fine ha fatto solo la vittima, mentre Edwards e Penny sembrano essere in buoni rapporti.
Jackson e April sono usciti a cena e lui voleva parlarle del divorzio ma alla fine finiscono a letto e io non so se essere o meno felice della cosa.
Il nuovo arrivato non mi piace, ma sono curiosa di vedere come si svilupperà la cosa con Maggie perché alla fine li ho visti abbastanza affiatati. Non vedo l’ora di scoprire qual è il rapporto tra lui e Owen e perché Hunt lo odia così tanto.

 

how to get away with murder

How To Get Away With Murder 2×07-2×08
Non so bene da dove partire quindi parto da quello che mi è interessato di meno, ovvero il caso della settimana. La Keating si ritrova a dover difendere un uomo accusato di aver istigato al suicidio l’ultima fiamma della ex-moglie e i ragazzi stanno avendo qualche problema a trovare un modo per scagionarlo. Per fortuna Laurel è sempre un passo avanti a tutti e riesce a risolvere tutto flirtando un po’ di qua e un po’ di là.
Nel frattempo Bonnie affronta Asher riguardo a Trotter Lake e allo stupro della ragazza durante una delle sue feste, ma l’idiota non èin grado di mettere insieme una giustificazione convincente e l’unica cosa che gli viene in mente di dire è: “Ero ubriaco”, come se la cosa rendesse la situazione accettabile. All’ennesimo rifiuto di Bonnie di capire il suo punto di vista, Asher si lascia scappare il fatto di aver incontrato Annalise e di aver visto il video di Bonnie (abbiamo avuto la conferma che era effettivamente lei la bambina) e la bionda non la prende troppo bene. Il suo confronto con Annalise mi ha lasciata sconvolta e con i brividi per la performance delle due attrici. Che sia stata Bonnie a sparare alla Keating?
Eve è tornata in città per difendere Nate e vince il processo, nonostante abbia dovuto escogitare un paio di mosse non esattamente legali. Lei e Annalise sembrano più unite che mai e la Keating sembra fidarsi della donna. Non sono ancora del tutto convinta su questo personaggio, qualcosa non mi va giù, ma lo scopriremo presto immagino. Ormai mancano solo due episodi e la tensione sale alle stelle.
Arriviamo quindi al finale di questo benedetto episodio in cui si avvera ciò che avevo temuto dallo scorso. Oliver, perché?! Perché non te ne sei rimasto buono buono sul divano con Connor mezzo nudo a renderci felici con la vostra coccolosità? No, figuriamoci, lui vuole fare l’eroe e ora aspetto solo di vedere se quella sadica della Rhimes ti risparmierà o se dobbiamo prepararci a non vederti più. Connor era mezzo disperato in questa puntata, ma il suo ragazzo non ha voluto sentir ragioni, fomentato da Frank e Michaela che non vedono l’ora di catturare il cattivo.
E grande respiro signori, perché Ollie per ora sta bene. Philip non sembra essere un maniaco psicopatico ma, a giudicare dal finale del secondo episodio, non è nemmeno del tutto innocente. Ollie lo porta a casa Keating dove vengono fuori alcune questioni, ma il ragazzo è deciso a sporgere denuncia per quello che hanno fatto (hackerare il suo computer) quindi Nate, che si trovava a casa di Annalise si offre di pedinarlo. Nel frattempo sorgono problemi con il caso Hapstall perché la Sinclaire inizia ad avere dei dubbi sul processo e offre un patteggiamento ai due fratelli. Nascono infiniti casini dati dal loro volersi proteggere a vicenda, ma alla fine Annalise con l’aiuto dei ragazzi e di Frank riesce a contenere i danni.
Un applauso ad Asher che in questa puntata è stato più sveglio del solito e ha fatto qualcosa di buono.
Nota di merito per Laurel, sempre magnifica e capace di risolvere i vari problemi, a Frank perché cucina in canottiera e grembiule in una casa magnifica e ai Coliver che ci danno dentro sulla cattedra dell’aula universitaria della Keating.
Riguardo alla fatidica notte, non so più cosa aspettarmi e sono rimasta assolutamente scioccata alla fine dell’episodio quando ho viso Philip e Catherine insieme. Si conoscono ed erano d’accordo per uccidere i genitori di lei?

 

blindspot

Blindspot 1×07-1×08
Finalmente la squadra inizia ad indagare sul caso che Patterson aveva trovato qualche puntata fa e che Mayfair non aveva voluto condividere. Patterson ne parla con Weller e l’agente, insistendo un po’ riesce a farsi dire un paio di cose. La squadra parte quindi alla ricerca dell’uomo indicato nel file e finiscono in un guaio dietro l’altro. Nel frattempo, il ragazzo di Patterson, che nessuno conosce e che nessuna sa essere a conoscenza di Jane, trova un altro indizio in un tatuaggio e parte alla ricerca del suo significato. Patterson, alla fine, si fa convincere a raggiungerlo e insieme capiscono cosa si cela dietro all’enigma. Vengono però scoperti da Mayfair, che si arrabbia parecchio, giustamente. Come conseguenza a tutto ciò, Patterson riflette sulle sue priorità e su quanto si sia lasciata trasportare da ciò che prova per il ragazzo e i due si lasciano. Spero tornino insieme perché sono tanto tanto carini anche se alcuni commenti trovati in Internet mi hanno effettivamente fatto riflettere sul fatto che forse il ragazzo non è esattamente uno stinco di santo, magari è una spia nemica. Vedremo come si svilupperà la cosa. Alla fine della puntata Weller parla di nuovo con Mayfair sapendo che la donna gli aveva precedentemente mentito e lei, finalmente, inizia a spiegarlgi Daylight.
Scopriamo quindi che dietro l’operazione c’è la Casa Bianca e che si tratta di un’operazione altamente illegale per rilevare informazioni sui cittadini americani. Mayfair non sembrava convinta quando l’hanno reclutata e ora sembra proprio pentita di avervi preso parte e pare stia cercando di fermare il tutto. Weller però ha perso qualsiasi fiducia nella donna e non so se il loro rapporto riuscirà a tornare quello di una volta. Il caso della settimana riguarda poliziotti corrotti ed è un argomento che prima o poi spunta sempre in serie tv del genere e ogni volta mi fa venire l’ansia perché immaginare la polizia in quella maniera, gente che dovrebbe proteggerci, mi fa venire su di tutto.
Carinissime Jane, Zapata e Patterson al bar che tentano di trovare il drink preferito di Jane. Mi piace il loro rapporto e sono preoccupata di quello che succederà quando si scoprirà che Zapata ha dato informazioni su Jane all CIA. Spero non la prendano troppo male perché mi piace parecchio come personaggio.

 

quantico

Quantico 1×06-1×07
Succedono parecchie cose in questi due episodi, anche se il primo di due non mi ha particolarmente convinta. Alex e i suoi compagni sono alla disperata ricerca del vero colpevole in modo da poter scagionare la ragazza, ma la situazione sembra davvero complicata. Alla fine della quinta puntata i sospetti erano caduti su Caleb, ma viene mostrato quasi subito che il biondo non è a New York come terrorista, ma come uomo innamorato in cerca di risposte. Scopriamo che lui e Shelby si erano messi insieme ai tempi di Quantico e che la ragazza ha ricevuto un “Ti amo” da Caleb, ma le cose non devono essere andate per il meglio perché nel futuro vediamo Shelby legata sentimentalmente al padre del biondo. Cosa sia successo non si sa, ma la bionda non sembra essere troppo convinta della relazione. Che sia stata costretta? Non mi è rimasto nulla di particolare impresso dal primo episodio se non che in una singola puntata sono riusciti a mettermi insieme le tre coppie che shippavo e a distruggerle entro 40 minuti. Penso sia un record per ogni serie tv. Alla fine della puntata i sospetti cadono sulle gemelle e Alex si mette alla ricerca di Nimah e Raina insieme a Simon, che non pare troppo convinto di volerle trovare. Scoprono quindi che hanno infiltrato una cella islamica residente in America, per cercare di capire se hanno legami con il terrorismo, ma capiscono subito che qualcosa non va. Nimah ha perso gli ultimi due scambi e Raina è piuttosto convinta che la gemella sia morta. Con l’aiuto di Simon, Alex e Shelby, rientra nella casa per salvare Nimah dopo che i ragazzi le confermano che è viva. Sorgono dei problemi quando Natalie rivela a Liam che Booth e Shelby stanno aiutando Alex e l’FBI inizia a seguirli fino a trovarli in una casa vicino alla cella islamica in cui si trovano le gemelle. Ryan viene ferito e Alex non se la sente di lasciarlo lì, quindi mette la sua vita nelle mani di Natalie che dopo aver riflettuto decide di lasciarli andare entrambi. Alla fine, ogni compagno di Alex ha realizzato che non poteva essere lei la terrorista e ha finito per aiutarla. Forse, dopo così tanto tempo passato insieme, diventa difficile farsi coinvolgere da ciò che pensa la massa e si cercano risposte confrontando i fatti con ciò che si conosce della persona coinvolta.
Nel passato, a Quantico, vediamo i ragazzi sottoposti all’esame di metà corso, in cui dimostrano di essere pronti a sacrificarsi per la nazione e grazie al quale capiscono di aver raggiunto un livello di fiducia reciproca molto alto. Le gemelle vengono rivelate per onorare questa fiducia e sono curiosa di vedere come si svilupperà la cosa.

 
mon firma

Weekly Recap #27

Buongiorno a tuttti!
Spero che questo weekend sia iniziato al meglio. Le puntate di questa settimana mi sono piaciute tutte, nessuna esclusa e spero di essere riuscita a commentarle in maniera adeguata.
Risulta sempre complicato guardare le puntate durante la settimana, tra studio e altri impegni, ma sto cercando di fare il massimo per non ritardare.
Vi lascio alla lettura ora, alla prossima settimana!

doctor who

Doctor Who 9×05
Bella bella bella. La storia non è particolarmente diversa da tutte le altre. C’è un mondo/un villaggio in pericolo, il Dottore arriva e lo salva. Cosa c’è di diverso quindi? Questo è uno dei pochi episodi in cui vediamo il Dottore, sempre così sicuro di sè e pronto a tutto pur di fare del bene, avere paura ed essere quasi rassegnato all’idea di perdere. Saranno Clara ed una ragazza presente nel villaggio vichingo ad aiutarlo ad uscire da questo suo stato di demoralizzazione. Dopo che gli alieni hanno rapito e ucciso i migliori guerrieri del villaggio, Ashildr, la ragazza di cui parlavo sopra, li sfida e promette di vendicare gli amici morti. Peccato che la razza aliena contro cui si sta mettendo sia una delle più potenti e mortali nell’universo. Il Dottore non ha idea di come aiutarli, non sa come trasformare un gruppo di uomini che non hanno mai tenuto in mano una spada in soldati. La disperazione della situazione ci viene mostrata anche attraverso i pensieri e il pianto di una neonata, le cui parole ci vengono tradotte dal Dottore che parla la lingua dei neonati. Le parole mi hanno quasi fatta piangere, perché davvero commoventi. Alla fine, proprio grazie alla piccola, al Dottore viene un’idea e riescono ad ottenere una vittoria, ma ad un prezzo. Ashildr muore e il Dottore sente che avrebbe potuto fare di più.
In quel momento capisce una cosa, grazie anche a dei ricordi che ci vengono mostrati con l’apparizione di Ten e Donna. Il Dottore capisce perché ha questa faccia in questa rigenerazione, capisce perché il problema della sua faccia lo turbava così tanto (ricordate il primo episodio dell’ottava stagione?). Il Dottore ha delle regole, regole che gli impediscono di modificare in maniera grossa gli eventi. Gli è permesso cambiare piccole cose, ma non eventi importanti perché chissà quali sarebbero le conseguenze, ma in questo episodio si ricorda anche che “I’m the Doctor and I save people!”. Per una volta decide di ignorare le regole ed essere egoista, scegli di ignorare le coincidenze e salva Ashildr. La ragazza rivive grazie ad un congegno alieno che continuerà a “ripararla” per sempre, non potrà quindi mai morire. Il Dottore sa cosa significa e le fa un regalo. Un altro congegno, per quella persona che Ashildr deciderà di volere al suo fianco per l’eternità.
Vi lascio con una piccola perla del Dottore: “Immortality is not living forever, that’s not what it feels like. Immortality is everybody else dying”.

 

grey's anatomy

Grey’s Anatomy 12×05
Puntata ricca di emozioni, ma decisamente all’altezza delle precedenti. In questo episodio l’ospedale non lo vediamo se non per qualche secondo e tutta l’azione si svolge in casa di Meredith. Temevo che l’episodio riportasse a galla l’incazzatura per la morte di Derek e invece mi ha messo solo una gran tristezza. Tristezza perché tutti abbiamo commesso degli errori nella vita, eppure viene mostrato chiaramente come ci risulta difficile accettare e perdonare gli errori degli altri quando coinvolgono qualcuno che amiamo.
Meredith ha gestito la situazione a modo suo, ignorando e cercare di tirare avanti senza pensarci troppo, ma Penny è determinata a impedirglielo. Vuole chiederle scusa per essere lì, vuole scusarsi per la morte del marito, vorrebbe riuscire a spiegarsi, ma Meredith non vuole ascoltarla e, alla fine, sfinita da tutti che cercano di parlarle, si rinchiude in camera con Alex e una bottiglia di Tequila.
All’inizio non pensavo avrebbe detto chi era a tutti gli altri, ma quando è venuto fuori che la donna sarebbe venuta a lavorare al Grey-Sloan Memorial Hospital e ha temporeggiato nel dire dove lavorava prima, Meredith è scattata e ha sganciato la bomba. Il silenzio calato sulla tavola è stato una cosa terribile, pesante al punto che mi sembrava di essere lì con loro. Sono tutti sconvolti, ma la prima a reagire è Amelia, che ovviamente gestisce la cosa a modo suo, ovvero non riflettendo e lasciandosi portare dalle emozioni. Amelia è arrabbiata e vorrebbe capire com’è andata quella notte di quasi un’anno e mezzo prima, ma Penny è bloccata e non riesce a spiegarsi. Si sente sotto processo e vorrebbe solo andarsene e un po’ la capisco. Da tutto questo ne esce ferita anche Callie, rientrata alla festa insieme ad Owen poco dopo la diffusione della notizia.
Mi ha stupito lo scatto di ira di Meredith verso Amelia, ma spero si riappacifichino presto, perché non mi piace proprio vederle litigare. Sono unite da un affetto profondo e dal dolore della perdita di una persona che entrambre amavano terribilmente, eppure vedono le cose in maniera opposta. Owen per Amelia è una manna dal cielo, riesce sempre a tranquillizzarla e ad essere il suo punto ferma in un mondo che la sta travolgendo. Per quanto mi manchi Cristina, questi due mi piacciono davvero tanto e vorrei fossero meglio sviluppati come coppia.
Passando ad altri personaggi, Jo non la reggo più, si sta comportando in maniera assurda e sembra che l’unico motivo per cui è presente è per fare la fidanzatina gelosa o per creaer casini (vedi la litigata con Stephanie, dopo che avevano appena chiarito). Arizona ubriaca è uno spettacolo e vederla così, mentre blaterava cose a caso, mi ha fatto sorridere. Mi mancano lei e Callie insieme e sono una delle persone che non riesce a vederle con nessun altro.
April e Jackson mi sono piaciuti in questo episodio. April ha smesso di rompergli le scatole in ogni maniera possibile e lui si è leggermente rilassato. È evidente dal loro discorso mentre lavano e asciugano i piatti che ci tengono terribilmente uno all’altra e spero proprio riescano a risolvere in qualche modo.
Piccola menzione per Maggie che va in panico pensando che lo specializzando gli abbia passato non so quale malattia venerea e si rifugia in ospedale dove il medico a lei assegnato è proprio lo specializzando di cui sopra.
Insomma, puntata ricca di emozioni e tensione e la prossima si prevede sarà anche peggio. Penny inizierà a lavorare all’ospedale insieme a tutti gli altri e ne vedremo delle belle.

 

how to get away with murder

How To Get Away With Murder 2×05
Io giuro non ci capisco più nulla. Partiamo dalla fine, cioè da quello che sappiamo succederà nel futuro di tutti i personaggi. Non sappiamo niente di più sulla sorte della Keating o sul coinvolgimento dei ragazzi, ma sappiamo che praticamente mezzo mondo era lì quella notte. Vediamo Bonnie uscire dalla casa di corsa, scavalcare il cadavere della Sinclaire e arrivare in macchina, dove uno sconvoltissimo Asher la sta aspettando. Che sia stato proprio lui a tentare di uccidere Annalise e per questo si trova quasi in stato di shock? Alla fine ci viene mostrato che Bonnie è coperta di sangue, probabilmente di Annalise. Ha cercato di salvarla? Perché allora non è rimasta lì fino all’arrivo dei paramedici? Asher nel frattempo scappa e va alla polizia. Non so davvero cosa pensare, non ho teorie, solo una gran confusione.
Passo indietro al presente. Dopo aver parlato con Bonnie di Sam, Asher cerca di temporeggiare la sua testimonianza davanti al giudice e nel frattempo cerca di capire cosa sia realmente successo quella notte e chi è coinvolto realmente. La Keating e Frank non possono fare a meno di appoggiare la storia che Bonnie si è inventata, anche se sanno che il castello di carte che hanno costruito rischia di crollare da un momento all’altro. I ragazzi sono spaventati e all’oscuro di tutto e cercando in tutti i modi di capire cosa stia succedendo.
Levi mi piace sempre di meno e Wes rischia di mettersi in seri guai continuando a stargli accanto. Michaela e gli altri scoprono che i due sono in contatto e la ragazza è, giustamente, sconvolta. Frank, nel frattempo, sta gestendo le cose per conto di Annalise. Fa arrestare Levi mettendogli della droga nel bagagliaio della macchina e poi chiamando la polizia e depista Wes nella sua ricerca del corpo di Rebecca. Mi spiace un po’ come stanno “giocando” con Wes, però il ragazzo ha perso ogni fascino. È smorto, malinconico e fondamentalmente inutile. Connor in crisi mi fa un po’ ridere, è terribilmente melodrammatico. Temo solo possa spifferare tutto a Oliver, il che li metterebbe tutti nei guai.
Il problema principale in questa puntata rimane Asher, che deve decidere se testimoniare o meno contro la Keating, il che li colpirebbe tutti, nessuno escluso. Sono curiosa di vedere cosa succederà e spero ci facciano capire presto qualcosa. Stando a questo episodio mancano due tre settimane al “quasi omicidio” di Annalise e quindi non penso aspettino fino a fine stagione per farci scoprire cosa è successo. Insomma, domani è di nuovo giovedì, giusto?!

 

blindspot

Blindspot 1×05
Puntata davvero carina ma mi ha coinvolta meno del solito. Partiamo dal fatto che da alcuni test è risultata una contraddizione con il test del DNA e Patterson non è più convinta che Jane e Taylor siano la stessa persona. Kurt ovviamente non vuole nemmeno considerare la possibilità che ci sia stato un errore e decide di non dire niente alla donna. L’episodio si apre con una cena tra Jane, Kurt e sua sorella, dove però le cose non vanno troppo bene. Sia l’agente dell’FBI che la sorella sembrano aspettarsi che Jane ricordi all’improvviso cosa le è successo o che ritorni ad essere Taylor nel giro di un paio di giorni, ma nessuno sa cosa è successo a quella bambina così tanti anni fa e temo che Taylor non tornerà più ad esistere. La storia torna a concentrarsi sul caso di questa settimana: due uomini armati sono entrati in quello che loro dichiarano essere il loro vecchio posto di lavoro e tengono in ostaggio parecchio persone.
Kurt e il resto della squadra arrivano sul luogo, perché l’indirizzo dell’ufficio è indicato in uno dei tatuaggi di Jane. Kurt cerca di negoziare, ma quando uno dei due criminali acconsente a modificare le sue richieste senza nemmeno provare a discutere, scatta il campanello di allarme. Stanno per entrare quando l’uomo inizia a sparare agli ostaggi, apparentemente a caso. L’FBI entra e neutralizza i due uomini, ma a quel punto Weller si rende conto che qualcosa non torna. Insieme a Jane scopre una sorta di caveau in cui ci sono alcuni cadaveri. In quel momento arriva il direttore della CIA, che abbiamo già incontrato nelle scorse puntate. Scopriamo quindi che quel luogo è noto come ‘black site’, un luogo dove la CIA si mette a interrogare illegalmente i criminali. Jane viene allontanata durante la spiegazione e Zapata la accompagna. Le due donne insieme scoprono che uno degli uomini morti non è l’uomo che la CIA sta cercando, ma uno che ha preso il suo posto, permettendo a quello vero di fuggire. In pochi attimi viene quindi rivelato un attacco alla città di New York da parte di un gruppo terroristico tramite una bomba. La squadra capisce dove sono diretti gli attentatori e tra uno scontro a fuoco e l’altro riescono a fermarli. Ma la cosa che mi ha lasciato perplessa di questa puntata è l’astio palese tra FBI e CIA. Io sono come Jane, molto ingenua in questo caso e pensavo andassero d’accordo tra di loro e non che si odiassero e cercassero di ostacolarsi in ogni modo possibile. Il direttore della CIA cerca anche di far fuori Jane, perché secondo lui è al corrente di qualcosa che potrebbe danneggiare entrambe le agenzie ed entrambi i direttori in maniera grave. Per fortuna il direttore dell’FBI lo ferma e tutto si risolve più o meno per il meglio. L’ultima scena è stata coperta di insulti per Zapata, che sapevamo essere nei guai e aver bisogno di soldi, ma parlare alla CIA di Jane così è una bastardata. Spero scoprano in fretta che qualcuno ha parlato e che lei si riprenda e torni dalla parte giusta.

 

quantico

Quantico 1×04
Mi sconvolge come ogni persona in questa serie sembri nascondere qualcosa di grosso. So che è proprio quello lo scopo della storia, far sospettare di tutti e di nessuno, ma mi da fastidio non riuscire a fare nessun progresso nel capire chi è effettivamente l’attentatore. Mi piacerebbe fosse Liam, perché mi sta altamente sulle scatole o Elias perché non mi piace come personaggio (o forse semplicemente non mi piace l’attore perché mi ricorda quando era in The Flash), ma temo non sia nessuno dei due. Eravamo rimasti con Simon che fa il doppio gioco e sta lavorando con l’FBI per far catturare Alex, ma all’ultimo momento decide di fidarsi di lei e salvarla. I due vanno a cercare informazioni riguardanti l’unica prova che hanno, il cavo che Alex ha recuperato da casa sua. Scoprono che c’è solo una ditta che fabbrica quel tipo di cavo e, non troppo sorprendentemente, quella ditta appartiene a Shelby. I due corrono quindi a casa della bionda, che però non si rivela troppo amichevole. Ci ritroviamo in un gioco di pistole non troppo piacevole, in cui ognuno sta tenendo sotto tiro un altro. Ryan e Simon se ne vanno perché l’FBI ha rintracciato il cellulare di Simon e lasciano le due ragazze sole. Shelby però non vuole far fuggire quella che crede una terrorista (come mai non lo so visto che qualche mese prima erano amicissime). Alla fine, dopo un po’ di lotta e qualche livido Shelby è ammanettata alla ringhiera di casa e Alex la tiene in ostaggio. Non ho idea di quali siano le sue intenzioni, ma sono piuttosto curiosa di scoprirlo.
Qualche mese prima, invece, all’accademia, vediamo tutti i ragazzi intenti con un’esercitazione sugli ostaggi. Alex, da quando ha saputo del padre, cerca di eccellere in tutto, pensando che forse essere la migliore, le perdonerà il fatto di aver ucciso un eroe.
Liam chiede a Ryan di convincerla a lasciare l’accademia e né Booth né abbiamo capito il perché di questa richiesta. Per fortuna Ryan decide di contraddire gli ordini e, anzi, convince Alex a rimanere quando lei, scoraggiata dal fallimento di una missione, vorrebbe mollare. Non so cosa nasconda Liam, ma spero ci venga svelato presto. Ho bisogno di qualcuno da odiare!

 

mon firma

Weekly Recap #25-26

Buongiorno a tutti!
Mi scuso ancora per la scorsa settimana, ma ero abbastanza impossibilitata a guardare le puntate e, di conseguenza, a postare. Quando sono rientrata dai 4 giorni di vacanza, ho avuto il coraggio di entrare nell’applicazione che uso per tenere traccia degli episodi visti e mi è venuto un colpo. Avevo una cosa come 15 episodi da recuperare, che potrebbero anche non sembrare tanti, ma considerando che nel frattempo stavano uscendo le puntate successive, è stato un po’ un incubo. Non ho ancora recuperato tutto, dando la precedenza alle serie che commento qui con voi, ma ce la farò!

Piccola nota: chi di voi ha letto il post sulle novità di questo autunno sa che ho iniziato una miriade di nuove serie (come se quelle che guardavo già non fossero abbastanza) e non sapevo bene come inserirle nel weekly recap per paura di smettere poi di vederle. Alla fine ho deciso di inserirne due che so che guarderò fino alla fine. Diamo quindi il benvenuto a Quantico e Blindspot e diamo invece addio a Scorpion. Per chi si sta mettendo le mani nei capelli a questa scelta, mi dispiace tantissimo. Non smetterò di guardare Scorpion perché tendenzialmente mi piace molto, ma su questa seconda stagione ho poco da dire e ho preferito fare spazio a due serie nuove. Stessa cosa per Once Upon a Time. La stagione non mi sta prendendo come avrei voluto e forzarmi per vedere delle puntate non è il mio stile. Molto probabilmente tornerò a parlare di entrambe, ma per ora ho deciso di metterle da parte.

Dopo questa mega intro, buona lettura!

doctor who

Doctor Who 9×03-9×04
Wow, wow, wow! Questa stagione mi sta piacendo sempre di più e queste due puntate non sono da meno. Pare che questa nona stagione abbia molti episodi suddivisi in due e, nonostante il primo episodio venga sempre chiuso con un cliffhanger e aspettare una settimana mina la mia pazienza, questa scelta mi piace. Ci dà modo di vedere storie più complesse, più articolate. In questa coppia di episodi, l’azione si svolge in una base sotto l’acqua, al centro di un paese che è stato sommerso anni prima. Siamo sulla Terra, nel 2119 e l’equipaggio presente sulla base recupera uno strano veicolo dal fondo del lago. All’improvviso ecco apparire un fantasma, che cerca di ucciderli. Ora, il Dottore ha ripetuto spesso che i fantasmi non esistono, quindi di che si tratta? Il Dottore è confuso, non riesce a capire come questi esseri siano possibili, finché grazie all’aiuto di una donna dell’equipaggio, sorda, non inizia a risolvere il mistero. Il Dottore torna indietro nel tempo, ma senza Clara, intrappolata in una stanza. Con lui ci sono Bennett e O’Donnell e devo dire che la fine della donna mi ha lasciata perplessa. Mi piaceva come personaggio e sarebbe piaciuta come nuova companion una volta che Clara se ne sarà andata. Non voglio dire nulla di più sulla trama perché ogni cosa in questo episodio è stata pensata nel minimo dettaglio e non voglio assolutamente rischiare di spoilerare qualcosa, ma posso dire con assoluta certezza che Capaldi come Dottore è uno spettacolo. L’ottava stagione per me è stato un enorme flop, con l’esclusione di alcuni episodi, come “Listen” o “In the Forest of the Night”, mentre questa nona stagione è partita col botto e continua sempre meglio. Mi aspetto ancora grandi cose per questa stagione, ma una cosa è certa: senza cacciavite non si può andare avanti, gli occhiali non si possono vedere!

 

grey's anatomy

Grey’s Anatomy 12×03-12×04
Ho visto il terzo episodio di Grey’s sul cellulare ed è un’esperienza che spero di non dover ripetere, ma in emergenza si fa questo ed altro. Episodio piuttosto Alex-centrico e, sinceramente, non vedevo l’ora. È un personaggio che ha fatto un’evoluzione nel tempo incredibile e in questa puntata abbiamo potuto apprezzare un’altra volta quanto quest’uomo sia cresciuto e maturato. È diventato un medico bravissimo, che ci tiene ai suoi pazienti ed è disposto a tutto pur di salvarli. È diventato un uomo che prova a spiegare i propri sentimenti invece di fuggire e ignorarli e lo vediamo ogni episodio nella sua relazione con Jo. Hanno parlato di bambini, e di quelli che avrebbe voluto avere con Izzie, ma hanno anche aperte la possibilità ad un bambino loro, non ora, ma più avanti. Io, Alex papà, ce lo vedrei un sacco. Il trio di sorelle mi fa morire ogni volta. Portano una leggerezza alla trama che mancava da molto in questa serie, ma che è sempre ben accetta e mi fa tornare in mente le prime stagioni. Se questa dodicesima stagione continuerà così, prevedo ottime cose.
La Bailey come Capo mi piace molto, sta migliorando e la prima cosa che fa è mettere alla prova Meredith, spingendola a chiedere di più per sè stessa. Vuole che la donna si batta per ciò che ritiene di meritare e Meredith non la delude.
Il quarto episodio mi è piaciuto davvero molto, ma è stato più pesante degli altri. A parte le scenette iniziali che riguardano le tre sorelle, che mi fanno sempre ridere, le storie raccontate in questa puntata mi hanno portata quasi alle lacrime. Tra April che rischia il divorzio con Jackson (se li fanno divorziare tutto quello che hanno passato finora sembra solo una presa in giro), Arizona che finge di essere felice per la nuova relazione di Callie e fa amicizia con un signore di 90 anni che le assicura che l’amore si può trovare ad ogni età ed Edwards che si ritrova a dover affrontare un caso per lei particolarmente difficile, non so chi mi abbia fatta instristire di più. Jo ultimamente non mi piace troppo, sta diventando un po’ una lagna. era una ragazza forte e indipendente a causa del suo passato e ora passa il suo tempo a lamentarsi. In questa puntata giudica e accusa Edwards senza nemmeno fermarsi un attimo a pensare che forse si sta sbagliando. L’altra dottoressa, nel frattempo, gestisce davvero male una situazione riguardante la sua paziente e Amelia non riesce ad essere troppo comprensiva. Per fortuna arriva Webber che dispensa saggezza come al solito. Dove siano finite la Bailey e Karev in questo episodio non so, ma spero ritornino preso, ne ho sentito la mancanza. Owen, sempre meno sfruttato come personaggio, cerca di istruire gli specializzandi nel dare la notizia di un decesso alle famiglie, ma sarà Meredith a fare un discorso bellissimo che però non avevo capito alludesse a quello che sarebbe accaduto di lì a poco. Alla fine dell’episodio sono tutti a cena a casa di Meredith e stanno aspettando Callie e la sua nuova fiamma. Quando Meredith ha aperto la porta io sono sbiancata. È la stessa dottoressa che aveva in cura Derek dopo l’incidente, quella a cui Meredith ha fatto una ramanzina senza fine. Prevedo fulmini e saette. Giovedì prossima arriva in fretta, vero?!

 

how to get away with murder

How To Get Away With Murder 2×03-2×04
Io continuerò a ripeterlo per tutta la durata della stagione temo, ma questa serie mi sconvolge e continua a migliorare, puntata dopo puntata. Nel terzo episodio il caso che la Keating e i ragazzi devono risolvere riguarda una donna che ha ucciso un uomo facendo sesso, durante una serata da lei organizzata. Scopriamo nuove cose riguardo i ragazzi durante la preparazione per l’udienza della donna, soprattutto vediamo Laurel che cerca in vari modi (alcuni anche discutibili, come far ubriacare Bonnie) di scoprire qualcosa in più su Frank. Mi piacerebbe davvero molto scoprire qualcosa in più su di lui perché si sa davvero poco.
Veniamo finalmente a sapere chi è Levi e, se devo essere sincera, non mi aspettavo fosse il fratellastro di Rebecca. Avevo però immaginato che fosse venuto lì per cercare di capire cosa le fosse successo. Wes e Nate che si organizzano contro la Keating mi hanno lasciata a bocca aperta, davvero non me lo aspettavo. Non avevo previsto nemmeno il coinvolgimento di Nate nella vicenda della sparatoria alla Keating. Annalise è agonizzante sul pavimento della villa quando i ragazzi scappano e vengono recuperati da Nate. Le domande che hanno iniziato a spuntare nella mia testa era troppe. Non riesco a capire cosa sta succedendo e dove vogliono andare a parare gli autori, ma sono molto curiosa di scoprirlo.
Non so bene da dove partire con il quarto episodio invece. È successo di tutto, quindi parto dal caso di questa settimana che mi ha fatto venire l’ansia. La ragazzina accusata di aver ucciso la migliore amica a coltellate sotto la guida di altre due ragazze mi ha fatto venire l’ansia perché era completamente fuori di testa e io, come Connor, avevo creduto alla facciata da brava ragazza. Mi ha stupito quando questo caso abbia turbato Connor e la sua moralità. Non mi aspettavo si facesse tutti quei problemi e soprattutto che facesse perdere il caso alla Keating per fare ciò che riteneva giusto.
Annalise viene chiamata in ospedale dalla moglie malata di Nate (che sinceramente non mi ricordavo essere ancora viva) che le fa una richiesta particolare: le chiede di procurarle delle pillole che la aiutino a morire. Io avevo gli occhi spalancati e la faccia da pesce lesso perché per un attimo ho seriamente pensato che la Keating avrebbe acconsentito. Per fortuna, nonostante sia una donna profondamente turbata, Annalise è più o meno una brava persona e si rifiuta di uccidere la donna.
Michaela si ritrova a interrogare i fratelli accusati d’omicidio e riesce a trovare il modo di far cadere l’accusa di incesto tra i due, ma comunque qualcosa non quadra. La ragazza sembra essersi presa una cotta per Caleb, nonostante si veda con Levi.
Wes e Nate stanno indagando sulla scomparsa di Rebecca e le indagini li portano ad un cimitero. Non so se Wes e Levi troveranno il corpo o meno, ma sono curiosa di vedere come andrà avanti la questione.
Asher è il solito idiota e accetta di testimoniare contro la Keating per salvarsi, ma Bonnie lo sorprende confessandogli di essere stata lei ad uccidere Sam.
Giungiamo quindi al solito finale che ogni volta mi lascia più sconvolta. La Keating viene soccorsa dai paramedici, ma va in arresto cardiaco e non ci viene mostrato se sopravviva o meno alla rianimazione. Nel frattempo Nate porta i ragazzi verso quella che presumo essere la casa di Michaela. La ragazza sale e ad aspettarla c’è Caleb. Ora, io sono sempre più confusa. Che diamine è successo in quella casa?!

 

blindspot

Blindspot 1×01-1×02-1×03-1×04
Grande inizio per questa serie che mostra qualcosa che ancora non si era visto, o almeno io non avevo mai visto. Una donna viene ritrovata chiusa in un borsone in mezzo a Times Square, nuda, coperta di tatuaggi e senza nemmeno un ricordo. L’unico indizio che ha la polizia è il nome di un agente dell’FBI, indicato in un tatuaggio sulla schiena.
I misteri legati a Jane Doe sono molteplici. Ogni tatuaggio sembra portare ad una nuova minaccia da debellare e la donna, nonostante la perdita della memoria, sembra possedere capacità che aiuteranno l’FBI a risolvere queste situazioni. Mano a mano che i tatuaggi vengono compresi, le varie situazioni aiutano Jane a ricordare un paio di dettagli sul suo passato, ma ogni passo in avanti equivale a tre passi indietro perché ogni persona che sembra conoscerla finisce per morire senza dare spiegazioni. Kurt Weller, l’agente dell’FBI di cui parlavo sopra, ha una sua teoria sull’identità della donna che viene confermata nella terza puntata per poi essere smentita nella successiva. Nella mia mente in quel momento galleggiavano milioni di punti di domanda. La trama è complessa, i personaggi sembrano ben scritti e con storie molto particolari e non vedo l’ora di scoprire qualcosa in più. Weller è tormentato da ciò che è successo ad una sua amica quando erano bambini, i suoi compagni, Reed e Zapata, sono particolari e molto diversi fra loro. L’uomo sembra essere un po’ la voce della ragione del gruppo e non si fida particolarmente di Jane, mentre la donna la accoglie più o meno volentieri in squadra, ma a giudicare dalle ultime puntate c’è qualcosa in lei che non va. C’è decisamente qualcosa che non va con il capo di Weller, che sembra nascondere qualcosa di importante e che probabilmente verrà rivelato con il tempo. Temo però che questo metterà in pericolo Jane.

 

quantico

Quantico 1×01-1×02-1×03
Altra nuova serie e altro wow! Non penso sia una possibilità, ma spero vivamente che non la cancellino. Quantico è particolare, perché può sembrare già vista considerando che parla di FBI e attacchi terroristici, ma per quanto mi riguarda non avevo ancora visto una serie in cui la protagonista viene accusata dell’attacco e deve scagionarsi. Ovviamente non ho visto tutte le serie del mondo, quindi se mi sbaglio correggetemi 😉 Alex Parrish è stata ammessa a Quantico, all’accademia dell’FBI e insieme a altri candidati inizia il training. Mi è piaciuto come ogni personaggio sembri nascondere qualcosa e sono curiosa di vedere come si svilupperà nel corso della stagione questa cosa. Quando mesi dopo viene sferrato un attacco terroristico in centro a New York, Alex viene ritrovata sul luogo e portata in un campo per essere interrogata. Lì le dicono che è stato uno dei suoi compagni a sferrare l’attacco e che serve il suo aiuto per scoprire chi di loro è il colpevole. Alla fine viene fuori che l’FBI pensa sia stata lei e la ragazza deve quindi fuggire e trovare il modo di scagionarsi. Non ho idea di chi sia stato e non mi va di fare teorie ora perché mi sembra troppo presto, ma sono terribilmente curiosa.

 

mon firma

Weekly Recap #24

Buon pomeriggio a tutti! Mi dispiace non aver pubblicato ieri, ma venerdì e sabato sono stati due giorni particolarmente impegnativi e non ce l’ho proprio fatta. Spero di farmi perdonare con i commenti di oggi. Le puntate sono tante e, a parte Scorpion, sono state tutte bellissime. Voi che puntate avete visto? Io sto guardando anche le serie di cui vi avevo parlato nel post della novità di questo autunno e penso di fare un post fra un po’ per dirvi quali continuerò a vedere.
Buona lettura!

doctor who

Doctor Who 9×02
Questo episodio mi ha vista stesa sul divano con due stati emotivi che si alternavano durante la visione: il primo è quello da occhioni a cuoricino e “Oooohhh” detti con quella vocina idiota che si riserva a cuccioli e bambini piccoli, mentre l’altro era decisamente meno fine e non descrivibile in questo contesto, ma può essere riassunto con la frase “Maledetto infame”.
La storia riprende esattamente da dove l’avevamo lasciata la scorsa settimana. Clara e Missy sono insieme e cercano di tornare dal Dottore, mentre questo è in compagnia di Davros e cerca di capire se Clara è morta (lui e Missy saranno anche “amici”, ma di lei non si è minimamente preoccupato). Abbiamo l’episodio diviso un po’ in due secondo me: una parte, che vede protagoniste Missy e Clara, un po’ dinamica, un po’ folle e poi una parte, con il Dottore e Davros, più calma, più “quiete prima della tempesta”.
Le due donne hanno una relazione particolare e assolutamente brillante. Non mi piace più Clara da un bel po’, non l’ho retta tutta l’ottava stagione, ma in questi due episodi mi è proprio piaciuta, sarà grazie a Missy? La Time Lady è completamente folle e geniale allo stesso tempo. Il metodo escogitato per entrare dentro Skaro a recuperare il Dottore è brillante: uccidere un Dalek e mettere Clara all’interno della macchina.
Dall’altra parte abbiamo il Dottore e Davros che parlano, come se fossero vecchi amici. Ridono insieme, fanno commuovere me e mi fregano: Davros parla di voler vedere un’ultima alba prima di morire, ma di non avere l’energia necessaria e allora il Dottore fa una cosa che dimostra quanto grandi siano i suoi due cuori: gli dona un po’ della sua energia. Ragazzi, io per un attimo ho seriamente sperato che Davros fosse sincero e pensavo non so esattamente cosa, ma ovviamente sono ingenua, perché il tutto era una trappola. Qualche “maledetto infame” dopo, scopriamo che il Dottore aveva capito tutto e il piano è relativamente semplice: con la sua energia tutti i Dalek si sono energizzati di nuovo, compresi quelli morti che escono dal suolo e attaccano i Dalek uccidendoli. Tutti i Dalek uccisi da loro stessi, una fine interessante, ma temo non sia la vera fine di questi nemici.
C’è una scena, però, che mi ha colpita in questo episodio: c’è il Dottore e c’è un Dalek, che racchiude Clara. Missy gli rivela che Clara è stata uccisa e che è stato proprio quel Dalek a farlo (sfilza di “maledetta infame” #2). Clara d’altra parte prova in tutti i modi a rivelare al Dottore che si trova lì dentro, ma la macchina è impostata per storpiare le parole e non dimostrare mai debolezza o compassione. Missy gli consegna un’arma e gli dice di uccidere il Dalek che gli ha portato via Clara, ma il Dottore riesce a intuire qualcosa quando Clara riesce a far dire alla macchina “Mercy”, ovvero pietà, compassione e, soprattutto, a dire “I show mercy”, cosa che un Dalek non dovrebbe essere in grado di dire.
Ve la ricordate la fine dello scorso episodio? Oggi vediamo come si conclude quella scena e osserviamo il Dottore e un piccolo Davros allontanarsi dalla zona di guerra per mano: in quel momento, Davros impara cos’è la compassione e non dimenticherà nemmeno quando creerà i Dalek.
Piccola nota negativa: il cacciavite, maledetti loro. Gli occhiali sono stupendi, ma non si può sostituire così un oggetto che ha fatto parte della vita del Dottore per così tanto. No no no, vogliamo il cacciavite!

 

scorpion

Scorpion 2×02
Episodio bellino, ma niente di eclatante. Il caso non mi ispirava troppo e forse questo ha condizionato il mio giudizio. Una vecchia conoscenza di Cabe si presenta al Garage. La ragazza era una bambina quando ci fu praticamente uno sterminio di persone in Croazia e Cabe era lì per prendere le testimonianze dei sopravvissuti contro i responsabili. Molti dei responsabili sono però fuggiti e non sono più stati arrestati. Ora ne è stato avvistato uno a Cuba e Sonia vorrebbe che il team la aiutasse a verificare che si tratta davvero di lui per poterlo arrestare. Non avendo la certezza che si tratti davvero di lui però, il nostro team di geni non ha nessun autorità americana a coprirgli le spalle a Cuba e, anzi, se dovessero creare problemi, loro negherebbero ogni conoscenza dell’accaduto.
La situazione è decisamente surreale e ci sono scene al limite dell’impossibile, ma è stato un episodio godibile.
Happy e Toby regalano momenti splendidi e Sylvester è delizioso mentre passa tutta la puntata a eseguire esercizi su consiglio di Toby per riuscire ad ammettere i suoi sentimenti per Megan. Menzione d’onore per l’espressione di Walter quando si gira e vede Paige uscire dall’acqua, ho riso tantissimo. Di nuovo un episodio senza Ralph, ma io continuo a sperare che gli diano una possibilità.
Mi spiace per il commento breve, ma ho veramente poco da dire su questa puntata.

 

grey's anatomy

Grey’s Anatomy 12×02
Cos’altro dire se non “Bentornato Grey’s Anatomy”? Ragazzi, non vi pare di essere tornati a quelle stagioni iniziali che ci facevano ridere e divertire? Queste due puntate sono state un misto di leggerezza e problemi importanti, uniti perfettamente per dare vita ad un episodio speciale. Non so bene in che ordine andare, quindi parto dalla Bailey, che è la persona su cui è incentrato l’episodio. La Nazi è tornata ed è un richiamo a quelle prime stagioni in cui Miranda seminava terrore tra gli specializzandi. La Bailey vuole le cose fatte in grande per il suo primo giorno, ma non mette in conto che le persone non sono macchine e che non è facile cambiare Capo da un giorno all’altro. I commenti dei vari dottori sono, a volte, quasi pesanti, ma perfettamente meritati. È Richard, suo mentore e amico, ad aprirle gli occhi e a insegnarle una cosa importante: tutti i medici che deve guidare sanno già come muoversi, lei dovrà essere una guida, una persona che ricordi loro quanto sono intelligenti e quanto possono fare con quell’intelligenza e una persona in cui credere e che creda in loro.
Altra storia abbastanza grossa all’interno dell’episodio è quella tra Jackson e April. Lei è confinata nella “bolla” perché credono possa avere una malattia infettiva e lui non le parla. Ad un certo punto April, dopo aver passato la giornata a fare da ascoltatrice per i problemi degli altri, decide di prendere in mano la situazione e con una mossa non proprio corretta (ha chiamato Jackson con il 911) lo fa arrivare alla bolla e parlano. Non sono una loro fan sfegatata, ma mi piacciono insieme e mi piacerebbe continuassero a stare insieme per vederli un po’ felici, perché ne hanno passate veramente di brutte in queste stagioni. Jackson è deluso, ferito dalle scelte della moglie e dice di non essere convinto che ci sia qualcosa per cui lottare fra di loro (cosa che secondo me non pensa davvero), ma April è determinata, una vera soldatessa e gli fa un discorso bellissimo.
Piccole menzioni al volo per altre persone: Meredith è il nuovo Capo del reparto di Chirurgia Generale e indossa la cuffietta di Derek (il mio cuoricino piange), Callie sta uscendo con un’altra donna e Arizona non sembra contenta, ma davanti alla moglie non fa una piega, Amelia sembra una quindicenne che non sa come interpretare un bacio e Owen non è da meno, ma vuoi l’attrazione o l’essere nell’ascensore dell’ospedale, li fa ignorare tutto e lasciarsi andare al bacio del secolo. Di nuovo Amelia che si confida con Callie e il richiamo a Mark è evidentissimo (di nuovo lacrime) e sempre Amelia, con Maggie e Meredith che danno vita ad un trio che ha gran poco in comune, ma che secondo me le vedrà sempre più unite e legate.

 

how to get away with murder

How To Get Away With Murder 2×02
Io non penso di riuscire ad arrivare alla fine di questa stagione. Succedono troppe cose e molte di queste mi lasciano a bocca aperta stile pesce lesso. Annalise e i ragazzi si concentrano sul caso dei due fratelli accusati dell’omicidio dei genitori e ora il prossimo passo è evitare che vengano accusati anche dell’omicidio della zia. I due sono convinti di essere stati incastrati e, da quanto emerge dalla puntata grazie ad Oliver, pare che sia vero e che c’entri la polizia. In parallelo al caso, Annalise deve stare dietro anche all’udienza preliminare di Nate, di cui è una testimone. L’avvocato d’accusa, Emily Sinclair, però, sembra essere concentrata sull’attaccare la Keating piuttosto che l’accusato. Sarà Eve, il nuovo avvocato di Nate a dover prendere in mano le redini dell’udienza per farlo scagionare e lo fa ponendo delle domande piuttosto personali e complicate ad Annalise, sapendo di andare a colpire punti scoperti della donna. È evidente che le due hanno un passato importante, cosa che si era già capita nella scorsa puntata, ma non pensavo che Eve fosse ancora innamorata. La cosa sarà sicuramente un problema considerando che, nonostante siano entrambe due avvocati affermanti, non siano troppo sveglie quando si tratta di proteggere la loro privacy. Le due si baciano sul portico di casa Keating e Nate le vede. L’uomo ha del rancone per Annalise (e chi non lo avrebbe) e secondo me creerà non pochi problemi in questa stagione.
Wes sembra davvero non sapere niente su Rebecca e sembra voler andare avanti senza più sentirla nominare. La cosa un po’ mi puzza, ma vedremo. Connor e Oliver sono la dolcezza anche quando litigano e, diciamolo, Connor è un po’ un idiota. La sua amicizia con Michaela però mi piace un sacco e sono curiosa di vedere come si svilupperà la storia della ragazza con il tipo conosciuto in tribunale, soprattutto ora che sappiamo che il ragazzo era un amico di Rebecca.
Il finale mi ha sconvolto di nuovo, sappiamo poco più della volta scorsa, ma abbiamo visto che la Sinclair è morta e che i ragazzi erano tutti nella casa al momento della sparatoria. Danno tutti Annalise per spacciata, tranne Connor, finché non lo convincono a lasciarla lì. Quella scena mi ha lasciata un po’ perplessa, perché è la loro insegnante, una donna di cui si fidano e loro la lasciano sul pavimento di una casa agonizzante senza fare nulla per tentare di salvarla? Boh, non so davvero cosa aspettarmi!

 

once upon a time

Once Upon A Time 5×01
Grande ritorno per una serie che attendo ogni anno con ansia, iniziando a fangirlare settimane e settimane prima della rimessa in onda. L’ultima puntata della scorsa stagione ci aveva lasciati con il bisogno fisico di sapere qualcosa in più e finalmente il momento è arrivato.
Emma è il nuovo Signore Oscuro e tutti a Storybrooke si stanno facendo il quattro per aiutarla. Ogni personaggio sembra avere un’idea diversa sul come salvare la nostra bionda Salvatrice e a volte questi metodi si scontrano, ma alla fine è incredibile vedere come ogni persona, buona o cattiva, abbia messo da parte le proprie divergenze con gli altri per aiutare Emma. Hook mi è sembrato il più disperato, pronto a tutto pur di riavere la donna che ama. Mi aspettavo qualcosa in più da Henry invece. Insomma, tua madre diventa il Signore Oscuro e tu praticamente non batti ciglio? Per fortuna poi si è dato da fare per aiutare Hook. Regina è, come al solito, molto razionale e cerca di trovare un modo per aiutare Emma che non danneggi tutti loro nel frattempo. La soluzione arriva, inaspettatamente, da un Apprendista moribondo (io pensavo fosse già morto la scorsa stagione), che consegna una bacchetta a Regina. Tale oggetto è in grado di aprire portali grazie alla presenza di magia nera, ma sembra che Regina si sia comportata troppo bene nelle ultime stagioni per farla funzionare. Ecco quindi che entra in gioco Zelena. Ora, io ho capito che avete bisogno di lei e non si poteva lasciarla rinchiusa in una cella per sempre, ma svegliatevi un po’. Quella donna è tutt’altro che scema e vi/ci ha già trollati tutti più di una volta. Era ovvio che avrebbe combinato qualcosa. La strega riesce infatti a liberarsi del blocco magico di Regina e ad usare la bacchetta per aprire un portale verso Oz, dove vuole crescere il suo bambino lontano da persone che la odiano (ehm..non per dire, non è che non se lo sia andato a cercare l’odio). Dopo qualche piccola complicazione, tutti si ritrovano dentro Granny’s che viene letteralmente sollevato da terra e con un tornado porta tutti nella Foresta Incantata.
Step back ad Emma che in uno stato pietoso si ritrova nella Foresta con vicino Rumple versione Dark One che le da consigli su come diventare Oscura. Emma cerca di resistere, ma la tentazione della magia nera è sempre in agguato.
Ultime cosine che se no invece di un piccolo commento diventa un romanzo: conosciamo Merida (sulla pronuncia di questo nome ho ancora dei dubbi) e Artù (mi dispiace, nel mio cuore Artù è un altro). La prima ha un accento spettacolare e uno storyline che spero renderanno interessante. Non ho visto Brave perché non mi ha mai ispirato, ma vedere questo personaggio in questa puntata mi ha fatto venire voglia di provare. Artù boh, non mi esprimo perch voglio vedere cosa succederà, ma grazie a lui veniamo a conoscenza di un paio di cose: il pugnale che controlla il potere del Signore Oscuro è la parte finale di Excalibur e Merlino aveva profetizzato l’arrivo di tutta la combriccola a Camelot. Cosa hanno in mente gli autori di OUaT non lo so, ma sono tremendamente curiosa.
Alla prossima settimana 😉

 

mon firma