Crea sito

leggi con ikigai

2020 Ikigai Book Challenge – Regolamento

Buongiorno lettori!
Il nostro povero angolino di web è piuttosto abbandonato, ma qualche volta torniamo. La nuova challenge è sicuramente uno degli argomenti che merita un’apparizione. Quella del 2019 è stata super per ogni aspetto, le ragazze iscritte ci hanno chiesto di replicare e chi siamo noi per dire di no? Ci siamo quindi messe d’impegno nei ritagli di tempo, abbiamo raccolto suggerimenti e idee, tutto per mettere in piedi una nuova challenge. La Challenge 2020 sarà piuttosto simile a quella dello scorso anno, il format pare aver funzionato ed è stato apprezzato da tutte le partecipanti. Ci saranno però alcune novità!

Per noi continua ad avere un’importanza fondamentale l’aspetto legato all’ampia libertà sia sulla scelta dei libri che sulle tempistiche. Non vogliamo perdere persone per strada solo perché non riescono a completare un obiettivo. Noi per prime siamo sempre di corsa e in carenza di tempo. Lo scopo della challenge è quello di creare un gruppo di confronto e stimolo tra persone che amano leggere, senza obblighi, solo per puro piacere.
È con questa idea che vi presentiamo la 2020 Ikigai Book Challenge.

Come funziona?

La novità di quest’anno è la tessera a punti degli obiettivi. Ogni iscritto avrà una sua tesserina virtuale con una casellina per ogni obiettivo possibile: per ogni obiettivo raggiunto, si colorerà la casellina.
Gli obiettivi saranno di 4 tipi:

  1. Obiettivi comuni
  2. Obiettivi personali & bonus titoli
  3. Bonus a coppie
  4. Bonus a squadre

Andiamo a vederli nel dettaglio!

Obiettivo comune

Ogni 16 del mese (occhio, vecchie partecipanti, alla differenza. Ma l’avete chiesta voi :P) verrà estratto un obiettivo dalla Book Jar comune e verrà comunicato a tutti i partecipanti sul gruppo Telegram. Da lì via libera ai consigli e poi alla lettura. Gli obiettivi comuni saranno obiettivi condivisibili – colore della copertina, genere ecc – che permetteranno ai partecipanti anche di leggere lo stesso libro in contemporanea. Potrà raccogliere la sfida solo chi, entro la sera del 15, ci avrà comunicato il libro terminato per l’obiettivo precedente.

Obiettivo personale e bonus titolo

Ogni 1 del mese, solo per chi lo richiederà entro la sera del 30 o 31 – insomma l’ultimo del mese – avendo terminato l’obiettivo precedente, verrà estratto un obiettivo personale. Gli obiettivi personali saranno più soggettivi, per esempio ci permetteranno di andare a pescare dalla TBR. Anche in questo caso, ovviamente, si potranno chiedere consigli di lettura agli altri partecipanti.
Ad inizio mese, per chi vuole, c’è anche un’alternativa all’obiettivo personale. Ogni tre mesi proporremo alcuni titoli: comunicandocelo, potrete scegliere uno dei titoli al posto dell’obiettivo personale.

Bonus a coppie

Una delle principali novità della challenge 2020 sono i bonus. C’è chi ha mille cose da fare o è più lento a leggere o legge anche scollegato dalla challenge e c’è chi senza obiettivo non sa stare. Abbiamo quindi pensato a questi bonus che vi permetteranno di accumulare punti, ma a cui parteciperà solo chi ha voglia. Hanno scadenze più larghe e non bloccano gli obiettivi standard. Per partecipare ad un bonus, dovete aver terminato quello prima. Per quattro volte durante l’anno verranno avviati questi obiettivi, delle piccole sfide a coppie della durata di due mesi. I dettagli ve li daremo mano a mano 🙂

Bonus di squadra

Simili a quelli precedenti, ma più lunghi e più complessi, sono gli obiettivi di squadra. Ci saranno solo due volte durante l’anno e saranno su base volontaria!

Eliminazioni

Ogni partecipante avrà a disposizione 3 eliminazioni di obiettivi durante l’anno. Per superare comunque l’obiettivo e poter andare avanti sarà necessario leggere uno dei titoli – a scelta di chi ha chiesto l’eliminazione – tra tutti quelli presenti nel file in cui raccoglieremo tutti i libri letti durante la challenge (per i primi mesi, se dovesse servire, renderemo disponibile quello del 2019).

Punteggi

Quest’anno obiettivi comuni, obiettivi personali e titoli, bonus a coppie e bonus di squadra valgono tutti 1 punto.

Premi

Non sarebbe una challenge senza premi, ma come vi abbiamo già detto, non vogliamo fare della challenge una gara che possono affrontare solo coloro che hanno un sacco di tempo o leggono veloce. Quindi replicheremo la proposta degli ultimi anni.
Tra i primi 10 qualificati estrarremo 2 persone che riceveranno un cartaceo a testa. Dal 5° in poi estrarremo una gift card (Amazon, Kobo, Ibs…) da 5€. In caso di grande partecipazione valuteremo l’aggiunta di un altro premio.

Richiesta gentile

Nella challenge 2019 la richiesta ha funzionato benissimo, quindi la replichiamo! Nei primi giorni di gennaio manderemo una mail ‘ufficiale’ della challenge. Vi chiediamo per favore di rispondere sempre a quella stessa mail per ogni comunicazione ralativa agli obiettivi terminati, per ogni richiesta di estrazione e per qualsiasi altra richiesta. Per noi significherebbe avere un unico blocco per ogni partecipante e la cosa salverebbe la nostra sanità mentale.

Gruppo Telegram

Nonostante qualcuno ce l’abbia a morte con le notifiche Telegram, non siamo riuscite a trovare un’alternativa valida. Telegram ha funzionato: grazie a lui siamo riuscite a creare un gruppo unito e costante. Inoltre è poco invasivo, permette di non diffondere i numeri di telefono e tutto sommato è comodo. Nella famosa mail ufficiale ci sarà il link al gruppo Telegram della challenge 2020. Nel gruppo ci sarà sempre fissato in alto un messaggio contenente informazioni fondamentali e il link ad un documento in cui sarà riassunto lo stato della challenge!

Iscrizione

Vi chiediamo solo di commentare questo post e di compilare il form che trovate QUI.
Nonostante il blog sia un po’ fermo, abbiamo qualche speranza di riprendere e quindi ci farebbe decisamente piacere se ci seguiste: abbiamo newsletter (che trovate nella barra a destra o in basso), Bloglovin, un canale Telegram in cui inviamo i link ai post pubblicati.
Oppure ci sono Facebook, Instagram, Twitter.
Seguiteci da qualche parte, fateci vedere il vostro affetto e condividete condividete condividete. Più siamo e più diventa divertente!
L’hashtag ufficiale per la challenge è #leggiconikigai. Ovviamente i tag sono apprezzati <3

&

2019 Ikigai Book Challenge – Regolamento

Buongiorno lettori!
Sappiamo che qualcuno di voi era in trepidante attesa di questo articolo e finalmente, dopo mille modifiche, siamo qui. La Challenge 2018 è stata MAGNIFICA (ma di questo vi parleremo in un post a tempo debito). Il gruppo Telegram ci ha aiutate a legare e si è creato un gruppo magnifico: la nostra speranza è quella di ampliarlo, di riempirlo di nuove persone, nuove idee e nuovi consigli librosi.
Come per il 2018, ci siamo impegnate a creare una challenge che non monopolizzi le letture dei partecipanti, che non lasci tempi stretti per la lettura diventando così uno stress anziché un piacere. Abbiamo quindi deciso di replicare la Book Jar Virtuale del 2018, lasciando ampia libertà sulla scelta dei libri e sulle tempistiche di lettura. Prendendo spunto da ciò che abbiamo potuto osservare quest’anno e dai consigli delle partecipanti alla challenge che sta terminando, abbiamo fatto delle modifiche, che speriamo davvero possano piacervi e farvi divertire.
Lettori e lettrici, eccovi la 2019 Ikigai Book Challenge.

2019 ikigai book challenge banner

Come funziona?

Quest’anno le Book Jar saranno due: una comune e una personale. In quella comune ci saranno obiettivi condivisibili, come il colore della copertina, il genere del libro ecc. Nella Book Jar personale ci saranno invece obiettivi, appunto, più soggettivi, come per esempio dei libri che aspettano in TBR, il genere preferito ecc.
Ogni 15 del mese, verrà estratto un obiettivo dalla Book Jar comune, utilizzabile da chi ha terminato l’obiettivo precedente. Ogni 30 del mese verrà estratto, a chi lo richiederà, un obiettivo personale.
Non esiste un tempo massimo per leggere un libro appartenente all’obiettivo assegnato (comune o personale): l’unica regola è che non è possibile accettare/richiedere un nuovo obiettivo prima di finire il precedente. Saltare un’estrazione non è assolutamente un problema, la lettura deve essere un piacere, non una corsa contro il tempo.
Detta così sembra un po’ complicata. Continuando con la lettura cercheremo di chiarire i punti fondamentali. Se doveste avere dubbi, scriveteci senza problemi (commento, mail, come volete). Se invece la cosa vi ispira ma non vi è chiara al 100% non preoccupatevi, iscrivetevi e soprattutto per i primi mesi ci saremo noi a darvi una mano a districarvi tra gli obiettivi.

Estrazioni nel dettaglio: Obiettivo comune

Ogni 15 del mese verrà estratto un obiettivo dalla Book Jar comune e verrà comunicato a tutti i partecipanti sul gruppo Telegram. Da lì via libera ai consigli e poi alla lettura. Potrà raccogliere la sfida solo chi, entro la sera del 14 ci avrà comunicato il libro terminato per l’obiettivo precedente.
Se l’obiettivo comune proprio non vi piace? Durante l’anno avete 3 bonus eliminazione che potete utilizzare per farvi estrarre un obiettivo tutto vostro.

Estrazioni nel dettaglio: Obiettivo personale

Ogni 30 del mese, solo per chi lo richiederà entro la sera del 29 avendo terminato l’obiettivo precedente, verrà estratto un obiettivo personale. Anche in questo caso si potranno ovviamente chiedere consigli di lettura agli altri partecipanti.
Cosa succede se non vi piace un obiettivo personale? Qua la cosa diventa più complicata: dovete trovare (in questo vi aiuterà il nostro magico gruppo) un partecipante che si sia fatto estrarre un obiettivo personale e che abbia voglia di scambiarsi con voi (se poi non trovate proprio nessuno, parliamone, non verrete mai costretti a leggere qualcosa che non vi va!!).

Bonus titoli

Ogni tre mesi verranno proposti da noi 3 titoli: comunicandocelo, potrete saltare un’estrazione personale e scegliere UN titolo tra quelli proposti.

Punteggi

Quest’anno obiettivi comuni, obiettivi personali e titoli valgono tutti 1 punto.
(Le letture di gruppo ci saranno, ma non verranno considerate ai fini del punteggio.)

Premi

Come ogni challenge che si rispetti, anche la nostra ha i suoi premi. Forti dell’idea di non premiare solo chi ha più tempo di leggere, però, vogliamo replicare la proposta dello scorso anno.
Tra i primi 5 qualificati estrarremo 2 persone che riceveranno un cartaceo a testa, a scelta da una lista che vi passeremo a fine anno. Dal 5° in poi estrarremo una gift card (Amazon, Kobo, Ibs…) da 5€. In caso di grande partecipazione valuteremo l’aggiunta di un altro premio.

Richiesta gentile

Considerato che quest’anno siamo un po’ impazzite a star dietro alle mail, abbiamo una richiesta. Nei primi giorni di gennaio manderemo una mail ‘ufficiale’ della challenge. Vi chiediamo per favore di rispondere sempre a quella stessa mail per ogni comunicazione ralativa agli obiettivi terminati, per ogni richiesta di estrazione e per qualsiasi altra richiesta. Per noi significherebbe avere un unico blocco per ogni partecipante e la cosa salverebbe la nostra sanità mentale.

Comunicazione tra partecipanti

Telegram, adorato Telegram. È stato un anno di prova e Telegram è piaciuto davvero a tutti, sia per la challenge che per le letture di gruppo. Non è invasivo (anzi a volte bisogna andare a cercarsi le notifiche che non arrivano), rispetta la privacy perché non diffonde numeri di telefono. Insomma, ci ha aperto un mondo per quanto riguarda la comunicazione. Ergo replicheremo. Nella famosa mail ufficiale ci sarà il link al gruppo Telegram. Nel gruppo ci sarà sempre fissato in alto un messaggio contenente informazioni fondamentali e il link ad un documento in cui sarà riassunto lo stato della challenge!

Iscrizione

Vi chiediamo solo di commentare questo post e di compilare il form che trovate QUI.
Ci farebbe inoltre decisamente piacere se ci seguiste: abbiamo newsletter (che trovate nella barra a destra o in basso), Bloglovin, un canale Telegram in cui inviamo i link ai post pubblicati.
Oppure ci sono Facebook, Instagram, Twitter.
Seguiteci da qualche parte, fateci vedere il vostro affetto e condividete condividete condividete. Più siamo e più diventa divertente!
L’hashtag ufficiale per la challenge è #leggiconikigai. Ovviamente i tag sono apprezzati <3

&

Lettura di gruppo: Ti ho trovato fra le stelle [Recap #2]

Buongiorno lettori, pt.2! Esatto, ci volatilizziamo per un paio di giorni e poi torniamo alla carica con ben due post nella stessa giornata. Siamo arrivate in fondo alla seconda settimana del gruppo di lettura dedicato a ‘Ti ho trovato fra le stelle’ di Francesca Zappia. Pare che tutte si siano fermate a fine capitolo 20, ma secondo me non ce la raccontano giusta, ma visto che spoiler non ne sono apparsi…bene così! Il libro ci sta prendendo molto, fermarsi a fine capitoli è difficile e la domanda della settimana riguardava le amicizie online.
Prima di entrare nel merito, vi lascio QUI il link al primo recap!

I genitori di Eliza non concepiscono il concetto di amicizia online, non la vedono come qualcosa di reale. Voi che ne pensate?

A differenza di settimana scorsa, io e la Mon siamo abbastanza d’accordo. Io devo ammettere che fino a qualche anno fa non avevo amicizie all’infuori di quelle fisiche e qualche contatto mantenuto online con amici conosciuti di persona. Il mondo della lettura e il blog mi hanno invece avvicinata ad un sacco di persone sparse in tutta Italia. Persone con cui condivido risate, interessi e passioni. E qualcuna che sento ogni giorno e che ho finito anche per incontrare di persona.
Ma che dice Mon in merito?

Le mie prime amicizie online risalgono a quando avevo 13 o 14 anni e giocavo di ruolo. Ho conosciuto alcune splendide persone che tutt’ora sento. Alcune le ho anche incontrate. Il boom di amicizie online è arrivato poi attraverso la lettura e il blog. Ho amiche librose sparse in tutta Italia, cosa che di persona ho avuto raramente. Di amiche che vedo di persona e che leggono penso ci sia solo Kia. Non sempre viene capita l’amicizia online, viene vista spesso come una cosa pericolosa, perché non puoi mai essere sicuro di chi ci sia dall’altra parte, ma credo che con smartphone e social vari questa cosa stia scomparendo. Quando giocavo di ruolo mia mamma non era troppo felice visto che le uniche info che avevo di questi miei amici erano il nickname e la chat su MSN.

Ed ora voce alle partecipanti al GDL che abbracciano un po’ tutte le età.

Daniela

È normale che i genitori di Eliza non concepiscano l’amicizia on-line. È una cosa che non c’era ai loro tempi, probabilmente loro non utilizzano i social e temono di non avere nessun controllo sulla figlia.
Premesso che utilizzo pochissimo i social, a me non sembra così strano poter avere delle amicizie on-line. Molti hanno maggior facilità a parlare di sé e aprirsi scrivendo, piuttosto che nella realtà. Si possono incontrare molti bugiardi e approfittatori? Probabile. E bisogna stare ben attenti. Ma non è che nella realtà (off-line, come dice Eliza) sia molto diverso…

Ilaria

Assolutamente possibile, ma ho iniziato a pensarlo solo dopo aver aperto il blog: prima credevo che senza contatto diretto non ci fossero rapporti veri, ora con il blog ho avuto modo di conoscere tantissime persone e con alcune, tra cui qualche autrice, sono più in contatto delle persone che conosco e con cui avrei modo di interagire di persona. Inoltre, credo che spesso le persone riescano a rivelare di più di se stesse online piuttosto che di persona, che siano meno frenate dalla timidezza.

Amaranth

Ho scoperto che l’amicizia online è molto più reale di quanto si tenda a pensare e può avvicinare persone che altrimenti non avrebbero modo di incontrarsi. Lo scambio attraverso la rete non è poi così diverso da quello che si può avere di persona, anche se chiaramente la compresenza fisica consente diverse attività che online sono precluse. Tuttavia, se pensiamo alla sincerità del rapporto, credo che sia evidente che in qualunque circostanza ognuno racconta di sé solo ciò che è pronto a condividere e, se è certo che lo schermo possa rendere più facili certe interazioni, non per questo deve essere demonizzato.
Non credo che sia stata la rete a sottrarre alle persone la capacità di rapportarsi l’una all’altra né, nel caso specifico di Eliza, che le sue amicizie siano limitate a causa dello schermo. Al contrario, lo schermo le permette di avere contatti con persone esterne alla sua famiglia (fondamentali!) che altrimenti non riuscirebbe ad avere.
La preoccupazione dei genitori può essere legittima, ma forse andrebbe ridimensionata e reindirizzata.

Alice

Credo assolutamente che possano nascere amicizie in rete e che queste possano trasformarsi in legami più profondi. Penso però che questo sia per lo più possibile se si condivide lo stesso interesse (libri, cucina, viaggi, fitness, film). Sarei scettica invece nei confronti di quelle amicizie nate per dire tra due persone con “profilo privato” perché appunto più complicato stabilire una sorta di legame.

Karen

Prima di entrare in un gruppo di lettura non avevo amici online. Sono la prima a non fidarmi e a temere che dietro uno schermo non ci sia la persona che credo. Il mondo della lettura è indubbiamente un mondo più pulito di tanti altri, ho voluto rischiare…e oggi sono molto contenta di averlo fatto. Ho conosciuto persone fantastiche! Alcune le sento quotidianamente, altre con meno frequenza, ma le considero mie amiche tanto quanto quelle che ho conosciuto nel mondo “reale”.

Antonella

Per me il gruppo di lettura è stata la prima – e per ora l’unica – esperienza di amicizia online. Ho qualche amica con la quale, causa mancanza di tempo, comunichiamo in pratica solo online, ma sono amicizie nate di persona.
Soprattutto come genitore, mettono qualche timore…tua figlia pensa di comunicare con un/una simpatico/a coetaneo/a e tu immagini orridi marpioni che si nascondono dietro leggiadri nickname.
Penso però che anche un’amicizia online possa essere molto sentita e importante, specie durante l’adolescenza che richiede i suoi riti, i segreti e le esclusive!
Anche se, personalmente, dopo un po’ desidererei un contatto personale, anche se solo una volta ogni tanto.

E voi, cosa ne pensate? Avete amici conosciuti online? O siete scettici in merito?

#allevireadathon: Arabesque

Buon giorno lettori! Un giorno in ritardo causa ferie – purtroppo finite – ma sono qui per fare il punto della #allevireadathon e lasciarvi la divisione dell’ultimo volume. Io sono in costante fase di recupero, al mare ho letto davvero pochissimo, bagni, sole e racchettoni mi hanno totalmente assorbita. Essendo comunque una rilettura, riesco a seguire senza grossissimi problemi il gruppo di lettura che mi (ci) sta dando grandi soddisfazioni. Un gruppo unito, che condivide la passione per la lettura e che nonostante alcuni disguidi nel recupero dei libri si diverte a chiacchierare insieme. Credo proprio che alla fine di questo volume ci mancherà parecchio. Un po’ di follia in primavera è piaciuto anche se non da impazzire. Nel senso che la tristezza che accompagna un po’ la crescita di Alice ci ha attanagliate un po’ tutte, lasciando poco spazio al caso e più ai sentimenti e alla vita privata della nostra adorabile protagonista.

Se non siete iscritti ma volete leggere con noi l’ultimo volume della serie, vi lascio qui il link al regolamento generale. Altrimenti scriveteci una mail, vi spiegheremo tutto!

Oggi vi lasciamo la divisione dei capitoli di Arabesque, ovvero sesto e ultimo (per ora) volume della serie.

Lunedì 17 settembre: dall’inizio a “La danza è il movimento dell’universo condensato in un individuo
Martedì 18 settembre: da “Mi perdo sempre ma so sempre da che parte è il mare” a “Solo amici e poi uno dice un noi
Mercoledì 19 settembre: da “Tell me, where is the shepherd for this lost lamb?” a “C’è un tempo che non è né il passato né il presente […]
Giovedì 20 settembre: da “Di qualsiasi cosa siano fatte le nostre anime, la mia e la sua sono la medesima cosa” a “Sarei pronta a dare un po’ della mia vita per permetterti di ballare per sempre
Venerdì 21 settembre: da “Your heart is as black as night” a “Sempre e mai sono quasi la stessa cosa
Sabato 22 settembre: da “Mi è sempre piaciuto andare per strade traverse […]” a “Me ne andavo con un cuore in cui mancava qualcosa, senza sapere cosa fosse
Domenica 23 settembre: da “È un vento che si placa in un momento ma lascia dentro tanto freddo” a “Può capitare che tu abbia paura del buio […]
Lunedì 24 settembre: da “Eri più bella come ipotesi” a “Chiudevo gli occhi nei presagi grevi: aprivo gli occhi: tu mi sorridevi
Martedì 25 settembre: da “Ma se tu mi addomestichi…la mia vita sarà come illuminata” alla fine

Pronti? Vi ricordo che in palio c’è il prossimo libro della serie!!