Crea sito

newton compton editori

Recensione: La ragazza della neve di Pam Jenoff

Buongiorno! Oggi vi lascio la recensione di un libro che in realtà ho finto da un po’: La ragazza della neve di Pam Jenoff, gentilmente inviatomi da Newton Compton Editori.
la ragazza della neve cover
Titolo: La ragazza della neve
Autore: Pam Jenoff
Editore: Newton Compton Editori
Link di acquisto: Amazon | Kobo
Goodreads

Noa ha sedici anni ed è stata cacciata di casa quando i genitori hanno scoperto che è rimasta incinta dopo una notte passata con un soldato nazista. Rifugiatasi in una struttura per ragazze madri, viene però costretta a rinunciare al figlio appena nato. Sola e senza mezzi trova ospitalità in una piccola stazione ferroviaria, dove lavora come inserviente per guadagnarsi da vivere. Un giorno Noa scopre un carro merci dove sono stipate decine di bambini ebrei destinati a un campo di concentramento e non può fare a meno di ricordare suo figlio. È un attimo che cambierà il corso della sua vita: senza pensare alle conseguenze di quel gesto, prende uno dei neonati e fugge nella notte fredda. Dopo ore di cammino in mezzo ai boschi Noa e il piccolo, stremati, vengono accolti in un circo tedesco, ma potranno rimanere a una condizione: Noa dovrà imparare a volteggiare sul trapezio, sotto la guida, della misteriosa Astrid. In alto, sopra la folla, Noa e Astrid dovranno imparare a fidarsi luna dell’altra, a costo della loro stessa vita.

 

Ammetto di aver avuto, inizialmente, qualche difficoltà ad entrare in sintonia con la storia. Forse mi aspettavo qualcosa di diverso, non lo so. La titubanza, però, è durata poco. Superati i primi capitoli ho trovato una storia diversa da qualsiasi altra cosa letta, una storia super originale e completamente nuova, dei personaggi sfaccettati e problematici. Ho trovato l’antisemitismo della seconda guerra mondiale, ho trovato la paura, il coraggio. La voglia di andare contro al potere, ma la necessità di stare, per il bene di tutti, entro certi limiti. Ho trovato l’impotenza di fronte alle forze che gestivano l’Europa in quel periodo e allo stesso tempo la forza d’animo di andare sempre avanti, di trovare soluzioni, di sopravvivere a tutto.

La ragazza della neve parte dalla fine, conosciamo una Astrid anziana che ritrova un pezzo della sua vita da giovane, della sua vita dedicata al circo. Dopodichè ci viene raccontata la storia per intero, per poi ritrovarci al punto di partenza.

Noa è il primo personaggio in cui ci imbattiamo. La sua parte di storia, quella spoiler free, è narrata tutta nella trama. Noa sembra decisamente più adulta dei suoi 16 anni, probabilmente la vita l’ha fatta cresce un po’ più velocemente. Trovo che sia davvero un bel personaggio, qualche sventatezza e forse un po’ troppa testardaggine, ma mi è piaciuta. La vita le ha tolto tutto, l’adolescenza, una famiglia, suo figlio. Nel corso della storia, però, Noa scopre che quella stessa vita è pronta a darle molto, se affrontata nel modo giusto.
Anche Astrid, nonostante sia un po’ nevrotica, mi è piaciuta molto. Anche lei dalla vita non ha ricevuto esattamente rose e fiori, quindi è comprensibile che sia molto restia a fidarsi e si chiuda spesso in sè stessa nel momento in cui ha il presentimento che le cose non andranno come le piacerebbe.
Mi è piaciuto molto l’evolversi del rapporto tra Astrid e Noa, due persone molto diverse ma con un passato simile per certi aspetti. La loro ‘allergia’ alle altre persone, ad aprirsi e confidarsi, si fonde con la voglia di avere quacuno con cui condividere sogni e paure.

La sua premura è una goccia d’acqua, però, incapace di riempire l’oceano di vuoto che ho nel cuore.

Ho adorato Herr Neuhoff, il padrone del circo in cui di svolge la storia di Noa e Astrid. Un personaggio particolare, all’apparenza burbero, ma pronto a mettersi in gioco in prima persona per salvare altre persone, per dare loro una parvenza di serenità e famiglia.

Luc invece è un personaggio strano, dà un’ombra di mistero alla storia, ci lascia un po’ sempre sul chi va là.
L’ambientazione poi è particolare: un circo nel periodo nazista. Ho apprezzato la possibilità di scoprire le dinamiche interne di questa realtà, la vita da ‘nomadi’, sempre a stretto contatto l’uno con l’altro. Una realtà dove pudore e segreti non esistono, ma non potrebbero esserci nemmeno volendo. Un mondo in cui si dimostra necessaria la fiducia nel prossimo e in cui non si può pensare solo in chiave strettamente personale.

La ragazza della neve è una storia in cui troviamo un sacco di sentimenti che si intrecciano nei modi più inaspettati: amore, odio, paura, solitudine, amicizia, rabbia, gioia e disperazione. Li troviamo tutti, con mille sfaccettature. C’è chi li nasconde, o almeno ci prova, e chi li esterna senza nessuna remora.

Vi dico la verità, non avrei disdegnato qualche pagina in più: ho trovato conclusione ed epilogo un po’ troppo rapidi. Probabilmente perché ero entrata nella storia e non avrei mai voluto staccarmi dai personaggi.

È un libro che consiglio un po’ a tutti. Una narrazione veloce, ma mai affrettata. Una storia che ti incolla alle pagine e ti fa affezionare ai personaggi.

Recensione: Oliver, il gatto che salvò il Natale di Sheila Norton

Buon pomeriggio!
Concludiamo la settimana con la recensione di “Oliver, il gatto che salvò il Natale”, libro di cui vi ho ampiamente parlato. Adoro Oliver, ho amato il libro e spero di convincerci a dargli una possibilità. Se non vi porterà direttamente ad adottare un micio rosso come Oliver, sicuramente vi scalderà il cuore e vi farà passare qualche ora dolce e pelosa.

Click qui per il calendario delle recensioni



oliver cover
Titolo: Oliver, il gatto che salvò il Natale
Autore: Sheila Norton
Editore: Newton Compton Editori
Link di acquisto: Amazon | Kobo
Goodreads

Una storia tenera e commovente che ha conquistato i lettoriLa straordinaria favola del gattino dal grande cuore

Oliver è un gatto timido e pigro e raramente si spinge fuori dal pub dove vive. Il suo mondo è tra quelle mura, le avventure non fanno per lui. Ma la sua vita è destinata a cambiare da un giorno all’altro, quando un incendio divampa nella cucina e costringe Oliver ad abbandonare la dimora tanto amata. È giunto il momento di affrontare un ambiente per lui sconosciuto. Eppure Oliver non ha grandi difficoltà a farsi amare dagli uomini, che si mostrano gentili e premurosi con lui. Un giorno però, tra i volti allegri di tanta gente, nota una ragazzina molto triste e sola. Ha bisogno di un amico, pensa Oliver. E visto che siamo vicini al Natale, perché non diventare il protagonista di un piccolo miracolo…



Non ho mai letto tanti libri con protagonisti animali, ma questo mi ha attirato fin da subito. Sono un’amante dei gatti e il dolce Oliver sulla copertina mi chiamava e pretendeva di raccontarmi la sua storia.

È proprio un micio rosso di nome Oliver il protagonista di questa storia di Natale. Oliver racconta la sua storia ad un micino di cui conosceremo l’identità solo alla fine. In questo libro però non si parla solo di Oliver ma anche di George, il suo padrone e di tutti gli altri amici umani che il micio impara a conoscere.

Quando il bar di George (nonchè casa di Oliver) va a fuoco, i due si ritrovano per strada e, spaventato, Oliver scappa nel bosco e si perde. È Dan a trovarlo e portarlo a casa da Nicky, sua moglie. I due sono nuovi in città ma presto i vicini si accorgono di Oliver e lo riconoscono dandogli una casa in più in cui trovare rifugio e, soprattutto, cibo. Piano piano, attraverso il racconto di Oliver impariamo a conoscere Sarah, Martin e le loro figlie, che si rallegrano nel giocare con il micio avendo da poco perso il loro.

Con il passare dei giorni, Oliver si rende conto che qualcosa non va nella cittadina. Il fuoco che ha distrutto la sua casa e costretto George ad andare a vivere lontano ha rovinato molti dei piani e delle tradizioni delle famiglie del paese. Essendo per lui una cosa inaccettabile, Oliver si mette all’opera per salvare il Natale e nel farlo riuscirà a risollevare gli animi di tutti.

Non posso dirvi cosa si inventa Oliver nel corso della storia perché vi rovinerei tutta la magia, ma sappiate che questo dolce micio è davvero straordinario. Ha una personalità incredibile e riesce a farsi amare da tutti. Coccoloso, un po’ viziato quando si tratta di cibo e pieno di energia, vitalità e idee per aiutare i suoi amici umani, è impossibile che non vi conquisti.

Oliver ci regala una storia perfetta per questo periodo, piena di amore e serenità. Trovo sia perfetta per tutti gli amanti di animali, per bambini e adulti e per chi crede ancora nella magia del Natale e dei piccoli gesti che possono cambiare tutto.

Calendario dell’avvento libroso: “Oliver, il gatto che salvò il Natale”

Buongiorno!
La settimana inizia al meglio con l’ultima tappa del Blog Tour dedicato al pelosissimo Oliver, protagonista del omonimo libro edito Newton Compton Editori uscito il 30 novembre scorso. Ve l’ho nominato un paio di volte qui sul blog o sulla nostra pagina Facebook ma oggi, nella mia tappa, voglio darvi 5 motivi per cui dovreste leggere questo libro.

Prima di passare ai motivi, vi lascio qui la splendida immagine che una della mie colleghe blogger ha realizzato con il calendario delle tappe appena passate e i link delle tappe: Libro Fatato | La collezionista di Fandom| Airals World. Se ne leggon di libri… | Leggere per sognare | Non solo libri

Ma non è finita qui: dal 13/12 al 23/12 ci sarà un Review Party dedicato sempre a questo libro in modo che possiate farvi un’idea ancora più in grande di quanto sia speciale.

Bando alle ciance, ecco i 5 motivi per cui vi consiglio di leggere “Oliver, il gatto che salvò il Natale”:

  • Oliver è ovviamente il primo motivo. Il gattone rosso che ci accompagna per tutto il libro come voce narrante ha una personalità davvero particolare e una vivacità e entusiasmo difficili da ignorare. Oliver contagia tutti e intelligente com’é riesce a risolvere anche le situazioni più spinose
  • Sarah è solo una degli amici umani di cui Oliver si circonda, ma è quella che secondo me merita una menzione speciale per il suo entusiasmo e la sua voglia di mettersi in gioco e aiutare tutti. È quella che più di tutti coinvolge gli altri e cerca di sistemare il villaggio e il Natale.
  • Tabby e Suki sono gli amici gatti di Oliver e li ho adorati. Tabby con il suo essere maschio alpha che va dietro a tutte le gatte ma alla fine si ritrova a torna sempre dalla stessa e Suki, così giovane e fiera, ma allo stesso tempo spaventata e ancora un po’ cucciola. Mi è piaciuto vederli attraverso gli occhi di Oliver che, ahimè, proprio non capisce il fascino delle femmine e pensa a quanto impegno serve per stargli dietro.
  • Tutti gli altri personaggi a parte quelli menzionati in precedenza. Ognuno di loro ha qualcosa da offrire e nonostante siano molti, ognuno è ben caratterizzato e con caratteristiche e comportamenti diversi. Le persone che conosciamo durante la lettura si aiutano tra di loro, sono oneste e cercano di migliorare la vita nel villaggio ognuno a modo suo. Ovviamente tutti adorano Oliver, come si potrebbe non farlo?
  • La voglia di scoprire cosa si inventerà Oliver per aiutare tutti i suoi nuovi amici umani. Oliver ci racconta di non essere sempre stato un micio così socievole, ma alcuni imprevisti lo portano a doversi aprire con il mondo. È bello scoprire ogni piccola cosa che questo splendido gatto rossiccio si inventa per migliorare il Natale di tutti gli abitanti del villaggio.

Vi ho convinti? Spero di sì perché penso davvero che sia una storia che andrebbe letta sotto Natale, magari anche con i bambini (considerando il rischio che vi chiedano un micino rosso come regalo).

Non finisce qui! Fino al 23/12 avete l’opportunità di vincere una copia cartacea del libro, quindi cosa state aspettando?

a Rafflecopter giveaway

Letture del mese – Novembre 2017

mon firma

Titolo: Origin (Robert Langdon #5)
Autore: Dan Brown
Genere: Thriller
Pagine: 564
 
Goodreads
 
Titolo: Come se fossimo già madri
Autore: Silvia Algerino
Genere: Narrativa
Pagine: 138
 

Goodreads
 

Titolo: Shadow and Bone (The Grishaverse #1)
Autore: Leigh Bardugo
Genere: Fantasy
Pagine: 358
 
Goodreads
 
Titolo: Oliver, il gatto che salvò il Natale
Autore: Sheila Norton
Genere: Narrativa
Pagine: 281
 

Goodreads
 

 
divisore dx

 

kiafirma

arabesque cover
Titolo: Arabesque (Alice Allevi #6)
Autore: Alessia Gazzola
Genere: Contemporary, Romance
Pagine: 350
 
Recensione
Goodreads
 
Titolo: La corte dei leoni
Autore: Jane Johnson
Genere: Romance, Storico
Pagine: 448
 
Recensione
Goodreads
 
la corte dei leoni cover
il tuo passo era troppo veloce
Titolo: Il tuo passo era troppo veloce
Autore: Mari Thorn – Anne Went
Genere: Contemporary, Romance
Pagine: 244
 
Goodreads