Crea sito

newton compton editori

Blog Tour: L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero ~ I luoghi del romanzo

Buongiorno! Oggi tocca a noi questa sesta tappa del Blog Tour dedicato a L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero. Bianca è un’autrice che ho sentito molto nominare, ma di cui non avevo letto ancora niente. Quando Chris di Chronicles of a Bookaholic mi ha coinvolta in questo BT, ho deciso di fidarmi. Lo stile di Bianca, fresco e pulito, il suo modo di narrare, la sua visione dell’amore, sono stati una piacevole scoperta. Il suo libro mi ha accompagnato in questi ultimi frenetici giorni e devo dire che l’ho adorato. Adesso devo recuperare tutto quello che ha scritto 😉
l'ultima notte al mondo banner blog tour
Ma torniamo a noi, al Blog tour che ospitiamo oggi sul blog. Nella nostra tappa analizzeremo – spero senza tediarvi – i luoghi in cui si svolge il romanzo. Prima diamo un occhiata ai dettagli del libro!

l'ultima notte al mondo cover
Titolo: L’ultima notte al mondo
Autore: Bianca Marconero
Data di pubblicazione: 29 giugno 2017
Editore: Newton Compton Editori
Add to Goodreads

Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?

Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…
E non finisce qui: tra le pagine del prequel, Ed ero contentissimo, in coda a questo volume, scoprirete un Marco adolescente sui banchi di scuola, un protagonista al quale non potrete non affezionarvi.

Bugie, tradimenti e gelosie: un romanzo sull’amore romantico, divertente e profondo, che sa arrivare al cuore dei lettori.

 

Dicevo, i luoghi. Il romanzo è ambientato a Bologna. Ma Bologna, soprattutto per chi come me la conosce poco o niente, potrebbe essere una città come tante altre. Vediamo quindi più di preciso dove si svolgono le vicende di Marco e Marianna.

Quartiere Pilastro (Bologna)

quartiere pilastro bologna

È il quartiere dove Marco è cresciuto col padre dopo essere stato separato dalla madre tossicodipendente. Si trova nella periferia est di Bologna, è stato costruito negli anni 60 per accogliere l’immigrazione a Bologna e, nonostante i tentativi di riqualificazione, negli anni si è guadagnato la fama di essere una delle aree più degradate della città. Questo luogo ha segnato la vita di Marco, che ha passato la sua adolescenza giocando a basket nel campetto del quartiere con gli amici. Marco ora si è trasferito in un altro quartiere – Borgo Panigale – in un monolocale ricavato da un capannone le cui finestre danno sulla fabbrica della Ducati.

Grand Hotel Baglioni (Bologna)

Penso sia uno dei luoghi che più ho odiato del romanzo, ma non potevo non citarlo. Albergo storico di Bologna, unico cinque stelle lusso dell’Emilia Romagna. È un luogo importante per la storia di Marianna con Luca, un luogo che evidenzia la falsità della loro relazione, il fatto che sia solo una cosa costruita, di immagine.

hotel baglioni bologna

Piazza Maggiore (Bologna)

piazza maggiore bologna

Se dovessi scegliere il luogo che più ha significato per Marco e Marianna, mi troverei in difficoltà. La gita ad Amsterdam, in primis, la sede della rete televisiva per cui lavora Marco, ma soprattutto Piazza Maggiore a Bologna. Più precisamente piazza Maggiore nella notte di Capodanno. È il luogo che segna in modo definitivo una svolta nel romanzo, il luogo in cui Marco e Marianna si incontrano ‘davvero’. Marianna è distrutta, non vi posso ovviamente dire il perchè, e Marco è lì, quasi la stesse aspettando.

Istanbul

Un bar ad Istanbul, al tramonto. Non aggiungo altro. È il luogo più importante, tra tutti. Spero di avervi incuriositi abbastanza. <3

istanbul

Vi lascio il calendario con tutte le tappe, che potete recuperare per partecipare al giveaway.

Ma non è ancora finita. Per questo blog tour abbiamo deciso di mettere in palio due bellissimi premi: una copia cartacea de L’ultima notte al mondo contenente anche la novella Ed ero contentissimo e un biglietto per una data del tour di Tiziano Ferro! (P.S. Il giveaway finisce il 30 giugno, quindi le date utilizzabili sono quelle successive a questa data).

Per partecipare dovete seguire poche semplici regole e compilare il form qui sotto!
– Essere lettori fissi o seguire via mail TUTTI i blog partecipanti
– Mettere “Mi piace” alla pagina FB di Bianca Marconero
– Mettere “Mi piace” alla pagina FB di Newton Compton Editori
– Lasciare un indirizzo email valido
– Mettere “Mi piace” alle pagine FB dei blog partecipanti (facoltativo)
Commentare tutte le tappe (facoltativo)
Condividere l’evento taggando 2 amici (facoltativo)

a Rafflecopter giveaway

In vetrina: Amore per tre di Fabiola D’Amico

Buongiorno 🙂
Come già vi aveva annunciato Kia settimana scorsa, abbiamo deciso di usare la rubrica “In vetrina” per mostrarvi le uscite che ci attirano delle varie CE. Questa settimana ho scovato questo libro che dalla trama sembra carino, anche se forse più adatto al periodo natalizio. Vi ispira?

amore per tre cover
Titolo: Amore per tre
Autore: Fabiola D’Amico
Data di pubblicazione: 1 giugno 2017
Edtiore: Newton Compton Editori
Aggiungi a Goodreads

Un incontro voluto dal caso, un amore nato per gioco…

Tutto merito del destino?

Klain e Simone vivono a New York. Non si conoscono, ma s’incrociano spesso a Central Park durante le loro corsette mattutine. Si piacciono, tuttavia nessuno dei due fa nulla per sbloccare la situazione, finché, quando lui salta una corsa al parco, si perdono di vista. Klain ha una figlia di sei anni, Danielle. Un giorno, confida alla piccola che gli piace una ragazza di cui però non sa nulla. La bambina chiede allora a Babbo Natale di far incontrare la donna misteriosa al padre, così che possa diventare la sua fidanzata. Klain, che ama la figlia più di qualunque altra cosa al mondo, decide di cercare di esaudire il suo desiderio. Come per magia, riesce a rintracciare Simone e viene a sapere che sta per lasciare per sempre New York. A quel punto, si fa avanti e le chiede di fingersi la sua fidanzata per il periodo di Natale. E se invece fosse per sempre?

 

FABIOLA D’AMICO
Facebook  | Goodreads

È cresciuta ad Aspra, in provincia di Palermo, e vive a Bagheria. Il lavoro occupa gran parte del suo tempo ma appena può s’immerge nella lettura o nella scrittura. Con la Newton Compton ha pubblicato il suo primo romanzo, Un giorno da favola, Un matrimonio da favola e Amore per tre.

Recensione: La rosa del califfo di Renée Ahdieh

Buongiorno! Nuovo libro, nuova recensione. Oggi vi parlo del secondo volume di una duologia di cui mi sono innamorata. Avete già capito di cosa sto parlando? De La rosa del califfo di Renée Ahdieh, ovviamente.
la rosa del califfo cover
Titolo: La rosa del califfo (The Wrath and the Dawn #2)
Titolo originale: The Rose & the Dagger
Autore: Renée Ahdieh
Editore: Newton Compton Editori
Disponibile in italiano: Sì
Goodreads

Shahrzad è stata la moglie del califfo del Khorasan. Era giunta nella sua dimora con lo scopo di vendicare la morte di altre fanciulle andate in sposa a lui. Poi il suo piano è saltato, Khalid non è infatti il mostro che tutti credono. È un uomo tormentato dai sensi di colpa, vittima di una potente maledizione. Ora che è tornata dalla sua famiglia, Shahrzad dovrebbe essere felice, ma quando scopre che Tariq, suo amore d’infanzia, è alla guida di un esercito e sta per muovere guerra al califfo, la ragazza capisce che deve intervenire se vuol salvare ciò che ama. Per tentare di evitare una sciagura, spezzare quella maledizione, ricongiungersi a un uomo di cui ora scopre di essersi innamorata, Shahrzad farà appello ai suoi poteri magici, a lungo rimasti sopiti dentro di lei…

Quanto mi è piaciuta questa duologia da uno a dieci? Almeno venti. Scherzi a parte l’ho proprio adorata. Questo secondo libro l’ho letto insieme ad Airals e un mini gruppo di lettura e quindi tra un commento e l’altro me lo sono proprio goduto.

Vi dirò che se dovessi decidere tra i due volumi sceglierei il primo. Esatto, questo mi è piaciuto un pochino meno. Forse semplicemente perché mi aspettavo, e avrei voluto, più Shazi e Khalid insieme. Rimane il fatto che non ha nulla da invidiare a La moglie del Califfo.

In questo secondo volume, ancor più che nel primo, non si sta mai fermi, c’è un sacco di azione, di mistero. Quella magia che avevamo trovato appena accennata nel primo libro, qui entra prepotente in scena. La magia che Shazi scopre di avere aiutata da Musa e da Baba, la magia che in generale permea le fiabe orientali.
La storia si svolge in 3 ambienti diversi, quindi è molto dinamica anche da quel punto di vista. La sensazione di avere sempre Shazi e Khalid ad un passo l’una dall’altro ci spinge a girare pagina, a continuare, a voler sapere se ci sarà o no il lieto fine tanto sospirato.

Insieme alla magia, troviamo decisamente più presenti alcuni personaggi. Alcuni solo nominati nel primo volume, altri nuovi di zecca. I miei preferiti? Irsa e Rahim. Irsa è la sorella di Shahrazad, una ragazza che è praticamente l’opposto della sorella maggiore, timida e delicata, ma che sa farsi rispettare e valere quando ce n’è bisogno. L’ho molto apprezzata. Rahim nel primo volume era una comparsa, qualcuno che era lì ma non aveva uno scopo. Anche lui ha avuto un ruolo decisamente più importante e non mi è spiaciuto per nulla.

Shahrazad e Khalid sono sempre loro, adorabili nel loro essere scontrosi. La ragazza, qui ancora di più che ne La moglie del califfo è un’Eroina con la E maiuscola. Sempre pronta ad aiutare chi le sta accanto e a lottare per chi ama, senza mai farsi mettere i piedi in testa. Questo la porta ovviamente a rischiare la vita, ma in un modo o nell’altro se la cava sempre.
Khalid sembra un po’ più umano, meno spinoso. Tolto che con Shazi è perfetto, riesce anche a costruire dei rapporti con persone esterne alla sua famiglia, nonostante la rabbia repressa e scostandosi un po’ dall’idea di mostro che tutti si sono fatti di lui.

Despina. Non fatemi dire nulla. A me tutto sommato era piaciuta. Mi è crollata. Mai avrei immaginato un doppio gioco e un risvolto simili. Vero è che un pochino si riscatta alla fine, ma per me è no. Le avrei ficcato due dita negli occhi ad un certo punto. Capitolo chiuso.

Prima di chiudere vorrei spendere una parola sulle descrizioni. Sono molte, a volte lunghe e dettagliate. Ma il modo che ha Renée Ahdieh di descrivere, di farci immergere nei colori e nei profumi del Medio Oriente. Ragazzi, quanta poesia.

Al centro del piano usurato del tavolo venne sistemato un immenso vassoio d’argento pieno di ammaccature con una coscia di agnello arrosto. Vennero poi distribuiti dei cestini ricolmi di fette di pane barbari ai semi di sesamo imburrate e delle ciotole sbeccate piene di ravanelli e pezzi di formaggio di capra salato.
Bambini urlanti agguantavano mazzetti di ravanelli e staccavano grossi pezzi di barbari prima di avventarsi sulla carne a mani nude. Gli adulti sminuzzavano nelle tazze profumati gambi di menta fresca che poi inondavano con scure cascate di tè caldo.

In conclusione, un libro – e una serie – che sono entrati a far parte dei miei preferiti e che vi consiglio caldamente. Non penso ne rimarrete delusi.


kiafirma

In vetrina: L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero

Buongiorno!
Con la Mon, nei deliri tramite messaggi vocali delle sette di mattina, abbiamo pensato di aumentare gli appuntamenti con questa rubrica. Vorremmo utilizzarla quando scoviamo un libro che ci ispira e di cui aspettiamo l’uscita, per un libro di cui si è parlato molto. Insomma, parlare di libri fa sempre bene, scoprirne di nuovi pure e quindi eccoci qui.
Il libro di oggi è L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero. Lo ammetto, non ho mai letto nulla di suo *va in un angolino a nascondersi*, ma l’ho sentita consigliare dall’universo e quindi questa sarà la volta buona!

l'ultima notte al mondo cover
Titolo: L’ultima notte al mondo
Autore: Bianca Marconero
Data di pubblicazione: 29 giugno 2017
Editore: Newton Compton editori

Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…

 

Vi dirò che mi ispira un sacco e trovo che la copertina sia magnifica.
E non è finita qui. Il libro esce con anche una novella, prequel de L’ultima notte al mondo, compresa nell’edizione cartacea. Per quanto riguarda la versione digitale, la novella avrà vita separata.

Titolo: Ed ero contentissimo
Autore: Bianca Marconero
Data di pubblicazione: 29 giugno 2017
Editore: Newton Compton editori

“Tu chiedevi sempre se c’era una speciale, una che mi tenesse sveglio, qualcuna a cui pensassi e io rispondevo che non c’era. Era una bugia, papà.
Io una ragazza speciale ce l’ho da cinque dei miei diciotto anni.
Lei, papà, è il motivo per cui crederò sempre ai colpi di fulmine, mi fiderò sempre delle canzoni, saprò che si può tutto per amore. E non dico per conquistarlo, ma per permettere a chi amiamo di stare bene. Si può tutto senza avere nulla in cambio, insomma, senza una possibilità al mondo di essere felici.
Ah, perché la mia ragazza mica lo sa che sono innamorato di lei.”Cinque anni prima de “L’ultima notte al mondo”, tra i banchi di scuola, Marco si innamora di Marianna. E attraverso Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione Marco affronta le cinque fasi dell’Elaborazione dell’Amore.

 

BIANCA MARCONERO
Facebook | Goodreads

Bianca Marconero vive a Reggio Emilia. Dopo aver lavorato come copywriter per l’editoria periodica si è dedicata alla scrittura creativa. Esordisce con la saga di Albion, di cui sono stati pubblicati Albion, Ombre, e le novelle Diario di un’Assassina e il Principe Spezzato. Spera di poter presto tornare a occuparsi della parte conclusiva della saga, e nel frattempo scrive, con grande piacere, storie romantiche.
Per Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella.

kiafirma