l'ultimo bacio banner

Buongiorno lettori!
Praticamente sto tornando sul blog solo per recensire Bianca e lo so che non è il massimo, ma meglio di niente giusto? I libri di Bianca non posso fare a meno di leggerli e amarli, quindi non potrei mai non parlarvene. Se ancora non siete su Amazon a comprare questo libro, spero di convincervi entro la fine del post.

l'ultimo bacio cover
L’ultimo bacio
di Bianca Marconero
Editore:

Self

~
Pagine:
374
~
Uscita:
15 novembre 2019
~
Link:

Amazon

,

GoodReads

«È una contraddizione in termini, Alice. Un bacio tra di noi non potrà mai essere l’ultimo». Alex e Alice non lavorano più insieme. Dopo l’ultimo licenziamento, le loro strade si sono divise. Sono trascorsi nove mesi e Alice tenta di tenere insieme i pezzi della sua vita, si barcamena tra mille lavori e cerca di andare avanti. Ma pensa ancora ad Alessandro. Sono trascorsi nove mesi e Alessandro ha preso le redini del progetto internazionale del Gruppo Francalanza Visconti, dirige la nuova sede di Parigi e ha una relazione stabile con Carlotta, una ricca ereditiera indicata da tutti come la sua compagna ideale. Ma pensa sempre ad Alice. Sono trascorsi nove mesi e tutto è pronto per il matrimonio di Emilia e Fosco, la location è stata scelta, gli inviti mandati e la chiesa addobbata. Sono trascorsi nove mesi e per Alex e Alice, entrambi testimoni degli sposi, è venuto il momento di rivedersi. Nella cornice da sogno di un antico monastero sul lago di Como, tra balli mancati e un duello di sguardi, si delinea un accordo imprevisto: scambiarsi un ultimo bacio e poi ognuno andrà per la sua strada. Ma un bacio tra due persone che si vogliono ancora, nonostante proclamino di non volersi affatto, non potrà mai essere l’ultimo. Soprattutto se il destino trama e li porta a lavorare per l’ennesima volta uno accanto all’altra nella città più romantica del mondo. Ma è davvero possibile capirsi, quando il passato minaccia di tornare? E come si può trovare il perdono quando emerge un segreto in grado di separarli per sempre?Tra una salita sulla butte di Montmartre una passeggiata ai giardini del Lussemburgo, tra serate all’Opéra Garnier e shopping sulla rive gauche, Alex e Alice avranno la loro occasione per scoprire il vero significato dell’ultimo bacio. Il capitolo conclusivo della storia di Alex e Alice

Questa recensione potrebbe essere riassunta in una semplice frase: se ancora non avete letto la storia di Alex e Alice, mollate tutto e andate a leggerlo. Chiaramente chiudendo immediatamente questa pagina e iniziando a leggere avreste guadagnato qualche minuto in più da dedicare alla loro storia, ma io non starei facendo molto bene il mio lavoro di blogger, quindi proverò a darvi qualche motivo in più per correre su Amazon.

Alice e Alex ci regalano un seguito intenso a Le nostre prime sette volte, un susseguirsi di dimostrazioni d’amore fraintese e momenti bellissimi. In questo libro il punto di vista di Alex è predominante e finalmente riusciamo a capire meglio cosa prova e pensa, cosa che mancava nel libro precedente, in cui il suo comportamento era spesso incomprensibile.

Alex nel primo libro era odioso e in questo si espone per la donna che ama ed è disposto veramente a tutto per farglielo capire. È un uomo abituato ad avere tutto quello che desidera e per avere Alice non si risparmia bugie e sotterfugi, ma il fatto che si impegni così tanto a farla felice dimostra che ogni errore è stato fatto in assoluta buona fede.

Alice è una donna incredibile. Ha superato tantissimi ostacoli nella sua vita, è buona, intelligente, estramente capace nel suo lavoro e ha una pazienza infinita. Mi è piaciuto vederla più vulnerabile, così come ho apprezzato che sia riuscita a mettersi in gioco nonostante le continue delusioni ricevute.

Ci sono momenti molto forti in questo libro, che assolutamente non mi sarei aspettata e che mi hanno lasciata sconvolta. L’autrice è riuscita a inserire temi importanti e a trattarli con la delicatezza giusta. 

La Marconero ha inserito tutti i personaggi già conosciuti in Non è detto che mi manchi e in Le nostre prime sette volte. Emilia e Fosco hanno un ruolo molto importante e conosciamo qualcosa in più della loro storia. Sono persone importantissime nella vita sia di Alex e di Alice e ho amato che fossero così presenti in questo libro.

Sono stati introdotti anche nuovi personaggi come Maurice, che ho amato alla follia. Aggiunge un po’ di leggerezza ad un libro dai toni un po’ più seri degli altri. Mi ha ricordato un po’ Pier di Un maledetto lieto fine. È amico, confidente e in generale una persona bellissima.

Ammetto, e probabilmente sono l’unica, di aver apprezzato anche Carlotta se ignoriamo per un attimo il fatto che sta sempre dove non dovrebbe essere. Non penso sia una brutta persona e credo che il modo in cui è stata cresciuta abbia contribuito molto alla persona che è diventata da adulta, un po’ come con Alex. Per lui è servita un’Alice a farlo rinsavire e migliorare…chissà che non possa succedere anche con lei. Bianca, un libro su Carlotta no?

C’è poco altro che posso aggiungere senza rischiare di rivelarvi particolare che dovete scoprire da voi ma sappiate che, secondo la mia opinione, quella di Alice e Alex è una della storia d’amore più belle che Bianca abbia scritto. Mi rimarrà nel cuore per un bel po’. Li ho amati troppo.

Se siete arrivati fin qui, spero di avervi convinto a dargli una possibilità.

Prima di lasciarvi alle vostre letture, voglio parlarvi di un’iniziativa che abbiamo pensato proprio per questa giornata insieme ad altre blogger.
Le bravissime Denise Aronica e Clarissa di Words of Books hanno creato dei segnalibri con citazioni proveniente dai vari libri della Marconero, che voi potrete scaricare e stampare gratuitamente. Ne troverete uno in ogni post delle seguenti blogger: Chronicles of a bookaholic, We Found Wonderland in Books, Il Libro Sulla Finestra, La lettrice sulle nuvole e Cronache di Lettrici Accanite.

Questo a fianco è quello che abbiamo scelto per voi e devo dire che mi piace davvero tantissimo. Fateci sapere nei commenti se vi piace e se lo userete.

2 Commenti su Recensione: L’ultimo bacio di Bianca Marconero

  1. Ciao cara Mon, non sai che bello leggerti e sapere che questo libro è arrivato dove speravo arrivasse! Come dicevo anche con Cristina, sono felice che tu sia andata oltre a una figura palesemente negativa come Carlotta. Io per prima sono stata spesso tentata di liquidarla come personaggio irrimediabile. Ma sarebbe sicuramente un esercizio interessante esplorare le sue ragioni. Non sbagliamo mai quando cerchiamo di metterci dalla parte degli altri, per comprendere cosa li spinga ad agire. Ribadisco anche qui che vi sono davvero grata per quello che avete fatto in questi giorni, e per l’iniziativa dei segnalibri. Siete state fantastiche.

    • Ciao Bianca,
      è stato davvero un piacere poter leggere e recensire questo libro. Per i segnalibri, l’idea è stata di Asia e di Maria Cristina, ma ci è piaciuta un sacco. Sono venuti fuori proprio belli!

      Mi fa piacere che tu mi dica certe cose su Carlotta, vuol dire che non ho sbagliato totalmente nel mio giudizio. Penso che non esistano personaggi irrimediabili e Carlotta, a parte non credere minimamente nell’amore e essere a volte un po’ perfida, non è che abbia commesso chissà quale atrocità. È un personaggio davvero complesso, che ho apprezzato. Complimenti per aver creato un personaggio con così tante sfaccettature, nonostante fosse “solo” un personaggio marginale.

      Al prossimo, sicuramente stupendo, libro.

      Un abbraccio,
      Mon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *