Crea sito

chiara venturelli

Recensione: Linea 97 – Appuntamento con il destino di Chiara Venturelli

Buongiorno lettori!
Come vi avevo anticipato qualche tempo fa in un Teaser Tuesday, ho recentemente letto l’ultimo libro di Chiara Venturelli: Linea 97. La storia nasce su EFP anni fa, ma Chiara ha deciso di riprenderla in mano e pubblicarla e io non potrei esserne più felice.

linea 97 cover

Titolo: Linea 97: Appuntamento con il destino
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self

Danielle trascorre il viaggio quotidiano in autobus fissando il paesaggio sempre uguale, con poca voglia di tornare a una casa dove si sente solo ospite. Peter resta sempre in piedi vicino all’uscita, isolato da tutti e protetto dal cappuccio sempre alzato.
Sulla linea 97, il destino dà appuntamento a due vite all’apparenza diverse, ma gravate entrambe da troppi addii e sogni infranti.
Riusciranno a vedersi, pur avendo ormai rinunciato a guardare davvero il mondo, e ad arrendersi al bisogno disperato del calore di un abbraccio, per lenire anni di solitudine?
Questa non è solo una storia d’amore, è un inno alla speranza che non deve mai scomparire, alle seconde opportunità che la vita ci offre, perché l’autobus, presto o tardi, percorre la strada di ognuno di noi.

Linea 97 è sempre stata una delle mie storie preferite scritte da Chiara, se non contiamo “Lezioni di seduzione” che per me vince su tutto. Quando ha annunciato di volerla sistemare e poi pubblicare come libro non avrei potuto essere più felice e, dopo averlo letto, posso dire di non essere rimasta delusa.

La storia di Peter e Danielle, i due protagonisti, ruota interamente attorno al bus 97 che collega le loro case al resto della città. Danielle e Peter prendono lo stesso bus tutti i giorni, ma non si sono mai parlati. Entrambi si sono notati, ma nessuno prende mai l’iniziativa di parlare con l’altro. Grazie a certe circostanze, i due iniziano a conoscersi e da lì parte una storia dolcissima che mi sarà difficile dimenticare.

Danielle è una ragazza solitaria, abituata a stare da sola e vittima dei vari trasferimenti fatti negli anni a causa del lavoro del padre. Spostarsi così spesso l’ha abituata a non avere affetti, a contare solo su sè stessa e a non legarsi troppo alle persone. Tutto cambia nel momento in cui conosce Peter. Quel ragazzo misterioso sempre nascosto sotto un cappuccio riesce a fare breccia nel piccolo muro che si era sollevata intorno e lei, per ricambiare, lo aiuterà ad affrontare molte cose del suo passato.

La storia di Peter è quella che mi ha colpita di più e che avrei volito venisse approfondita di più, soprattutto la gestione del suo passato e dei suoi sentimenti nei confronti di tale passato. Danielle gli è di molto aiuto nell’aprirsi e nell’aiutarlo ad affrontare i suoi demoni, ma non tutto è sempre facile e quando si è abituati a essere soli, aprirsi richiede grande fiducia. Ammetto che avrei voluto vedere di più i due affrontare queste situazioni difficili insieme, invece le cose si sono risolto un po’ troppo velocemente per i miei gusti. Amo un po’ di eccesso di dramma e difficoltà nelle storie, ma quella scritta da Chiara è comunque molto bella e carica di significato.

La scrittura di Chiara è sempre molto molto piacevole. I suoi personaggi sembrano prendere vita con i loro difetti e i loro pregi. Sempre molto svegli e pronti a fare battutine. Adoro tutti i suoi personaggi secondari e mi piace tantissimo che riesca a intrecciare le sue storie come se tutti i suoi personaggi vivessero in un unico mondo e a volte potessero interagire tra loro. Io un incontro Jack (protagonista di Lezioni), Rick (personaggio di Lezioni) e Peter me lo leggerei volentieri.

Insomma, un libro perfetto per accompagnare la vostra estate, soprattutto se siete delle romanticone come me. Ora la domanda resta solo una…a quando il prossimo libro?


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook

Teaser Tuesday #169

Buon pomeriggio lettori!
Il Teaser Tuesday di oggi riguarda un libro che ho finito di leggere ieri sera, ma ci tenevo comunque a lasciarvene un estratto. Pubblicata dopo un attenta revisione, “Linea 97” è l’ultimo lavoro di Chiara Venturelli, che non delude mai. Le sue storie d’amore sono sempre dolcissime e ben scritte.

teaser tuesday

Fu una brusca frenata a riscuotere Danielle dai ricordi, costringendola ad appoggiarsi di riflesso al sedile anteriore.

Cominciò a levarsi un brusio di protesta, che sfociò in imprecazioni indignate all’annuncio della gomma bucata. Tra una lamentela e l’altra, i passeggeri si rassegnarono a scendere per attendere il mezzo sostitutivo che sarebbe arrivato il prima possibile dal deposito.

Anche sul bordo della strada il ragazzo se ne stava in disparte, accanto a un albero secco. Il sole filtrava dietro le sue spalle creando strani giochi di luce e l’albero morente conferiva un che di decadente e malinconico. Distogliere gli occhi da lui non era mai semplice, in quell’occasione ancora meno del solito.

Era uno studente come lei? Oppure lavorava nel centro commerciale vicino alla fermata da cui saliva ogni sera? Perché non si sedeva mai e non calava mai il cappuccio?

Dopo venti minuti, arrivarono due minibus da una trentina di posti l’uno. Distratta dalle ipotesi fantasiose sullo sconosciuto, Danielle raggiunse la fila troppo tardi per accaparrarsi l’agognato sedile accanto al finestrino. Il corridoio centrale era sufficiente a malapena per muoversi, perciò anche il ragazzo era stato costretto a sedersi.

A due passi dal posto vuoto, lei si fermò, indecisa. Lui guardava, incurante, fuori dal finestrino.

«Signorina?» L’uomo dietro di lei la richiamò all’ordine, spazientito.

Prese quindi, d’istinto, la decisione di sedersi. Il ragazzo non si girò a guardarla, però si mosse a disagio nel sedile come se non gradisse la sua presenza. Oppure era solo un’impressione, la mente gioca strani scherzi, soprattutto dopo una giornata intera di studio.

Con la coda dell’occhio, osservò i movimenti alla sua sinistra. La mano del ragazzo era poggiata contro il finestrino, con l’indice tracciava strani segni come se stesse scrivendo qualcosa, impossibile capire se fossero lettere o un disegno. Aveva gli auricolari nelle orecchie, come sempre.

Capitolo 1 – Linea 97 di Chiara Venturelli

divisore dx

Linea 97cover
Danielle trascorre il viaggio quotidiano in autobus fissando il paesaggio sempre uguale, con poca voglia di tornare a una casa dove si sente solo ospite. Peter resta sempre in piedi vicino all’uscita, isolato da tutti e protetto dal cappuccio sempre alzato.
Sulla linea 97, il destino dà appuntamento a due vite all’apparenza diverse, ma gravate entrambe da troppi addii e sogni infranti.
Riusciranno a vedersi, pur avendo ormai rinunciato a guardare davvero il mondo, e ad arrendersi al bisogno disperato del calore di un abbraccio, per lenire anni di solitudine?
Questa non è solo una storia d’amore, è un inno alla speranza che non deve mai scomparire, alle seconde opportunità che la vita ci offre, perché l’autobus, presto o tardi, percorre la strada di ognuno di noi.

Letture del mese: Marzo 2018

mon firma

Titolo: A Court of Mist and Fury (A Court of Thorns and Roses #2)
Autore: Sarah J. Maas
Genere: Fantasy
Pagine: 626
 
Goodreads | Amazon
 
Titolo: Un fidanzato di troppo (Tra palco e realtà #2)
Autore: Chiara Venturelli
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 330
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
Titolo: Nient’altro al mondo
Autore: Laura Martinetti e Manuela Perugini
Genere: Narrativa
Pagine: 220
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
Titolo: Una ragazza inglese
Autore: Beatrice Mariani
Genere: Narrativa
Pagine: 288
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
Titolo: La distanza tra le stelle
Autore: Lily Brooks-Dalton
Genere: Narrativa
Pagine: 336
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
Titolo: Obsidio (The Illuminae Files #3)
Autore: Amie Kaufman e Jay Kristoff
Genere: Science Fiction
Pagine: 615
 
Goodreads | Amazon
 

 
divisore dx

 

kiafirma

come un'eclissi cover
Titolo: Come un’eclissi (Uncrossed #2)
Autore: Alessia D’ambrosio
Genere: Romance, New Adult
Pagine: 275
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
Titolo: Ogni attimo è nostro
Autore: Luigi Ballerini
Genere: Narrativa, Young Adult
Pagine: 256
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
ogni attimo è nostro cover
tutto per te cover
Titolo: Tutto per te
Autore: Laura Gay
Genere: Romance, New Adult
Pagine: 320
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
Titolo: Il profumo del mosto e dei ricordi
Autore: Alessia Coppola
Genere: Romance
Pagine: 320
 
Recensione | Goodreads | Amazon
 
il profumo del mosto e dei ricordi cover
l'oceano quando non ci sei cover
Titolo: L’oceano quando non ci sei
Autore: Mark Lowery
Genere: Fiction, Young Adult
Pagine: 256
 
Recensione | Goodreads | Amazon (dal 10 aprile)
 

Recensione: Un fidanzato di troppo di Chiara Venturelli

Buon lunedì!
Iniziare la settimana è sempre un trauma, ma oggi inizia con una nota positiva: domani esce su Amazon il seguito di “Lezioni di seduzione” di Chiara Venturelli, intitolato “Un fidanzato di troppo”. Ho avuto l’opportunità di leggerlo in anteprima e sono contentissima di essere riuscita a recensirlo prima dell’uscita, in modo da consigliarvi di correre tutti su Amazon a comprarlo domani. Chiara ha pubblicato questo seguito come self e devo dire che ha fatto un ottimo lavoro. Adoro la cover che richiama perfettamente la trama del libro.

cover un fidanzato di troppo

Titolo: Un fidanzato di troppo (Tra palco e realtà, #2)
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self
Link di acquisto: Amazon

Sono trascorsi quattro anni dall’atto finale di Lezioni di seduzione e la distanza ha messo a dura prova Liz e Jack, alimentando incomprensioni e gelosia. Il tempo e gli eventi li hanno cambiati ma, ancora una volta, sarà uno spettacolo a costringerli a comunicare.
Jack è passato dal teatro alla tv e sul set della commedia romantica Un fidanzato di troppo scoprirà che, di nuovo, la sua vita privata rischia di seguire i binari di quella fittizia.
Liz ha appena ripreso le redini della sua vita, sostenuta dall’amicizia di Rick e Jessica, quando si ritrova tra due fuochi. Chi scegliere tra Daniel, da sempre fonte di supporto e stabilità, e Jack, che invece considera la vita come un grande palcoscenico? Tra equivoci, rancori, nuovi e vecchi amori, l’epilogo di una storia nata dall’alchimia e messa alla prova dalla distanza. L’amore, si sa, non è mai logico né facile.

Ho avuto la fortuna di poter leggere “Un fidanzato di troppo” in anteprima e l’ho adorato. Da quando ho letto “Lezioni di seduzione” non vedevo l’ora di tornare a leggere di Jack e Liz. Sono due personaggi che mi hanno rubato il cuore perché Chiara ha questa capacità di farti avvicinare ai suoi personaggi, a farti affezionare e a farti vivere le loro esperienze come se tu fossi lì vicino a loro.

In “Lezioni di seduzione” Liz e Jack si erano conosciuti, avevano imparato ad innamorarsi su un palcoscenico e nella vita, tra alti e bassi. Hanno due famiglie particolari, amici fidati e un grande amore. “Un fidanzato di troppo” riprende 4 anni dopo la fine del primo libro: Liz e Jack hanno vissuto una storia a distanza per anni e le cose non sono state affatto semplici. I rapporti a distanza sono sempre difficili e viverli ad un oceano di distanza rende tutto più complicato.

Liz è cresciuta in questi anni, ha rinunciato a molte cose per stare vicina alla famiglia dopo una tragedia e non sa bene che direzione dare alla propria vita. Dopo il college non è mai semplice capire da che parte andare e sapere che la persona che ami non è accanto a te per aiutarti a prendere queste decisioni complica tutto. Quando le cose con Jack si mettono male, si rende conto che è facile appoggiarsi alla prima persona che le da una mano, soprattutto quando l’unica che vorrebbe a fianco non è lì per aiutarla. Daniel rientra in scena prepotentemente, senza lasciare spazio a nessun altro, disposto a tutto pur di stare vicino a Liz e a conquistarla.

Lo ammetto candidamente: odio Daniel. Lo trovo stucchevole, al limite dello stalking e particolarmente odioso. Non so se tutti lo odino come me, ma dal momento in cui è apparso e ogni volta che veniva nominato io avevo in mente la scena di Harry Potter in cui Piton con fare disgustato afferma: “Potrei vomitare”. Il problema principale con Daniel è che tutti si rendono conto di com’è tranne Liz. La ragazza è così concentrata sui suoi problemi e sul suo dolore che non si rende conto che quello che è accanto non è un semplice amico ma una persona che vorrebbe qualcosa di più da lei e cerca di ottenerlo in maniera subdola, riempiendola di gelato e coccole.

L’altro punto di vista che ci viene dato all’interno del libro (sì ci sono due POV) è quello, ovviamente, di Jack. La sua vita lavorativa ha sicuramente preso il volo: è passato dal teatro alla tv e le cose non potrebbero andare meglio in quel senso. È quando gli viene offerto un ruolo in un film intitolato “Un fidanzato di troppo” che la sua vita privata e lavorativa tornano a intrecciarsi. Anche Jack è cresciuto in questi quattro anni, ha fatto delle scelte non sempre corrette, ma ha deciso di seguire il cuore per questa volta. Lo ritroviamo innamorato, pieno di rimorsi e disposto a tutto per tornare ad essere felice con la sua miciotta. La cosa che ho apprezzato di più è che nonostante Jack sia maturato e abbia imparato dai suoi errori, non ha perso la voglia di provocare, mettersi in gioco e fare tutto e di più per raggiungere i suoi scopi. Amo di Jack il fatto che non tenga solo a Liz, ma anche a sua sorella e sua madre, rendendosi conto di non aver ferito solo la propria ragazza con i suoi comportamenti, ma anche la sua famiglia e che risolvere con Liz significa anche mettere a posto i rapporti con le altre due.

Adoro che Chiara sia riuscita a rendere “Un fidanzato di troppo” una storia d’amore, d’amicizia, ma anche di crescita come individui e come coppia. C’è il triangolo tra Liz, Jack e Daniel, ma c’è anche l’amicizia con Jessica e Rick (personaggio spettacolare, voglio un libro solo su di lui), il rapporto di Liz con Kimberly che finalmente ha superato la gelosia e si è trasformato in qualcosa di unico, l’amore della famiglia e i sacrifici che si è disposti a fare proprio per la famiglia. L’unica cosa che avrei voluto fosse leggermente diversa è Liz. È sicuramente cresciuta tantissimo e gli eventi l’hanno quasi messa KO, ma l’avrei voluta più combattiva, più “tigre”, un po’ meno passiva rispetto agli eventi che la interessano. Rimane comunque un personaggio che adoro e che nei momenti giusti fa scintille.

Quella che ha scritto Chiara è una serie che merita di essere letta perché fa staccare la mente dai momenti tristi, fa rilassare, ridere, fa venire voglia di avere un Jack tutto per noi che si spoglia a caso e ci sussurra dolcezze e non solo. La consiglio a chiunque voglia un po’ di amore in formato libroso.