Crea sito

Libri

Review Party: Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero

Buongiorno lettori! La recensione di oggi, al secondo giorno di questo review party, arriva per festeggiare l’uscita di un libro che non vedevo l’ora di leggere e che è uscito ieri. Avete già capito di cosa sto parlando? Ovviamente di Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero.

non è detto che mi manchi cover

Titolo: Non è detto che mi manchi
Autore: Bianca Marconero

Fosco è un giovane programmatore con tre grandi passioni: i videogiochi, il parkour e la sua ragazza Gaia. Per sbarcare il lunario collabora con una rivista specializzata. Dopo anni di convivenza, Gaia esige da lui un gesto maturo. Per non deluderla, Fosco pensa di candidarsi per una promozione, sebbene questo significhi aumentare le ore di lavoro e abbandonare definitivamente il videogioco che sta progettando da anni. Mentre lui è alle prese con i suoi dubbi, tutta la redazione è in fermento per l’arrivo di Emilia, una modella star dei social, che collaborerà con la rivista per qualche tempo. Per Fosco la comparsa della popolarissima influencer non è altro che l’ennesima scocciatura, ma una serie di coincidenze inattese porterà i due ad avvicinarsi e a scoprire un’affinità sorprendente… Chi avrebbe mai potuto immaginare che mondi tanto diversi potessero comunicare e capirsi? Più passa il tempo e più Emilia dimostra di essere l’unica persona che sappia vedere Fosco per quello che è davvero, mentre Fosco, superando i propri pregiudizi, riesce a cogliere la vera natura di Emilia. E, per la prima volta nella loro vita, i sogni non sembrano più tanto stupidi, ma straordinariamente realizzabili.
Lei è una star dei social.
Lui vive dietro uno schermo.
Potrà mai essere vero amore?

Da quando ho scoperto dell’uscita di questo libro, ho iniziato una trepidante attesa finché non l’ho avuto tra le mani. L’ho letteralmente divorato e credo anzi che lo rileggerò a breve perché sono assolutamente convinta di essermi persa un sacco di amore e sfumature. Il punto è che non riuscivo a rallentare, ogni pagina volevo scoprirne di più su Fosco, Emilia, Alessandro e Alice.
Proprio così. Anche questa volta Bianca è riuscita a creare dei personaggi che ci entrano di forza nel cuore. Che, se anche ci sembrano odiosi, fanno qualcosa che rende impossibile non amarli.

Se Marco Bertani si era fatto stretto per lasciare uno spazio ad Andrea Serpieri, ora entrambi hanno dovuto lasciare un pochino del loro spazio a Pietro Foscarini. Fosco è un programmatore che però recensisce videogiochi per lavoro. Nerd al punto giusto, nasconde due occhi blu da infarto dietro agli occhiali, sostenendo che le dita negli occhi gli fanno paura e quindi le lenti non le indosserà mai.

Nel palazzo dove lavora Fosco conosciamo Alessandro, il capo nonché cugino di Pietro. Uno di quei personaggi di Bianca per cui non riesci a fare il tifo, ma che in qualche modo riesce comunque a farsi amare entro la fine del libro. E poi conosciamo Alice, quello che posso affermare sia il mio personaggio preferito. Alice è acidissima, ma molto brava. Intelligente, preparata, risolve le emergenze all’interno della redazione di Lollipop, un settimanale per ragazzine, e sostanzialmente litiga con Alessandro. E qui parte la prima richiesta: Bianca, ma la storia di Alessandro e Alice la scopriremo mai? Perché è evidente che sia successo qualcosa tra i due, ma che cosa? Ti prego, adoro Alice.

E poi c’è Emilia, b, la Instagirl che arriva nella redazione di Lollipop per una serie di numeri dedicati a lei. Emilia è…beh, Emilia la dovete scoprire. Emilia è un personaggio che all’inizio pare avere la profondità di una pozzanghera, ma che scopriamo essere decisamente di più mano a mano che proseguiamo con la lettura. È un personaggio che cresce è vero, ma trovo sia più un personaggio che trova la forza per mostrarsi per quello che è davvero fin dall’inizio.

Non è detto che mi manchi segue quello che è lo ‘schema Bianca’. Due personaggi totalmente diversi che sembrano non avere assolutamente nulla in comune, nemmeno un appiglio a cui aggrapparsi per trascinarsi uno verso l’altro. Eppure le cose evolvono, le persone si scoprono, le impressioni possono rivelarsi sbagliate. L’amore nelle storie di Bianca è una costante, quell’amore da romanzo, infinito, palpabile. Quell’amore che pur essendo ‘finto’ incontra delle difficoltà che ce lo fanno sentire più vicino, più nostro. Sono storie dolci, che fanno sognare, sospirare…e terminare la lettura in FIUMI di lacrime. Adesso attendo l’extra: sono curiosa di sapere se piangerò ancora o se mi darà lo stesso senso di soddisfazione del +1 di Un altro giorno ancora.

Due personaggi di cui non posso non parlarvi: Glitch, il gatto rosso che trova Fosco quando ne ha più bisogno e senza il quale la storia sarebbe diversa e Amelia, la madre di Fosco. Una donna che inizialmente ci fa storcere un po’ il naso ma che pian piano si mostra sempre più umana ed empatica e che mi ha in un certo senso conquistata.

Non è detto che mi manchi, quindi, posso dire che non mi ha assolutamente delusa, anzi. Mi ha lasciata svuotata di lacrime, ma piena di quell’amore di cui Bianca sa scrivere con una semplicità disarmante. Penso di avervelo già detto con Un altro girono ancora, ma lo ripeto. Fatevi un regalo, leggete questo libro, questa autrice: non potrete che innamorarvene.


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook

Recensione: Non è troppo tardi di Sam P. Miller

Buongiorno lettori!
Concludiamo al meglio la settimana con addirittura due recensioni. La prima è quella di “Non è troppo tardi”, libro di cui vi avevo parlato qualche tempo fa quando avevo postato il Cover Reveal. Nel pomeriggio invece ne posterà una Kia.

Non è troppo tardi cover

Titolo: Non è troppo tardi (Se ti amassi ancora #2)
Autore: Sam P. Miller
Editore: Self

Il tempo è un gran guaritore, può curare ogni ferita. Ecco perché, dopo un po’, i ricordi sembrano sbiadire e fare meno male.
Cosa ne è stato di Alex e Olivia? Del batticuore, del loro amore così tormentato?
La vita è andata avanti, sono cresciuti e hanno stravolto le loro abitudini ma non i sentimenti, quelli veri sono rimasti.
Olivia ha ventisei anni, una laurea in psicologia, una carriera avviata e un fidanzato che la ama più di ogni altra cosa al mondo.
Alex, invece, è diventato socio di un’importante studio di architettura. Nella sua vita non c’è più spazio per l’amore, l’unica evasione che si concede è un’arida relazione di sesso, nella quale i sentimenti non sono oggetto di trattativa.
Due vite molto diverse che procedono spedite a undici Stati di distanza l’una dall’altra, ma poi entra in gioco lui… il destino, che come un abile mazziere rimescolerà le carte in modi così imprevedibili che nessuno dei due potrà sottrarsi a quella partita, perché, in fondo, non è mai troppo tardi per rimettersi in gioco.

Ho avuto la fortuna di poter leggere in anteprima questo libro, anche se la recensione esce oggi, a più di una settimana dalla pubblicazione. Se ricordate avevo letto qualche tempo fa il primo libro della serie che mi era piaciuto, ma aveva qualche piccola cosa che non mi aveva convinta. Il secondo libro della serie “Se ti amassi ancora” mi è piaciuto molto di più anche se alcune cose non mi hanno convinta nemmeno qui.

Sono passati dieci anni dal primo libro e Alex e Olivia sono cambiati moltissimo. Lui è diventato un architetto molto bravo, mentre lei è psicologa. Non si sentono da anni e non hanno più alcun tipo di rapporto, avendo vissuto per la maggior parte del tempo in due vite diverse. Tutto cambia quando Alex torna a vivere nella stessa città di Olivia. È qui che l’autrice inizia a intrecciare di nuovo le loro storie e pianta nella nostra mente un seme che ci fa credere che forse il Destino esiste.

Ho apprezzato l’enorme crescita che hanno avuto i protagonisti, Olivia soprattutto. Da ragazzina so tutto io tutta perfettina è diventata una donna sicura di sé e delle sue capacità, con la risposta pronta e che non si lascia mettere i piedi in testa. Alex non è più il ragazzino che si comporta da uomo macho che era al liceo. È diventato un uomo complesso, che riflette su cosa vuole dalla vita, che ama il suo lavoro e che se vuole qualcosa dalla vita fa di tutto per ottenerla e non perderla.

La trama è abbastanza scontata, nel senso che il finale del libro è quasi ovvio fin dall’inizio, ma è comunque molto piacevole da leggere e alcuni momenti mi hanno proprio divertita. Forse a volte ci sono state un paio di forzature, ma a questo Destino ogni tanto una mano gli serve.

La cosa che non ho apprezzato particolarmente è il modo in cui viene gestito il fidanzato di Olivia. È un personaggio che ha del potenziale e che si apprezza nel corso del libro, ma che ad un certo punto smette praticamente di esistere (quando Olivia è a New York) e che viene messo da parte fin troppo in fretta. Poteva essere usato per creare del sano drama e per avere una storia un po’ più realistica.

L’autrice è riuscita a creare un bel seguito, piacevole da leggere e che tiene incollati alle pagine per scoprire che ne sarà dei due protagonisti. Consiglio entrambi i libri a chi quest’estate ha voglia di un po’ di amore e di credere che ognuno di noi abbia qualcuno con cui è destino stare.


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook

WWW…Wednesday #38

Ciao lettori!
Il mercoledì porta, come sempre,l’appuntamento con il WWW Wednesday. È sempre un piacere condividere con voi le nostre letture e siamo super curiose di sapere che cosa state leggendo voi. Fateci sapere nei commenti.

Letto

In lettura

Da leggere

Ho iniziato a leggere una nuova serie MM, e Salvation è il secondo libro. Devo dire che finora non sono male, anche se niente in confronto a serie come Cut & Run o THIRDS. Inizio oggi L’ultima notte al mondo di Bianca Marconero perché sento di aver rimandato per troppo. Devo conoscere anche io questa autrice che Kia adora. Sono super curiosa. Come prossima lettura tengo lì Bussola, che non so perché ancora non ho preso in mano.

Letto

In lettura

Da leggere

Sto leggendo Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero e, anche se non l’ho ancora finito, posso già dirvi che Bianca non ha sbagliato nemmeno stavolta. Ci ha regalato un altro romanzo pieno di vita, amore, amicizia e realtà. Settimana scorsa, invece, ho finito E così, forse, sarai felice di Alessia Esse: un altro nome che è una garanzia!! Prossima lettura credo che sarà The hate U give perché attende da troppo ed è decisamente ora di leggerlo!!

Recensione: Linea 97 – Appuntamento con il destino di Chiara Venturelli

Buongiorno lettori!
Come vi avevo anticipato qualche tempo fa in un Teaser Tuesday, ho recentemente letto l’ultimo libro di Chiara Venturelli: Linea 97. La storia nasce su EFP anni fa, ma Chiara ha deciso di riprenderla in mano e pubblicarla e io non potrei esserne più felice.

linea 97 cover

Titolo: Linea 97: Appuntamento con il destino
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self

Danielle trascorre il viaggio quotidiano in autobus fissando il paesaggio sempre uguale, con poca voglia di tornare a una casa dove si sente solo ospite. Peter resta sempre in piedi vicino all’uscita, isolato da tutti e protetto dal cappuccio sempre alzato.
Sulla linea 97, il destino dà appuntamento a due vite all’apparenza diverse, ma gravate entrambe da troppi addii e sogni infranti.
Riusciranno a vedersi, pur avendo ormai rinunciato a guardare davvero il mondo, e ad arrendersi al bisogno disperato del calore di un abbraccio, per lenire anni di solitudine?
Questa non è solo una storia d’amore, è un inno alla speranza che non deve mai scomparire, alle seconde opportunità che la vita ci offre, perché l’autobus, presto o tardi, percorre la strada di ognuno di noi.

Linea 97 è sempre stata una delle mie storie preferite scritte da Chiara, se non contiamo “Lezioni di seduzione” che per me vince su tutto. Quando ha annunciato di volerla sistemare e poi pubblicare come libro non avrei potuto essere più felice e, dopo averlo letto, posso dire di non essere rimasta delusa.

La storia di Peter e Danielle, i due protagonisti, ruota interamente attorno al bus 97 che collega le loro case al resto della città. Danielle e Peter prendono lo stesso bus tutti i giorni, ma non si sono mai parlati. Entrambi si sono notati, ma nessuno prende mai l’iniziativa di parlare con l’altro. Grazie a certe circostanze, i due iniziano a conoscersi e da lì parte una storia dolcissima che mi sarà difficile dimenticare.

Danielle è una ragazza solitaria, abituata a stare da sola e vittima dei vari trasferimenti fatti negli anni a causa del lavoro del padre. Spostarsi così spesso l’ha abituata a non avere affetti, a contare solo su sè stessa e a non legarsi troppo alle persone. Tutto cambia nel momento in cui conosce Peter. Quel ragazzo misterioso sempre nascosto sotto un cappuccio riesce a fare breccia nel piccolo muro che si era sollevata intorno e lei, per ricambiare, lo aiuterà ad affrontare molte cose del suo passato.

La storia di Peter è quella che mi ha colpita di più e che avrei volito venisse approfondita di più, soprattutto la gestione del suo passato e dei suoi sentimenti nei confronti di tale passato. Danielle gli è di molto aiuto nell’aprirsi e nell’aiutarlo ad affrontare i suoi demoni, ma non tutto è sempre facile e quando si è abituati a essere soli, aprirsi richiede grande fiducia. Ammetto che avrei voluto vedere di più i due affrontare queste situazioni difficili insieme, invece le cose si sono risolto un po’ troppo velocemente per i miei gusti. Amo un po’ di eccesso di dramma e difficoltà nelle storie, ma quella scritta da Chiara è comunque molto bella e carica di significato.

La scrittura di Chiara è sempre molto molto piacevole. I suoi personaggi sembrano prendere vita con i loro difetti e i loro pregi. Sempre molto svegli e pronti a fare battutine. Adoro tutti i suoi personaggi secondari e mi piace tantissimo che riesca a intrecciare le sue storie come se tutti i suoi personaggi vivessero in un unico mondo e a volte potessero interagire tra loro. Io un incontro Jack (protagonista di Lezioni), Rick (personaggio di Lezioni) e Peter me lo leggerei volentieri.

Insomma, un libro perfetto per accompagnare la vostra estate, soprattutto se siete delle romanticone come me. Ora la domanda resta solo una…a quando il prossimo libro?


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se vi piace il nostro blog e volete acquistare il libro recensito, cliccate su questi link e compratelo da qui. Non spenderete di più né noterete differenze, ma ci aiutate a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook