Crea sito

cassandra clare

Letture del Mese: Aprile 2018

mon firma

Titolo: Lord of Shadows (The Dark Artifices #2)
Autore: Cassandra Clare
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 701
 
Goodreads | Amazon

Titolo: Quel che resta di noi (Se ti amassi ancora #1)
Autore: Sam P. Miller
Genere: Romance
Pagine: 320
 
Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: Fai piano quando torni
Autore: Silvia Truzzi
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 212
 
Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: Otherworld (Otherworld #1)
Autore: Jason Segel
Genere: Fantascienza
Pagine: 384
 
Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: The Wicked Deep
Autore: Shea Ernshaw
Genere: Fantasy
Pagine: 305
 
Goodreads | Amazon

Titolo: Solo la verità
Autore: Karen Cleveland
Genere: Gialli/Thriller
Pagine: 352
 
Recensione | Goodreads | Amazon

divisore dx

 

kiafirma

l'uomo che metteva in ordine il mondo cover
Titolo: L’uomo che metteva in ordine il mondo
Autore: Fredrik Backman
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 321
 
Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: Le assaggiatrici
Autore: Rosella Postorino
Genere: Fiction storica
Pagine: 288
 
Goodreads | Amazon

le assaggiatrici cover
il mio segreto cover
Titolo: Il mio segreto
Autore: Kathryn Hughes
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 278
 
Recensione | Goodreads | Amazon

Titolo: Un altro giorno ancora
Autore: Bianca Marconero
Genere: Romance
Pagine: 320
 
Recensione | Goodreads | Amazon

un altro giorno ancora cover
fai piano quando torni cover
Titolo: Fai piano quando torni
Autore: Silvia Truzzi
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 212
 
Recensione (della Mon) | Goodreads | Amazon

Titolo: Il sentiero degli alberi di limone
Autore: Nadia Marks
Genere: Romance
Pagine: 241
 
Recensione | Goodreads | Amazon

il sentiero degli alberi di limone cover

5 cose che…5 autori di cui abbiamo letto più libri

Siamo a fine settimanaaa!
È venerdì e per concludere la giornata dobbiamo postare il 5 cose che, rubrica ideata da
Twins Books Lovers. In cosa consiste? Ogni venerdì verrà scelto un argomento e vari blog posteranno le proprie scelte. L’argomento di questa settimana sono i 5 autori di cui abbiamo letto più libri.


~ Mon

Ormai lo sapete, ho letto tutti i libri della Maas e li ho amati. sono 9 finora, ma andranno ad aumentare in questo 2018. J. K. Rowling con i suoi Harry Potter ha segnato tutta la mia vita e non credo smetterò mai di leggere i suoi libri. Non ho letto la sua serie su Cormoran Strike, ma conto di leggerla a breve. Deaver è lo scrittore che mi ha fatto conoscere i thriller e Rhyme è uno dei personaggi che adoro di più. Mi piacerebbe tornare a leggere thriller, magari potrei cominciare proprio con gli ultimi suoi che mi mancano. La Troisi ha scritto dei fantasy che anni fa adoravo. Alcune volte li riprendo in mano. Ho letto solo le prime due trilogie che ha scritto, ma non si sa mai, magari riprenderò anche le altre. Non pensavo avrei incluso la Clare in questa lista, ma alla fine ho letto tutta la saga degli Shadowhunters, la trilogia prima, ho letto Lady Midnight…insomma il numero sale, quindi ho deciso di includerla.

~ Kia

Di Alessia Esse ho letto praticamente tutto, sia distopici che romance, fino alle fanfiction. Adoro il suo modo di scrivere, di adattarsi ai diversi stili. Della Gazzolami manca solo Non è la fine del mondo, ma adoro la serie dell’Allieva e spero davvero di avere presto notizie su un nuovo capitolo! Per quanto riguarda Anna Premoli, mi mancano le ultime uscite, spero di recuperarle presto perché non mi ha mai delusa. Ho i miei libri preferiti tra i suoi, ovvio, ma nessuno mi ha annoiata o lasciata insoddisfatta. Dan Brown mi ha avvicinata al genere del thriller storico che ho adorato per anni. Poi mi sono un po’ stufata, ma spero di leggere presto anche Origin,
l’ultimo che mi manca. Last but not least, il mio amato Roald Dahl, uno degli autori che più mi ha fatta avvicinare alla lettura, nonché autore di libri – Matilde, il GGG,
Streghe… – che mi porterò sempre nel cuore

Letture del mese – Aprile 2017

mon firma

Titolo: Città delle Anime Perdute (The Mortal Instruments #5)
Autore: Cassandra Clare
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 535
 
Recensione della serie
Goodreads
 

Titolo: La Principessa (The Infernal Devices #3)
Autore: Cassandra Clare
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 567
 
Goodreads
 

Titolo: Città del Fuoco Celeste (The Mortal Instruments #6)
Autore: Cassandra Clare
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 756
 
Recensione della serie
Goodreads
 

Titolo: Hyperversum Next
Autore: Cecilia Randall
Genere: Fantasy
Pagine: 432
 
Goodreads
 

Titolo: Fangirl
Autore: Rainbow Rowell
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 445
 
Goodreads
 

Titolo: Signora della Mezzanotte (The Dark Artifices #1)
Autore: Cassandra Clare
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 696
 
Goodreads
 

Titolo: The Glittering Court (The Glittering Court #1)
Autore: Richelle Mead
Genere: Fantasy
Pagine: 448
 
Recensione
Goodreads
 

divisore dx

 

kiafirma

quando l'amore nasce in libreria
Titolo: Quando l’amore nasce in libreria
Autore: Veronica Henry
Genere: Romance, Chick Lit
Pagine: 286
 
Recensione
Goodreads
 

Titolo: Guida galattica per gli autostoppisti (Guida galattica per gli autostoppisti #1)
Autore: Douglas Adams
Genere: Fantascienza, Fantasy
Pagine: 213
 
Goodreads
 

guida galattica per gli autostoppisti cover
sai tenere un segreto cover
Titolo: Sai tenere un segreto?
Autore: Sophie Kinsella
Genere: Romance, Chick-Lit
Pagine: 321
 
Recensione
Goodreads
 

Titolo: La moglie del califfo (The Wrath and the Dawn #1)
Autore: Renèe Ahdieh
Genere: Romance, Fantasy
Pagine: 349
 
Recensione
Goodreads
 

la moglie del califfo cover
qualcosa cover
Titolo: Qualcosa
Autore: Chiara Gamberale
Genere: ?
Pagine: 173
 
Recensione
Goodreads
 

Titolo: Colazione da Darcy
Autore: Ali McNamara
Genere: Romance, Chick Lit
Pagine: 375
 
Recensione (della Mon)
Goodreads
 

colazione da darcy cover

Recensione: The Mortal Instruments Series di Cassandra Clare

Buondì!
Oggi sono qui con una recensione diversa da solito. Non parlo di un libro solo, ma di una serie. Scrivere tutte le trame sarebbe stato troppo, quindi ho messo solo quella del primo volume, ma se cliccate sul link di GoodReads vi rimanda alla pagina dedicata alla serie dove potete leggere tutte le trame. Potrebbero esserci spoiler quindi leggete a vostro rischio e pericolo.

[ALT COPERTINA]
Titolo #1: Città di Ossa
Titolo #2: Città di Cenere
Titolo #3: Città di Vetro
Titolo #4: Città degli Angeli Caduti
Titolo #5: Città delle Anime Perdute
Titolo #6: Città del Fuoco Celeste
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori
Disponibile in italiano:
Goodreads

La sera in cui la quindicenne Clary e il suo migliore amico Simon decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sanno che passeranno una nottata particolare ma certo non fino a questo punto. I due assistono a un efferato assassinio a opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni. In meno di ventiquattro ore da quell’incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un’affannosa ricerca, un’avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l’amore.

 

Di solito non scrivo recensioni di una saga intera, perché mi piace raccontare qualcosa di ogni libro della saga, trovare il modo di confrontarli, distinguerli. Con la saga di Shadowhunters – The Mortal Instruments, mi è risultato impossibile. I sei libri mi hanno dato la sensazione di essere stati scritti tutti insieme e poi essere stati spezzati perché pubblicare un libro di 3000 pagine non sembrava il caso.

The Mortal Instruments è una saga diversa da quelle che ho letto nel corso degli anni, sia come tematiche che come lunghezza. È una storia complessa e articolata che parla dei Nephilim, mezzi uomini mezzi Angeli che combattono per salvaguardare la terra dai demoni. Niente di nuovo, ma la Clare ha uno stile che cattura e non ti lascia staccare dalle pagine. Non si può però negare che abbia dei difetti.

La serie è stata scritta per un pubblico probabilmente più giovane di me, ma a volte ci sono stati momenti in cui mi stavano per cascare le braccia. Non sto a parlare di ogni singolo libro perché per ora, almeno nella mia mente, sono un libro solo diviso in capitoli. Il problema principale ce l’ho avuto con i due protagonisti che veramente arrivano a livelli ridicoli di paranoie e sdolcinatezze e tentativi poco riusciti di proteggere la propria età.
Le interminabili descrizioni di Jace come ragazzo perfetto me l’hanno fatto risultare un po’ insopportabile, ma ammetto che probabilmente qualche anno fa avrei sbavato anche io al sentir nominare capelli d’oro, occhi bellissimi e un fisico da favola tutto completato da un carattere da guerriero un po’ sarcastico e arrogante.

Clarissa non è l’eroina che mi aspettavo quando ho iniziato a leggere i libri, ma non si fa disprezzare. Ha voglia di mettersi in gioco, ha voglia di imparare ed è disposta, anche in maniera piuttosto stupida, a mettersi in pericolo per aiutare le persone che ama.

Incredibilmente ho apprezzato molto di più i personaggi secondari se così vogliamo chiamarli. Non so se grazie agli attori della serie tv o semplicemente perché sono carini insieme, shippo i Malec a livelli molto molto alti. Magnus è un personaggio assurdo ed è divertente e imprevedibile stargli attorno e seguirlo nella sua vita. Alec d’altro canto è uno Shadowhunters con i fiocchi, ligio alle regole che scopre piano a piano cosa vuol dire innamorarsi e lasciarsi un po’ andare. Capisce anche cosa vuol dire sbagliare e ferire qualcuno in modo quasi irreparabile e impara a chiedere scusa. Trovo che Alec sia il personaggio con un’evoluzione maggiore all’interno dei vari libri, cosa che non si può dire di Clary e Jace.

Isabelle e Simon, insieme a Luke, Jocelyn, i Lightwood, Maia e Jordan sono stati piacevoli da avere intorno e personaggi di cui ho letto molto volentieri. Trovo che la Clare non abbia dato abbastanza spazio a determinate questioni, come la morte degli amici o di persone conosciute, lasciando che i protagonisti superassero la cosa con qualche parola di conforto e basta. Non dico che dia un insegnamento sbagliato su come gestire il dolore di una perdita, ma trovo che non sia stata sfruttata l’occasione di mostrare come una perdita crei un vuoto nelle persone. Fa quasi sembrare normale che un branco di adolescenti veda morte e distruzione praticamente ogni giorno.

Insomma, i libri mi sono tutto sommato piaciuti e li consiglierei anche se con certi dubbi. Trovo che, per esempio, la saga della Clare ambientata a Londra, The Infernal Devices, sia nettamente superiore come qualità e crescita dei personaggi. Quei tre libri sono stati un piacere da leggere, ma magari ne parlerò più avanti. The Mortal Intruments rimane una serie che ha fatto un po’ la storia nel mondo dell’urban fantasy e in molti l’hanno apprezzata e la amano così com’è. Io l’ho trovata una serie molto carina e sono contenta di aver avuto finalmente l’occasione di finirla.


mon firma