Crea sito

Recensione: Caraval di Stephanie Garber

Buon pomeriggio!
Volevo pubblicare stamattina, ma per alcuni inconveniente al lavoro non sono riuscita. Oggi vi lascio la recensione di un libro che non mi decidevo mai ad iniziare a causa di tutto l’hype che lo circonda. Quando si parla così tanto di un libro o una serie tv o un film, la paura che le proprie aspettative possano essere deluse è enorme. Alla fine mi sono convinta e gli ho dato una possibilità.

caraval cover
Titolo: Caraval (Caraval #1)
Autore: Stephanie Garber
Editore: Flatiron Books
Disponibile in italiano: No
Goodreads

Remember, it’s only a game…

Scarlett Dragna has never left the tiny island where she and her sister, Tella, live with their powerful, and cruel, father. Now Scarlett’s father has arranged a marriage for her, and Scarlett thinks her dreams of seeing Caraval—the faraway, once-a-year performance where the audience participates in the show—are over.

But this year, Scarlett’s long-dreamt-of invitation finally arrives. With the help of a mysterious sailor, Tella whisks Scarlett away to the show. Only, as soon as they arrive, Tella is kidnapped by Caraval’s mastermind organizer, Legend. It turns out that this season’s Caraval revolves around Tella, and whoever finds her first is the winner.

Scarlett has been told that everything that happens during Caraval is only an elaborate performance. Nevertheless she becomes enmeshed in a game of love, heartbreak, and magic. And whether Caraval is real or not, Scarlett must find Tella before the five nights of the game are over or a dangerous domino effect of consequences will be set off, and her beloved sister will disappear forever.

Welcome, welcome to Caraval…beware of getting swept too far away.

 

Caraval è quel libro fenomeno di cui tutti parlano e non sai se fidarti o meno delle recensioni che girano in internet. Non sai deciderti se l’hype è giustificato e fai fatica a convincerti a prenderlo in mano. Questo è quello che è successo a me almeno, ma alla fine mi sono convinta e non sono rimasta delusa. C’è qualcosa che non mi ha lasciata soddisfatta, ma non esistono libri perfetti, quindi direi che questo è un ottimo libro che ho letto in poco tempo e molto molto volentieri.

Ambientato in un mondo diverso dal nostro e sicuramente in un tempo diverso, Caraval ci regala una storia di amore e di mistero, piena di effetti speciali e paure. È difficile capire cosa si nasconde nell’ombra a Caraval, cosa è vero e cosa no, il che rende tutto ancora più intrigante.

La protagonista della storia è Scarlett che sogna Caraval fin da piccola, quando la nonna le raccontava storie di questo posto meraviglioso e dell’uomo che dirige il gioco, Legend. È una ragazza che vive per proteggere la sorella Donatella da qualsiasi cosa, compreso loro padre, il Governatore Dragna. È proprio scappando da lui che le due sorelle finiscono a Caraval, accompagnate dall’affascinante Julian. Tella sparisce quasi subito e Scarlett capisce che la sua missione durante il gioco è quello di ritrovarla. Nel giro di pochi capitoli ci troviamo quindi in mezzo ad un gioco di illusioni e dubbi che vede protagonisti Scarlett e Julian, suo accompagnatore.

È difficile descrivere Caraval e il gioco che rappresenta perché continua a cambiare, non è chiaro cosa esiste e cosa no, ma alcune regole sono chiare: per vincere bisogna trovare Tella e se ci si perde troppo nelle illusioni di Caraval si rischia di non ritrovare l’uscita.
Scarlett è sveglia e determinata nella sua ricerca e arriva a fare delle scelte molto molto azzardate pur di avere la possibilità di arrivare più vicina a Tella.
Mi è piaciuta molto come protagonista, sorprattutto il suo mettere la sorella sopra tutto, anche sopra un interesse d’amore che cresce lentamente, ma inesorabile.

Whatever you’ve heard about Caraval, it doesn’t compare to the reality. It’s more than just a game or performance. It’s the closest you’ll ever find yourself magic in this world.

Indizio dopo indizio, Scarlett si fa strada nel mondo di Caraval, dove i vestiti cambiano aspettto a loro piacimento e segreti, tempo, paure sono la moneta con cui si ripagano gli indizi. Julian sarà un valido alleato, ma pieno di misteri che faranno dubitare Scarlett e il lettore molto spesso. Questi continui dubbi mi hanno fatta continuare a leggere senza mai fermarmi, fino a notte fonda. Oltre al mistero che avvolge Julian, c’è quello ancora più fitto e alla fin fine poco esplorato che riguarda Legend, l’antagonista della storia.

Da come lo descrivono e ne parlano, Legend è astuto e generalmente cattivo, ama giocare con la vita delle persone e si diverte a far innamorare ragazze per poi spezzare il loro cuore brutalmente. È bello cercare di raccogliere i pezzi del puzzle che rappresenta Legend e scoprire che i pezzi vengono continuamente rimischiati e si è tornati al punto di partenza.

Non mi ha convinta del tutto il finale, ma non mi è nemmeno dispiaciuto, quindi voglio vedere come andrà avanti la questione nel seguito. L’unica cosa che non mi ha convinto è la presenza o meglio, l’assenza, di personaggi secondari rilevanti (contando le sorelle, Julian e Legend come protagonisti). Il Governatore Dragna è presente, crea danni, ma ci viene spiegato poco nulla del perché è diventato quello che è e mi sarebbe piaciuto conoscere di più, lo stesso per Dante e altri personaggi. Spero ci venga data la possibilità di approfondire nel prossimo volume.

Una lettura davvero interessante, che ricorda alla lontanissima Il Circo della Notte, ma solo per le illusioni che creano i giocatori che ne fanno parte. Sono mondi incantati dove bisogna stare attentissimi a ogni dettaglio per non perdersi nell’illusione e non trovare più l’uscita.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*