Buon lunedì!
Iniziare la settimana è sempre un trauma, ma oggi inizia con una nota positiva: domani esce su Amazon il seguito di “Lezioni di seduzione” di Chiara Venturelli, intitolato “Un fidanzato di troppo”. Ho avuto l’opportunità di leggerlo in anteprima e sono contentissima di essere riuscita a recensirlo prima dell’uscita, in modo da consigliarvi di correre tutti su Amazon a comprarlo domani. Chiara ha pubblicato questo seguito come self e devo dire che ha fatto un ottimo lavoro. Adoro la cover che richiama perfettamente la trama del libro.

cover un fidanzato di troppo

Titolo: Un fidanzato di troppo (Tra palco e realtà, #2)
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Self
Link di acquisto: Amazon

Sono trascorsi quattro anni dall’atto finale di Lezioni di seduzione e la distanza ha messo a dura prova Liz e Jack, alimentando incomprensioni e gelosia. Il tempo e gli eventi li hanno cambiati ma, ancora una volta, sarà uno spettacolo a costringerli a comunicare.
Jack è passato dal teatro alla tv e sul set della commedia romantica Un fidanzato di troppo scoprirà che, di nuovo, la sua vita privata rischia di seguire i binari di quella fittizia.
Liz ha appena ripreso le redini della sua vita, sostenuta dall’amicizia di Rick e Jessica, quando si ritrova tra due fuochi. Chi scegliere tra Daniel, da sempre fonte di supporto e stabilità, e Jack, che invece considera la vita come un grande palcoscenico? Tra equivoci, rancori, nuovi e vecchi amori, l’epilogo di una storia nata dall’alchimia e messa alla prova dalla distanza. L’amore, si sa, non è mai logico né facile.

Ho avuto la fortuna di poter leggere “Un fidanzato di troppo” in anteprima e l’ho adorato. Da quando ho letto “Lezioni di seduzione” non vedevo l’ora di tornare a leggere di Jack e Liz. Sono due personaggi che mi hanno rubato il cuore perché Chiara ha questa capacità di farti avvicinare ai suoi personaggi, a farti affezionare e a farti vivere le loro esperienze come se tu fossi lì vicino a loro.

In “Lezioni di seduzione” Liz e Jack si erano conosciuti, avevano imparato ad innamorarsi su un palcoscenico e nella vita, tra alti e bassi. Hanno due famiglie particolari, amici fidati e un grande amore. “Un fidanzato di troppo” riprende 4 anni dopo la fine del primo libro: Liz e Jack hanno vissuto una storia a distanza per anni e le cose non sono state affatto semplici. I rapporti a distanza sono sempre difficili e viverli ad un oceano di distanza rende tutto più complicato.

Liz è cresciuta in questi anni, ha rinunciato a molte cose per stare vicina alla famiglia dopo una tragedia e non sa bene che direzione dare alla propria vita. Dopo il college non è mai semplice capire da che parte andare e sapere che la persona che ami non è accanto a te per aiutarti a prendere queste decisioni complica tutto. Quando le cose con Jack si mettono male, si rende conto che è facile appoggiarsi alla prima persona che le da una mano, soprattutto quando l’unica che vorrebbe a fianco non è lì per aiutarla. Daniel rientra in scena prepotentemente, senza lasciare spazio a nessun altro, disposto a tutto pur di stare vicino a Liz e a conquistarla.

Lo ammetto candidamente: odio Daniel. Lo trovo stucchevole, al limite dello stalking e particolarmente odioso. Non so se tutti lo odino come me, ma dal momento in cui è apparso e ogni volta che veniva nominato io avevo in mente la scena di Harry Potter in cui Piton con fare disgustato afferma: “Potrei vomitare”. Il problema principale con Daniel è che tutti si rendono conto di com’è tranne Liz. La ragazza è così concentrata sui suoi problemi e sul suo dolore che non si rende conto che quello che è accanto non è un semplice amico ma una persona che vorrebbe qualcosa di più da lei e cerca di ottenerlo in maniera subdola, riempiendola di gelato e coccole.

L’altro punto di vista che ci viene dato all’interno del libro (sì ci sono due POV) è quello, ovviamente, di Jack. La sua vita lavorativa ha sicuramente preso il volo: è passato dal teatro alla tv e le cose non potrebbero andare meglio in quel senso. È quando gli viene offerto un ruolo in un film intitolato “Un fidanzato di troppo” che la sua vita privata e lavorativa tornano a intrecciarsi. Anche Jack è cresciuto in questi quattro anni, ha fatto delle scelte non sempre corrette, ma ha deciso di seguire il cuore per questa volta. Lo ritroviamo innamorato, pieno di rimorsi e disposto a tutto per tornare ad essere felice con la sua miciotta. La cosa che ho apprezzato di più è che nonostante Jack sia maturato e abbia imparato dai suoi errori, non ha perso la voglia di provocare, mettersi in gioco e fare tutto e di più per raggiungere i suoi scopi. Amo di Jack il fatto che non tenga solo a Liz, ma anche a sua sorella e sua madre, rendendosi conto di non aver ferito solo la propria ragazza con i suoi comportamenti, ma anche la sua famiglia e che risolvere con Liz significa anche mettere a posto i rapporti con le altre due.

Adoro che Chiara sia riuscita a rendere “Un fidanzato di troppo” una storia d’amore, d’amicizia, ma anche di crescita come individui e come coppia. C’è il triangolo tra Liz, Jack e Daniel, ma c’è anche l’amicizia con Jessica e Rick (personaggio spettacolare, voglio un libro solo su di lui), il rapporto di Liz con Kimberly che finalmente ha superato la gelosia e si è trasformato in qualcosa di unico, l’amore della famiglia e i sacrifici che si è disposti a fare proprio per la famiglia. L’unica cosa che avrei voluto fosse leggermente diversa è Liz. È sicuramente cresciuta tantissimo e gli eventi l’hanno quasi messa KO, ma l’avrei voluta più combattiva, più “tigre”, un po’ meno passiva rispetto agli eventi che la interessano. Rimane comunque un personaggio che adoro e che nei momenti giusti fa scintille.

Quella che ha scritto Chiara è una serie che merita di essere letta perché fa staccare la mente dai momenti tristi, fa rilassare, ridere, fa venire voglia di avere un Jack tutto per noi che si spoglia a caso e ci sussurra dolcezze e non solo. La consiglio a chiunque voglia un po’ di amore in formato libroso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*