Buongiorno! Oggi sono qui con la recensione per Cuori in Viaggio, l’iniziativa ideata da Leryn di Libera tra i libri che vi continuerà a regalare recensioni fino a fine mese. È l’occasione giusta per aggiungere alle vostre TBR nuovi libri…non sono mai troppi giusto?

cuori in viaggio banner

QUI trovate il calendario delle altre tappe di questa fantastica iniziativa 🙂

royally screwed cover
Titolo: Royally Screwed (Royally #1)
Autore: Emma Chase
Editore: Self
Disponibile in italiano: No
Goodreads

Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, Crowned Prince of Wessco, aka His Royal Hotness, is wickedly charming, devastatingly handsome, and unabashedly arrogant; hard not to be when people are constantly bowing down to you.

Then, one snowy night in Manhattan, the prince meets a dark haired beauty who doesn’t bow down. Instead, she throws a pie in his face.

Nicholas wants to find out if she tastes as good as her pie, and this heir apparent is used to getting what he wants.

Dating a prince isn’t what waitress Olivia Hammond ever imagined it would be.

There’s a disapproving queen, a wildly inappropriate spare heir, relentless paparazzi, and brutal public scrutiny. While they’ve traded in horse drawn carriages for Rolls Royces, and haven’t chopped anyone’s head off lately, the royals are far from accepting of this commoner.

But to Olivia, Nicholas is worth it.

Nicholas grew up with the whole world watching, and now Marriage Watch is in full force. In the end, Nicholas has to decide who he is and, more importantly, who he wants to be: a King… or the man who gets to love Olivia forever.

 

Ammetto di aver scelto questo libro un po’ perché mi piace come scrive Emma Chase, ma soprattutto per la copertina. Ok che ci sono copertina bellissime, un po’ misteriose, con colori stupendi, ma ogni tanto ci sta anche il bel manzo spiattellato sulla cover per essere ammirato. Diciamocelo, se il ragazzo in cover rappresenta il protagonista beh, Olivia è piuttosto fortunata.

Manzo a parte, la storia è carina, ma piuttosto irreale e esagerata. È uno di quei libri che ti godi, che ti fanno ridere e probabilmente fanno immaginare cose non proprio caste con il sopracitato manzo, ma finisce lì. Non rimane assolutamente nulla dopo qualche giorno che si è finita la lettura.

Come plus abbiamo che è corto, perfetto per un weekend sotto le coperte accoccolati a godersi la fine dell’inverno (anche se penso di essere l’unica che si terrebbe neve e freddo e the caldi sotto le coperte tutto l’anno) e si legge velocissimo. Trovo che sia ottimo anche per chi non ha molta dimistichezza con l’inglese perché non usa un linguaggio complicato e non ha quei discorsi e quelle descrizioni impegnative che se sono in una lingua che non conosci bene vorresti solo tirare il vocabolario dietro alle CE che ancora non te lo hanno tradotto.

Non posso commentare praticamente nulla della trama o della storia perché sarebbe spoiler praticamente ovunque considerando che la storia è piuttosto semplice e si riesce ad immaginare come andrà a finire. I due protagonisti, Nicholas e Olivia sono cliché a livello massimo, ma tutto sommato piacciono e non annoiano. Olivia mi piace perché ha sempre la risposta pronta e non si fa intimidire, mentre Nicholas è diretto, sarcastico, non ha peli sulla lingua e a volte non sai se prenderlo a sberle o meno.

“I…don’t…date.”
“Good God, why not?” I ask, horrified. “That’s a bloody sin.”
“A sin?”
“You’re stunning, obviously clever – you should date often, and preferably with a man who knows how it’s done.” I rest my palm on my chest. “Coincidentally, I happen to be fantastic at it. What are the odds?”

Insomma, il libro mi è piaciuto, anche se piuttosto scontato, ma ogni tanto ci stanno libri così e mi piace trovarne di piacevoli e divertenti. Emma Chase in questo è bravissima quindi vi consiglio di leggere anche gli altri suoi libri. Io, quando avrò bisogno di un libro leggero, andrò sicuramente a prendere il secondo volume di questa serie.

mon firma

2 Commenti su Recensione: Royally Screwed di Emma Chase – Cuori in Viaggio

  1. Concordo sul manzo e concordo anche sull’inverno: se si potesse, stare sotto le coperte tutto l’anno <3

    I libri leggeri servono assolutamente, se si vuole staccare un po' e variare le letture: dopo un bel mattone, sia di contenuti che di pagine, sono d'obbligo 😉

    • Sono perfettamente d’accordo! Infatti adesso sto leggendo un libro della Maas che è piuttosto lungo e dopo potrei buttarmi a pesce sul seguito di questo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *