Crea sito

anna premoli

Recensione: È solo una storia d’amore di Anna Premoli

Buongiorno! Oggi nuova recensione di un libro che in realtà ho letto un po’ di tempo fa. Avevo scritto la recensione che però poi era passata in secondo piano rispetto ad altre. Adesso è giunto il suo momento. Si tratta di ‘È solo una storia d’amore’ di Anna Premoli. L’avete letto??

è solo una storia d'amore cover
Titolo: È solo una storia d’amore
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton Editori
Disponibile in italiano:
Goodreads

Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?

Premoli? Una garanzia, ve lo dico sempre. Ci sono libri che mi piacciono di più e libri che mi piacciono di meno. I ‘di meno’ rientrano tutti ampiamente nella categoria dei piacevoli, ergo se non l’avete ancora fatto iniziate a leggere i suoi libri.

Stavolta è toccato all’ultimo nato, È solo una storia d’amore. Questo rientra tra quelli che non mi hanno fatta impazzire, ma poco male. Non posso dire che mi abbia annoiata o che l’abbia letto per forza, sia chiaro.
Come tutti i libri della Premoli anche questo è un romanzo rosa, ma vuole anche far pensare. E lo fa prendendo in giro lo stesso genere rosa di cui fa parte. Vuole in un certo senso sottolineare il fatto che se un romanzo rosa è scritto bene non vale meno di un romanzo ben scritto che fa parte di qualsiasi altro genere. E per prendere in giro il genere va a toccare tutti, e dico tutti, i cliché del genere.

Abbiamo Laurel, la protagonista femminile cinica e disinnamorata. Odia gli uomini, o perlomeno si è autoconvinta di odiarli. Scrive storie d’amore, ma è fermamente convinta che nell’universo dell’amore per lei non ci sia un posto.
E poi c’è Aidan,il maschione attraente di turno, un trentacinquenne convinto di avere ancora 18 anni. Ogni giorno con una ragazza diversa, lui all’amore – ovviamente – non ci crede.
Che succede? Si conoscono e puf. L’ammmore. Con tutta la potenza di un amore da romanzo rosa. Si incontrano, si innamorano ma non lo sanno, si odiano, hanno un flash di amore carnale e atomico, litigano perché lui è un ragazzino, lui cresce, fanno pace e vissero tutti felici e contenti.

Non ci si aspettava nulla di diverso, il clichè qui è portato all’esasperazione, ma in maniera cosciente. La scrittrice sa che sta marcando su questi luoghi comuni e lo si vede tra le righe. Perché c’è la presa in giro, non quella cattiva. Quella ironica, di chi è cosciente di fare una cosa che spesso è sottovalutata ma non per questo si sente in minoranza, nemmeno lontanamente.

Laurel e Aidan sono fatti con lo stampino, sono due protagonisti di una storia d’amore che è chiara dalla prima pagina, eppure la Premoli ci tiene incollati al libro mentre aspettiamo la litigata, ci disperiamo perché lui non si muove a farsi perdonare e poi perché lei non lo perdona. E infine ci sciogliamo quando arriviamo all’ultima pagina di gioia. Ci sono contesti in cui i clichè vengono snocciolati con naturalezza, per raggiungere lettori, e ci danno fastidio. Perché è scontato, perché non ci prende. Anna Premoli, invece, con il suo stile fresco e ironico riesce a propinarci anche quelli facendoci sorridere e senza farci stufare.
Attendiamo quindi il prossimo, magari senza fucsia nella copertina? 😉

kiafirma

Letture del mese – Dicembre 2016

mon firma

Titolo: Broken at love (Whitman University #1)
Autore: Lyla Payne
Genere: Romance
Pagine: 338
 
Goodreads
 
rating 2

Titolo: L’amore di Audrey (Nel cuore di New York #4)
Autore: Alessia Esse
Genere: Romance
Pagine: 357
 
Recensione
Goodreads
 
rating 5

Titolo: Fatal Shadows e A Dangerous Thing (Adrien English Mysteries #1-2)
Autore: Josh Lanyon
Genere: MM Romance
Pagine: 290
 
Goodreads
 
rating 3

Titolo: Mio fratello rincorre i dinosauri
Autore: Giacomo Mazzariol
Genere: Contemporary
Pagine: 176
 
Goodreads
 
rating 4

divisore dx

 

kiafirma

un po' di follia in primavera cover
Titolo: Un po’ di follia in primavera (Alice Allevi #5)
Autore: Alessia Gazzola
Genere: Thriller, Romance
Pagine: 219
 
Recensione
Goodreads
 
rating 4

Titolo: First Came You (Fate #0.5)
Autore: Faith Andrews
Genere: Romance, New adult
Pagine: 125
 
Goodreads
 
rating 3.5
first came you cover
vietato leggere all'inferno cover
Titolo: Vietato leggere all’inferno
Autore: Roberto Gerilli
Genere: Thriller, Distopico
Pagine: 412
 
Goodreads
 
rating 4.5

Titolo: È solo una storia d’amore
Autore: Anna Premoli
Genere: Romance
Pagine: 320
 
Goodreads
 
rating 3

è solo una storia d'amore cover
natale a new york cover
Titolo: Natale a New York
Autore: Toni Collins
Genere: Romance
Pagine: 120
 
Goodreads
 
rating 2

Recensione: Un giorno perfetto per innamorarsi di Anna Premoli

Buongiorno! Oggi nuova recensione di un’autrice che ormai conoscete bene ma che non annoia mai. Un’autrice che cerco quando ho voglia di qualcosa di divertente, leggero e romantico, sapendo che andrò sul sicuro. Non avete ancora capito? Si tratta di Anna Premoli e questa volta il libro che mi è capitato tra le mani è ‘Un giorno perfetto per innamorarsi’.

un giorno perfetto per innamorarsi cover
Titolo: Un giorno perfetto per innamorarsi
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton Editori
Disponibile in italiano:
Goodreads

Kayla è un’amante della frenetica vita newyorkese. Ma quando il lavoro la porta in Arkansas un inaspettato regalo la attende: si chiama Grey, ed è un uomo molto, molto misterioso…
Kayla Davis è una vera donna “metropolitana”. Della Grande Mela ama tutto, anche il traffico, il caos e la folla multicolore. Nota per il suo sarcasmo e le sue relazioni mordi e fuggi, nella vita vorrebbe diventare un’affermata giornalista, ma nel frattempo si accontenta di scrivere recensioni dei posti più cool della città. L’occasione di fare il salto si presenta sotto forma di trasferimento in un centro rurale dell’Arkansas, zona diventata improvvisamente famosa a causa delle controverse concessioni per i giacimenti di gas. Kayla, che è nata da quelle parti, ma sperava di non doverci più tornare, abbandona l’amata New York e ce la mette tutta per inserirsi nella vita della piccola cittadina. L’impresa, però, è molto più difficile di quanto si sarebbe aspettata e l’incarico che le hanno affidato richiederebbe la massima concentrazione e lucidità. A ingarbugliare ancora di più i fili della sua nuova vita ci si mette anche l’imprevista comparsa di un certo Grey…
Ce la farà Kayla a dimostrare quanto vale? E, soprattutto, riuscirà a non lasciare il suo cuore in Arkansas?

Partiamo dal presupposto che la Premoli è sempre una garanzia. Quando inizi un suo libro sai per certo che ci saranno due personaggi ben delineati, uno sicuro di sé – o almeno in grado di farlo credere agli altri – ironico e divertente, l’altro più insicuro, più rinchiuso nel suo mondo. Quest’ultimo, ovviamente cambierà, ma questo è un altro discorso. Si sa anche che ci saranno dei personaggi secondari che ci sembra di conoscere da una vita, di solito divertenti e con tratti caratteriali particolarmente marcati, quasi troppo per essere reali, ma portati verso l’eccesso per risultare più classificabili, in un certo senso. Così facendo non ci servono grandi descrizioni per immaginarceli, perché fin da quando si inizia a parlare di loro si riesce a infilarli in una categoria.
Ci saranno poi, come sempre, dei personaggi di sfondo, un po’ buttati lì, ma anche poco utili. D’altronde non stiamo leggendo Game of Thrones, ma un romanzo rosa.

Cos’altro ci aspettiamo da un libro di Anna Premoli? Tanto amore, qualche lacrima, qualche dubbio esistenziale, parecchia ironia, molte risate. Un certo feeling con la protagonista e un amore sconfinato per IL protagonista – che all’inizio magari non apprezziamo ma ben presto impariamo a volergli bene -.

Un giorno perfetto per innamorarsi ha tutto questo, nulla di più e nulla di meno.
Kayla, la protagonista, è un personaggio tutto particolare. Molto autoironica, un po’ insicura ma perfettamente in grado di nascondere questo suo aspetto, mostrandosi invece, anche grazie appunto alla sua autoironia, molto sicura di sé stessa. Sembra che nulla possa scalfirla, nemmeno il fatto che il suo capo l’abbia spedita, lei, amante delle metropoli, in un paesino sperduto dell’Arkansas. Anche perché, diciamolo pure, è in quel paesino che trova quello che mancava alla sua vita, quel qualcosa in più che le fa trovare una felicità che non sperava di poter raggiungere, che mostrava al mondo ma che in realtà non aveva dentro di sé.

Greyson, aka IL protagonista aka il signor sindaco, è un figo. Sì, concedetemi il termine. Ha tutto quello che una ragazza come Kayla potrebbe desiderare – se poi buttasse le sue camice di flanella sarebbe perfetto -, è bello, gentile, muscoloso, simpatico ecc. Ok, è un personaggio da libro, lo so. Ma cosa ci stiamo raccontando? Non è proprio quello che cerchiamo? Ebbene sì. E la Premoli ci dà anche questa volta un bel pezzo d’uomo su cui sospirare, un protagonista che riesce a uscire – grazie alla forza dell’ammmore – dal guscio di tristezza e solitudine che si è costruito intorno. Un protagonista che piano piano si fa amare sempre di più – e non solo da Kayla, anche da noi, tranquille – fino a farci, ovviamente, sciogliere in lacrime.

Personaggi secondari? Beh, ho amato la prozia di Kayla – Jill – con i suoi capelli blu e la sua passione per i fiori, Amanda che con la sua tenerezza e innocenza riesce a farsi amica Kayla, Amalia, la migliore amica di Kayla che da quando ha scoperto l’amore non è più la stessa.

Detto questo, il libro è davvero carino, anche se credo sia quello che ho apprezzato meno tra tutti quelli letti di questa autrice. Mi ha fatta ridere un po’ meno, forse, ed era un po’ più lento rispetto agli altri. Questo non toglie che sia stata comunque una lettura davvero piacevole, anche se, appunto, non ai massimi livelli come gli altri.

rating 2.5

kiafirma

Letture del mese – Settembre 2016

mon firma

scrivere è un mestiere pericoloso
Titolo: Scrivere è un mestiere pericoloso (Vani #2)
Autore: Alice Basso
Genere: Contemporary
Pagine: 348

Goodreads

rating 5

Titolo: Abbi cura di me
Autore: Carrie Elks
Genere: Romance
Pagine: 300

Goodreads

rating 4

abbi cura di me
tutta la pioggia del cielo
Titolo: Tutta la pioggia del cielo
Autore: Angela Contini
Genere: Romance
Pagine: 288

Goodreads

rating 3

Titolo: Le strane logiche dell’amore
Autore: Tania Paxia
Genere: Romance
Pagine: 320

Goodreads

rating 4

le strane logiche dell'amore
muori con me
Titolo: Muori con me
Autore: Karen Sander
Genere: Thriller
Pagine: 400

Goodreads

rating 4

Titolo: Empire of Storms (Throne of Glass #5)
Autore: Sarah J. Maas
Genere: Fantasy
Pagine: 704

Goodreads

rating 5

emprie of storms cover

divisore dx

 

kiafirma

muori con me
Titolo: Muori con me
Autore: Karen Sander
Genere: Thriller
Pagine: 400

Goodreads

rating 4.5

Titolo: L’allieva (Alice Allevi #1)
Autore: Alessia Gazzola
Genere: Thriller, Romance
Pagine: 378

Recensione
Goodreads

rating 4

allieva
un giorno perfetto per innamorarsi
Titolo: Un giorno perfetto per innamorarsi
Autore: Anna Premoli
Genere: Chick Lit
Pagine: 317

Goodreads

rating 3

1 2 3