Crea sito

newton compton editori

Blog Tour: Il sentiero degli alberi di limone di Nadia Marks – Storie di amori passati

Buongiorno lettori e buon 25 aprile! State seguendo il Blog Tour dedicato a ‘Il sentiero degli alberi di limone’ di Nadia Marks? Oggi tocca a me e a Esmeralda Viaggi e Libri, ma – mi raccomando – non perdetevi nemmeno una tappa: in basso trovate il calendario.

Iniziamo con qualche dettaglio sul libro.

ALTIMG cover

Titolo: Il sentiero degli alberi di limone
Autore: Nadia Marks

Ci sono tanti modi per dire “amore”
Anna non aveva mai pensato che il matrimonio con Max potesse naufragare, fino al giorno in cui ha scoperto che lui l’ha tradita. Troppo sconvolta per affrontarlo, decide di seguire il padre, recentemente rimasto vedovo, in un viaggio nella piccola isola dell’Egeo dove è nato. Una volta arrivata sull’isola, la cordialità dei familiari e la bellezza del mare la travolgono, facendole riassaporare il fascino delle proprie origini. Ma la Grecia ha delle sorprese in serbo per lei: una scoperta casuale all’interno di un vecchio baule rivelerà ad Anna segreti di famiglia che sono rimasti nascosti per oltre sessant’anni. Un fiume di eventi, accaduti durante la seconda guerra mondiale, si riversa all’improvviso sulla sua vita. Anna assiste allo sconvolgimento che quelle verità, a lungo sepolte, provocano sulla sua esistenza. Capirà in breve tempo che il solo modo per scendere a patti con il presente è fare i conti con il proprio passato…Un viaggio in una piccola isola greca per ripercorrere la storia di famiglia e scoprire tutte le sfumature dell’amore.

Ed ora veniamo alla mia tappa. Ammetto che inizialmente sarebbe dovuta essere un pochino diversa: leggendo la trama mi ero fatta un’idea che poi però non ho trovato perfettamente rispecchiata nel libro. Quindi, rispetto all’idea iniziale, ho cambiato leggermente. Ma veniamo a noi: il mio compito oggi è quello di consigliarvi qualche libro – ne ho scelti 5 – che parlano di storie d’amore travagliate, di amori ritrovati dopo tanti anni. Ho preferito quelle ambientate durante le guerre per avvicinarmi maggiormente al tema de ‘Il sentiero degli alberi di limone’. Il tema degli amori passati e riscoperti ai giorni nostri mi ha sempre affascinata e non so resistere ad un libro che si sviluppa così. Ho quindi scorso la mia lista dei libri letti e ho scovato i 5 che mi hanno lasciato un ricordo più bello e che mi sento davvero di consigliarvi. (Un grazie alle ragazze della 2018 Ikigai Book Challenge che mi avevano consigliato i libri degli amori riscoperti e ambientati durante la seconda guerra mondiale. Ho allungato la TBR, ma alla fine ho preferito inserire tutti libri che ho letto personalmente <3)

la ragazza della neve cover

La ragazza della neve
Pam Jenoff

Goodreads | Recensione

La ragazza della neve è un libro che ho letto per puro caso, lo ammetto, e sono finita per apprezzare particolarmente. La storia principale sembrerebbe ambientata al passato, ma in realtà è tutto un unico ricordo di Astrid. La conosciamo anziana, ha appena ritrovato qualcosa che le ha fatto tornare in mente la sua vita fatta di circo e guerra di quando era giovane. Ora la sta raccontando svelando ai suoi interlocutori l’aura di mistero che aveva sempre avvolto il suo passato. È una storia d’amore bellissima, forte, con un’ambientazione particolare: un circo tedesco durante la seconda guerra mondiale.

il gioco segreto del tempo cover

Il gioco segreto del tempo
Paloma Sánchez-Garnica

Goodreads | Recensione

Altro libro incrociato per caso, attratta dalla copertina e dalla trama che parlava di una storia ambientata durante la guerra civile spagnola. Non so nulla di quel periodo storico e quindi mi sono detta, perché non provare a scoprire qualcosa in più?? Ho trovato anche qui una doppia storyline, una storia d’amore in grado di superare ostacoli e difficoltà e riscoperta anni dopo da Ernesto, grazie ad un fascio di lettere accompagnato da una foto in bianco e nero che ha trovato per caso ad un mercatino dell’usato.

un giorno solo tutta la vita cover

Un giorno solo, tutta la vita
Alyson Richman

Goodreads | Recensione

L’amore in un libro, semplicemente. Due cuori che si incontrano dopo tanti anni, una passione che non si è mai spenta e che si ritrova. Il racconto di un’intera vita passata a chiedersi che fine ha fatto l’altro, la scoperta – insieme ai due protagonisti – delle difficoltà incontrate, delle paure superate, dell’amore che ha continuato ad abitare nei loro cuori. Noi ci abbiamo fatto una lettura di gruppo, ed è stata una scoperta per tutte: una piacevolissima scoperta!

la ragazza che hai lasciato cover

La ragazza che hai lasciato
Jojo Moyes

Goodreads | Recensione

Tra i libri con vite in epoche separate che si intrecciano grazie a lettere o ritrovamenti e con amori tormentati durante la guerra, non poteva mancare lei. Jojo Moyes con ‘La ragazza che hai lasciato’ ci ha regalato una piccola perla. Lei che di amore sa scrivere – e lo sappiamo un po’ tutti – non ha sbagliato nemmeno qui, facendosi accompagnare da una doppia storyline e da due protagoniste diversissime le cui vite riescono in un certo senso ad incontrarsi.

novemila giorni e una sola notte cover

Novemila giorni e una sola notte
Jessica Brockmole

Goodreads | Recensione

Ed eccoci in fondo, con un libro letto un secolo fa ma che porto nel cuore, uno tra i libri che mi ha fatto ricominciare a leggere dopo un’infanzia da bookworm e qualche anno in cui ho letto un po’ meno (un po’ eh!). Un libro che è una raccolta epistolare, che racconta l’amore. Un amore travagliato e riscoperto anni e anni dopo grazie ad una lettera e alla curiosità di Margaret. Un libro che vi consiglio senza riserve.


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare il libro recensito, clicca su questi link e compralo da qui. Tu non spenderai di più né noterai differenze, ma ci aiuti a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook

Recensione: Il sentiero degli alberi di limone di Nadia Marks

Buongiorno lettori! State seguendo il blog tour dedicato a ‘Il sentiero degli alberi di limone’ di Nadia Marks? Il libro sarà in libreria da giovedì e oggi, oltre ad una tappa (trovate il calendario in fondo al post), troverete le recensioni su tutti i blog partecipanti.

ALTIMG cover

Titolo: Il sentiero degli alberi di limone
Autore: Nadia Marks

Ci sono tanti modi per dire “amore”
Anna non aveva mai pensato che il matrimonio con Max potesse naufragare, fino al giorno in cui ha scoperto che lui l’ha tradita. Troppo sconvolta per affrontarlo, decide di seguire il padre, recentemente rimasto vedovo, in un viaggio nella piccola isola dell’Egeo dove è nato. Una volta arrivata sull’isola, la cordialità dei familiari e la bellezza del mare la travolgono, facendole riassaporare il fascino delle proprie origini. Ma la Grecia ha delle sorprese in serbo per lei: una scoperta casuale all’interno di un vecchio baule rivelerà ad Anna segreti di famiglia che sono rimasti nascosti per oltre sessant’anni. Un fiume di eventi, accaduti durante la seconda guerra mondiale, si riversa all’improvviso sulla sua vita. Anna assiste allo sconvolgimento che quelle verità, a lungo sepolte, provocano sulla sua esistenza. Capirà in breve tempo che il solo modo per scendere a patti con il presente è fare i conti con il proprio passato…

Un viaggio in una piccola isola greca per ripercorrere la storia di famiglia e scoprire tutte le sfumature dell’amore.

‘Il sentiero degli alberi di limone’ ha avuto su di me una specie di effetto calamita: ho visto la copertina e, dopo aver recuperato anche la trama, non vedevo l’ora di leggerlo: Mi aveva in un certo senso stregata. Posso dirvi che non ha deluso le mie aspettative, nonostante all’inizio abbia un po’ faticato ad entrare in sintonia con la storia.

Anna, la protagonista, è una cinquantenne metà greca e metà italiana che vive a Londra con il marito e i due figli. Nella vita fa l’artista, ma mette sempre davanti a tutto la sua famiglia che sembra decisamente unita e felice.
Un giorno, però, Max le confessa di averla tradita e, cosa che lascia Anna ancora più spiazzata, che crede di essersi innamorato di quest’altra donna.
Buona parte delle certezze di Anna crollano e quando Alexis, suo padre, le chiede di accompagnarlo sull’isola greca dove è nato, non può perdere quella che sembra un’occasione perfetta per fuggire dalla realtà e stare un po’ sola a pensare.

Non vi dirò altro sulla trama, ‘Il sentiero degli alberi di limone’ è una storia che va scoperta pagina per pagina. Va assaporata, amata, assorbita in tutta la sua essenza.

Questo romanzo narra di una scoperta fisica, delle lettere in un baule, ma racconta molto di più. Racconta della scoperta delle proprie radici, di amori rimasti nascosti, di realtà differenti da quelle che sembrano. Anna durante il suo soggiorno in Grecia scopre la verità sulle sue origini, il passato dei suoi genitori e di persone a lei molto care. Scopre che un amore che aveva sempre mitizzato e creduto perfetto, in realtà ha attraversato mille difficoltà. Racconta una storia di crescita, di lotta contro i propri sentimenti, di come una persona può rinascere dopo aver visto crollare tutto ciò in cui sperava e cui era attaccato. Scoprendo le sue radici, Anna mette ordine anche ai suoi sentimenti, si ricostruisce, si riscopre. Vede crollare le sue certezze, ma riesce, grazie alle persone che le stanno intorno a ricostruirle più forti di prima. Racconta la vita degli abitanti di una piccola isola greca negli anni 40 e alla fine degli anni 90, con tutte le differenze – e le analogie! – che ci possono essere in una società ovviamente cambiata nel tempo ma che è rimasta particolarmente attaccata alle tradizioni. Le differenze tra i due periodi sono sottolineate dalle due story line che si rincorrono all’interno del romanzo, che ci raccontano i protagonisti guardandoli da vicino. Allo stesso modo vengono però rese evidenti le analogie, la chiusura tipica dei posti un po’ fuori dal mondo, meno aperti alle novità.
È un romanzo che prende il lettore e lo fa sentire a casa anche se in Grecia non ci è nemmeno mai stato, gli fa sentire l’ospitalità dei greci, i profumi e i sapori. Gli mostra i colori, le luci magiche di una terra bellissima. Racconta le tradizioni e la religiosità di una popolazione che ha sempre vissuto un po’ isolata dal resto del mondo. E mette questo mondo a confronto con la Napoli della fine della seconda guerra mondiale, bombardata e distrutta sia fisicamente che moralmente.

‘Il sentiero degli alberi di limone’ si apre raccontando i diversi modi che hanno i greci di dire amore: agape, eros, philia e storgé.
Ognuna delle 4 parti in cui è diviso il libro si apre con la definizione precisa di una di queste parole e la storia racchiusa al suo interno si richiama fortemente a questo tipo di amore. Ho apprezzato questa suddivisione che non crea assolutamente dei compartimenti stagni, ma permette alla storia di acquistare un senso maggiore, di indagare più a fondo nei sentimenti dei protagonisti, che si raccontano e si riscoprono ogni pagina.

Come vi dicevo all’inizio, ‘Il sentiero degli alberi di limone’ è un libro che ho davvero apprezzato: differente da come l’avevo immaginato – forse il motivo per cui ho impiegato un po’ ad entrarci in sintonia – ma accattivante e davvero davvero piacevole.


Come forse già saprete, cari lettori, siamo affiliate Amazon. Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare il libro recensito, clicca su questi link e compralo da qui. Tu non spenderai di più né noterai differenze, ma ci aiuti a crescere e migliorare sempre di più! Grazie <3

Cartaceo | EBook

Blog Tour: Il sentiero degli alberi di limone di Nadia Marks

Buongiorno lettori! Oggi vi diamo tutte il benvenuto nel viaggio che vi accompagnerà all’interno del romanzo in uscita per Newton Compton Editori: ‘Il sentiero degli alberi di limone’ di Nadia Marks. Il sentiero che state per seguire non è il classico blogtour, ma è un percorso che viaggia tra il filo sottile dell’esteriorità e dell’emotività, tra il presente e il passato, non lasciando indietro nulla.

il sentiero degli alberi di limone cover
Titolo: Il sentiero degli alberi di limone
Autore: Nadia Marks
Editore: Newton Compton Editori
Goodreads

IN USCITA IL 26 APRILE 2018
Ci sono tanti modi per dire “amore”

Anna non aveva mai pensato che il matrimonio con Max potesse naufragare, fino al giorno in cui ha scoperto che lui l’ha tradita. Troppo sconvolta per affrontarlo, decide di seguire il padre, recentemente rimasto vedovo, in un viaggio nella piccola isola dell’Egeo dove è nato. Una volta arrivata sull’isola, la cordialità dei familiari e la bellezza del mare la travolgono, facendole riassaporare il fascino delle proprie origini. Ma la Grecia ha delle sorprese in serbo per lei: una scoperta casuale all’interno di un vecchio baule rivelerà ad Anna segreti di famiglia che sono rimasti nascosti per oltre sessant’anni. Un fiume di eventi, accaduti durante la seconda guerra mondiale, si riversa all’improvviso sulla sua vita. Anna assiste allo sconvolgimento che quelle verità, a lungo sepolte, provocano sulla sua esistenza. Capirà in breve tempo che il solo modo per scendere a patti con il presente è fare i conti con il proprio passato…

Un viaggio in una piccola isola greca per ripercorrere la storia di famiglia e scoprire tutte le sfumature dell’amore

Il viaggio che potete visualizzare sul calendario qui di seguito, è un salto continuativo. Nella stessa giornata sarà possibile visualizzare l’articolo di un primo blog e saltare subito in un altro che vi presenterà l’articolo opposto. Viaggerete in Grecia e nella storia, viaggerete tra le donne e il loro coraggio, viaggerete tra la comunicazione non verbale e l’odore di ricette nuove, viaggerete sulle emozioni di ogni blogger. Siete pronti a partire?

Un albero il cui tronco si può a malapena abbracciare nasce da un minuscolo germoglio.
Una torre alta nove piani incomincia con un mucchietto di terra.
Un viaggio di mille miglia comincia con un solo passo.

Review Party: Un altro giorno ancora di Bianca Marconero

Buongiorno lettori! Finalmente è il gran giorno: happy release day, Bianca!! Esatto, avete letto bene. Dopo dieci giorni di fangirling spietato posso finalmente parlarvi apertamente di questo libro. Sto parlando di ‘Un altro giorno ancora’ di Bianca Marconero, in uscita oggi per Newton Compton Editori. Finora vi eravate accontentati di espressioni entusiastiche e ‘devi leggerlo’, ora vediamo di parlarne meglio.

un altro giorno ancora cover

Titolo: Un altro giorno ancora
Autore: Bianca Marconero
Link di acquisto: Amazon | Kobo

I sentimenti sono come i fiori selvatici. Crescono dove meno te l’aspetti.
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.

Un po’ meno di un anno fa – a fine giugno – scoprivo Bianca Marconero. Mi ero infilata nel Blog Tour de ‘L’ultima notte al mondo’ attirata da una copertina davvero bella e da una trama interessante. Ed è stato l’inizio della fine. Quando Bianca ha iniziato a parlare di ‘Un altro giorno ancora’ sui social, quando era ancora solamente ‘il romanzo sui cavalli’, beh, ero già in fibrillazione. Ho atteso questo libro aggiornamento dopo aggiornamento, il titolo, i teaser, la copertina. E finalmente la settimana scorsa è approdato sul mio Kobo: non sono rimasta nemmeno lontanamente delusa. Ho adorato la storia, l’ambientazione particolare, i riferimenti molto forti e numerosi al mondo dell’equitazione di cui non so nulla. Bianca è riuscita ad incuriosirmi anche in questo senso: per fortuna c’è Google!!

Ma per quanto io possa raccontarvi di come sono rimasta affascinata dall’ambientazione e dai cavalli, non posso non parlarvi della storia d’amore che c’è qui dentro. Avete letto lunam e volevate un Marco? Benissimo, ora vorrete un Andrea Serpieri. È un personaggio un po’ stronzo, passatemi il termine, ma d’altronde esce dalla mente di Bianca ed i suoi personaggi maschili sono tutti un po’ così. Ma ormai non ci frega più e noi iniziamo ad innamorarci da subito, a scovare le crepe, a sospirare davanti a questi ragazzi fenomenali.

Andrea è, nell’ordine, bellissmo, ricco e pure intelligente. Peccato sia anche simpatico e sensibile, nonostante si barrichi dietro a muraglie di stronzaggine e superiorità per evitare di essere ferito. Ed è in questo modo che Bianca ha costruito uno dei personaggi maschili che avrà sempre un posticino nel mio cuore. Un personaggio che rispecchia i canoni sociali di bellezza oggettiva, ma allo stesso tempo è in grado di farci sorridere e, pian piano, innamorare.

Elisa secondo me è un personaggio bellissimo. Anche lei non ha nulla da invidiare a Marianna. Ha fatto i conti con la vita fin troppo presto ed oggi per lei non esistono che i cavalli e la sua famiglia. È un po’ scorbutica, molto chiusa; a volte ci verrebbe voglia di dirle ‘Ehi, ma ti accorgi di cosa hai davanti? Non ti sembrerebbe il caso di abbassare le difese, per una santa volta?’. Ma il suo è un comportamento comprensibile, un comportamento che tra alti e bassi, con l’aiuto di chi le sta intorno, Elisa riesce pian piano a modificare. Ho apprezzato tantissimo come rimane lei fino alla fine, con tutte le sue pare mentali, la sua chiusura, la sua difficoltà a fidarsi delle persone. Eppure ogni pagina migliora un po’ ed impara a fare i conti con il suo carattere, a mettere un freno alla sua parte peggiore, cercando di capire anche le ragioni e i sentimenti di chi le sta davanti.
È un personaggio che si fa apprezzare, grazie anche alle risate che strappa al lettore.

“[…] ma non posso basare le mie scelte solo sulla tonicità degli addomiali. Nella vita vera sono altre le cose importanti.”

Anche gli altri personaggi, più o meno presenti e approfonditi, sono ben costruiti. Mi è piaciuto un sacco il rapporto di Elisa con i suoi fratelli anche se forse mi sarebbe piaciuto approfondirlo ulteriormente. Ho apprezzato la storia d’amore secondaria, un po’ soffocata ma fin troppo presente e pronta ad influenzare anche le scelte di Elisa.
Uno spin off su Valerio e Bianca si può avere??

Last but not least, il romanticismo della Marconero. Riesce a creare delle storie che rimangono sul filo fino all’ultimo, che ci lasciano ogni pagina col fiato sospeso. Storie che ci fanno arrivare in fondo con sentimenti contrastanti: soddisfatti, ma svuotati. Ci mancano i personaggi, i loro scambi, i loro litigi, i loro sentimenti. Ci mancano le loro vite, un po’ scombussolate e incasinate, ma perfette quando si incrociano. E quindi ci mettiamo ad aspettare il prossimo.

E voi che aspettate a leggerlo?