Crea sito

game of thrones

Weekly Recap #53

Buoooongiorno!
Ragazzi qui si inizia a vedere la fine di Game of Thrones e io non sono psicologicamente pronta. Mancano 3 puntate dopo quella di cui vi parlo oggi e non penso di essere in grado di gestire la fine della stagione.
Ma in qualche modo si farà, quindi ora vi lascio alla lettura e vi ricordo che se volete parlare di serie io sono sempre disponibile 😉

outlander

Outlander 2×09
La puntata non è che mi sia piaciuta particolarmente, ma devo anche ammettere che in realtà anche la seconda parte del libro su cui è basata questa stagione non mi aveva fatta impazzire quando l’avevo letta. Sono un’amante delle storie d’amore, quelle che fanno battere i nostri cuoricini e che ci riducono a palline piangenti sul letto. Jamie e Claire sono una delle coppie che nei libri mi hanno fatto sempre sognare, ma ho un’altra confessione per voi: a me, le battaglie, annoiano. E mi dispiace, perché so che questa metà stagione mi annoierà, per quanto ben girata sia o per quanto siano belli Jamie e Claire.
Comunque, i due hanno raggiunto Murtagh ma le cose non vanno bene. Durante la marcia molti degli uomini che erano con loro hanno disertato e quindi hanno meno uomini del previsto. Jamie e Claire trovano al campo anche Angus e Rupert e devo dire che le reunion (non mi viene il termine italiano) mi piacciono sempre. Angus è uno spasso.
Arriva anche Dougal, che insieme al nipote e agli altri inizia ad addestrare gli uomini che però, essendo contadini o ferramenta, non sono esattamente in grado di seguire gli ordini e le scene che ne derivano sono alquanto imbarazzanti.
Trovo che il fulcro della puntata sia Claire e i parallelismi che crea tra quello vede in Scozia e quello che ha visto anni prima durante la Seconda Guerra Mondiale.
È incredibile come i meccanismi di guerra non siano cambiati in duecento anni ed è interessante vedere come gli uomini, anche se nazioni ed epoche diverse, siano sostanzialmente gli stessi.
Mi è piaciuto anche vedere un Jamie così autoritario e non so, nobile? Il ragazzo si è anche imposto su Dougal, dicendogli di averlo lasciato in pace per rispetto, ma che pretende comunque il rispetto che gli è dovuto come Lord of Broch Tuarach e che se non intende eseguire i suoi ordini, può andarsene.
Alla fine i contadini ce la fanno e il gruppo parte per raggiungere il Principe. Sono curiosa di vedere la prossima puntata e spero di apprezzarla più di queste ultime due.
C’è da dire che nonostante non ami questa parte di storia, mi sto innamorando sempre di più della Scozia.

 

game of thrones

Game of Thrones 6×07
La puntata mi è piaciuta, ma mi ha lasciata con il cuore in gola e ho davvero davvero bisogno di vedere la prossima il prima possibile. Cosa è successo per farmi aspettare con così tanta ansia una puntata? Beh, Arya è diventata Regina del #maiunagioia venendo pugnalata dalla tipa antipatica (per non usare altre parole) che sta a servizio di Jaquen.
Ok, rimosso lo shock finale posso iniziare a parlare degli altri. Margaery sembra davvero una devota degli Dei, ma alla fine scopriamo che non è proprio così e mi fa piacere. La ragazza è furba e sono curiosa di vedere cosa sta macchinando. Ha mandato via Olenna, ma penso lo abbia fatto sapendo che la vecchia nonna ha una mente cattiva quasi quanto quella di Cersei e organizzerà qualcosa per risolvere la situazione. Parlando di Cersei, penso stia per scoppiare e attaccare il Passero e i suoi adepti e io non vedo l’ora. La Montagna farà danni, ma da questa puntata scopriamo che il Mastino è vivo e sta tornando a Westeros. Chissà che i due non si incontrino..e chissà cosa potrebbe accadere se dovesse succedere.
Sansa e Jon intanto stanno vagando per il Nord alla ricerca di uomini con cui andare e combattere Ramsey. La prima cosa che scopriamo è che i Bruti non erano troppo d’accordo sul seguire Jon nella sua battaglia, ma sia Snow che Tormund gli fanno notare che senza di loro sarebbero le altre famiglie del Nord a ucciderli. Sotto gli Stark hanno una possibilità di iniziare una nuova vita. I due fratelli si spostano poi di Famiglia in Famiglia, alla ricerca di alleati ed è in uno di questi incontri che conosciamo una ragazzina assurda. Lady Mormont, a circa 10 anni o comunque pochi di più, è Signora di Casa Mormont e governa con decisione e relativa saggezza. Mi è piaciuta da morire come personaggio e ho trovato incredibile la forza con cui ha sostenuto un incontro con Jon e Sansa. È Davos, alla fine, a convincerla a concedere aiuto agli Stark. Altre famiglie non sono così accondiscendenti e alla fine Jon si deve rassegnare e decide di tentare così come sono ad attaccare Bolton. Sansa però non molla e scrive una lettera di cui non riusciamo a leggere né contenuto né destinatario. Scopriremo tutto nella penultima puntata penso, considerando che il titolo fa intuire che la battaglia tra Jon e Ramsey avverrà proprio nel nono episodio.

 

mon firma

Weekly Recap #52

Buongiorno!
Scusate se non ho pubblicato ieri, ma come ho scritto su Facebook, non stavo bene martedì sera e sia mai che in questo periodo io riesca a organizzare i post in anticipo.
Comunque le puntate mi sono piaciute, anche se ormai la fine di entrambe le stagioni si avvicina sempre di più.
Vabbè, non voglio disperarmi troppo, quindi vi lascio alla lettura!

outlander

Outlander 2×08
Back in Scootlaaand!
Non vedevo l’ora, per quanto i vestiti francesi fossero spettacolari. Mi mancano le cavalcate tra i paesaggi mozzafiato ed è proprio con una scena del genere che si apre la puntata. Piccolo appunto, la nuova sigla è bellissima.
Jamie e Claire si stanno riambientando a Lallybroch, ma ovviamente le cose non possono andare bene a lungo. Giunge infatti una lettera, in cui il nome di Jamie è stato falsificato e posto fra quelli che dichiarano fedeltà a Charles. Jamie a questo punto non può fare altro che andare insieme ai suoi sottoposti a combattere per il Principe, sperando di vincere e di non fare avverare la Battaglia di Cullouden. Claire è ovviamente molto in ansia, ma capisce le ragioni del marito e si prepara insieme a lui. I due dovranno andare dal nonno di Jamie, Lord Lovat, a chiedere aiuto e uomini, ma l’impresa non sarà sicuramente facile.
Prima della partenza trascorrono un’ultima notte a Lallybroch, dove c’è una delle scene che credo sia finita in top 10 di questa serie: Jamie e l’ultima nata di Jenny. Jamie è lì che si coccola la piccola, con una tristissima Claire che lo guarda dal piano di sopra. Mi si è spezzato il cuoricino, ma allo stesso tempo la scena è dolcissima.
Il giorno dopo i due partono per andare alla dimora del nonno di Jamie e lasciano Fergus con Murtagh. Non oso immaginare cosa abbiano combinato quei due mentre erano soli. Li adoro insieme.
Comunque, al castello dei Lovat, i due incontrano Colum, giunto lì per convincere Lovat a rimanere neutro nella guerra che sta per arrivare, cioè esattamente il contrario di ciò che serve a Jamie. Claire è obbligata a lasciare la stanza perché il vecchio nonno non la vuole lì ed ecco che fa un pessimo incontro: Laoghaire, che lavora lì come boh, chiamiamola sguattera? Comunque la ragazza fa un discorsone su Dio e il perdono, ma Claire non riesce nemmeno a guardarla in viso.
Non sto a raccontarvi tutto quello che succede perché finisco domani mattina e vi rovino tutto, ma la puntata mi è davvero piaciuta e mi piacciono le dinamiche di potere tra i vari clan scozzesi. L’ingegno di Claire viene dimostrato ancora una volta e sto giro anche la piccola serpe Laoghaire, si impegna per dare una mano.
Alla fine Jamie e Claire ottengono quello che gli serviva a metà..capirete anche voi perché.
Non so come renderanno gli eventi che stanno per arrivare, ma sono davvero curiosa di vedere come andrà avanti.

 

game of thrones

Game of Thrones 6×06
La puntata riparte da dove ci aveva lasciati la scorsa. Bran è ancora immerso nelle sue visioni e Meera lo trascina con molta fatica nel bosco. La ragazza è spossata, ma continua ad avanzare, finché riesce. Gli Estranei continuano ad avanzare e ad un certo punto li raggiungono. Ho trovato incredibile quanto Meera si impegni nel difendere Bran, anche allo stremo delle forze. La ragazza però non può farcela a lungo e ecco che nel momento in cui inizia a cedere, arriva un aiuto. Un cavaliere incappucciato, che non riusciamo a riconoscere. L’uomo uccide gli Estranei e fugge insieme ai due ragazzi. Non aspetto di arrivare alla fine per rivelare il colpo di scena della puntata: il cavaliere è Benjen. Wait what?! Pensavo fosse morto, lo giuro, ma evidentemente aveva ragione il migliore amico di Kia ad essere convinto del contrario (non so come potesse anche solo ipotizzarlo, ma evidentemente dovremmo dargli retta più spesso). L’uomo era stato colpito da un Estraneo, ma i Figli della Foresta sono riusciti a salvarlo, piantandogli una scheggia di ossidiana nel cuore. Cosa comporti per la sua umanità ancora non è dato sapere. Benjen però sa cose, al contrario di Jon. Ci rivela infatti che è Bran il nuovo Corvo a Tre Occhi. Dove questo porterà il piccolo Stark non lo sappiamo.
Altra storia importante nella puntata è quella che riguarda Sam e Gilly. I due arrivano a casa di Sam e la madre e la sorella di lui accolgono con gioia l’uomo, insieme alla compagna. Sam non ha rivelato le origini di Gilly alla famiglia e “spaccia” il piccolo Sam per suo figlio. Pare che i padri in Game of Thrones non siano un genere carino e simpatico e il padre di Sam non è da meno. Tratta il figlio con sufficienza, manco fosse un idiota. Lo schernisce e non lo ascolta. Gilly prova a difenderlo, ma fa peggio, rivelando le sue origini e venendo aggredita dall’uomo. Alla fine i due vanno via da casa Tarly, portandosi però dietro la spada del padre di Sam, spada fatta di acciaio di Valyria, quindi in grado di uccidere gli Estranei, stando a ciò che Jon ha fatto la scorsa stagione.
Arya, nel frattempo, torna ad assistere allo spettacolo terrificante e dovrebbe uccidere l’attrice che interpreta Cersei, ma alla fine desiste. Non sto a spiegarvi perché, fatto sta che la piccola Stark non ha affatto dimenticato chi è torna ad impugnare Ago. Peccato che Jaquen non sia contento della cosa e manda la tipa odiosa a uccidere Arya, chiedendole però di essere veloce, in modo che non soffra.
Ahn già, dimenticavo. Ad Approdo del Re abbiamo Tommen che si allea con il Passero e Margaery che torna ad essere in libertà per aver confessato i suoi peccati. La donna sembra davvero cambiata e devota alla religione, ma non ci credo troppo. Cersei, Olenna e Jamie, invece, non possono credere alle loro orecchie. Tommen deve essere impazzito, ma vederemo come andranno le cose.

 

mon firma

Weekly Recap #51

Buongiorno a tutti!
È l’ultima settimana anche per Blindspot e qui iniziano ad esserci poche serie tv. Mi sa che vi farò compagnia ancora per un mesetto, ma poi ci risentiremo in autunno 😉
Intanto buona lettura!

outlander

Outlander 2×07
Puntata Claire-centrica. Jamie si vede pochissimo e tutta l’attenzione è su Claire e su ciò che le accade dopo il finale della scorsa puntata. Avendo letto il libro sapevo cosa sarebbe successo e come avrebbe affrontato le situazioni, ma vederlo rappresentato è un’altra cosa.
Claire ha perso la bambina e subito dopo si ammala a causa della placenta non completamente espulsa dal suo corpo. Le donne all’Ospedale non sanno cosa fare se non lasciarla alle mani della Vergine e pregare. Delirante, Claire si accorge appena della presenza di Mastro Raymond, che però riesce a salvarla. È una scena molto potente e rappresentata egregiamente da entrambi. Sconvolgente anche la scena in cui Claire abbraccia la piccola Faith, come se fosse viva e arriva Louise, chiamata dalla Madre Superiora, per convincere Claire a lasciare sua figlia. Trovo l’amicizia tra le due molto particolare, ma è stato bello vedere con che sensibilità ed empatia la donna sia arrivata in soccorso dell’amica.
Tornata a casa Claire parla con Fergus dopo averlo sentito piangere una notte e viene a scoprire cosa ha spinto Jamie a infrangere il patto con la moglie. Fergus le racconta come Randall abbia cercato di abusare di lui, ma per fortuna Jamie è arrivato in tempo e lo ha sfidato a duello, ponendo fine all’abuso sul bambino. Claire è sconvolta e cerca subito un modo per liberare il marito dalla Bastiglia. Come? Andando dal Re e offrendo ogni cosa in cambio della liberazione di Jamie.
Il Re le chiede in qualità di Dame Blanche, di aiutarlo a capire cosa fare di due uomini accusati di magia nera. E chi saranno mai? St Germaine e Mastro Raymond ovviamente. Povera Claire, che brutta situazione. Insomma, qualche discorsone dopo, la donna ha un’idea e la propone al Re: se i due uomini sopravviveranno alla pozione che lei gli somministrerà, allora lui li lascerà andare. L’uomo accetta ed ecco che Raymond sopravvive alla pozione (è quella che fa stare malissimo ma non uccide, avete presente? Non mi viene il nome in italiano, ma in inglese è Bitter Cascara). Mentre porge il calice a St Germaine, però, la collana che porta al collo e che cambia colore se c’è del veleno nelle vicinanze diventa nera e Claire capisce che Raymond ha avvelenato la coppa per uccidere il Conte. St Germaine è costretto a bere dal Re e muore, sotto gli occhi di una Claire piuttosto sconvolta, che pensava di essere riuscita a salvare entrambi.
Claire è anche costretta ad andare a letto con il Re e la cosa è abbastanza imbarazzate, ma per fortuna breve. Il Re non pare un grande amante, ma di certo non è comunque una cosa facile per Claire, che si vede costretta a tradire il marito per salvarlo.
Jamie torna a casa e i due sono freddi e distanti. Claire lo implora di riportarla a casa, in Scozia e prima di andare li vediamo visitare la tomba della loro bambina, Faith.

 

game of thrones

Game of Thrones 6×05
Prima puntata che io ricordi in cui non si vede Approdo del Re..sono sconvolta. Ma cerchiamo di andare con un minimo di ordine.
La puntata di apre con una cazzutissima Sansa che invece di piangere e disperarsi come avrebbe fatto nelle scorse stagioni le canta a Ditocorto per averla data in sposa a Ramsey. La freddezza con cui lo affronta mi ha stupita e mi sono resa conto che finalmente Sansa è cresciuto e spero di potermi aspettare molto da lei d’ora in avanti.
Subito dopo vediamo un’altra Stark, questa volta Arya, che le prende di nuovo di brutto dalla tipa con il caschetto. La odio un po’ quella tipa, ma amen. Jaquen decide di dare una missione ad Arya/A Girl che comporta di uccidere un’attrice. Arya si reca al luogo e assiste allo spettacolo che racconta della morta di Robert Baratheon e successivamente della decapitazione di Ned Stark. Insomma, la povera ragazza assiste due volte alla morte di suo padre, peccato che nella recita i Lannister siano dipinti come carini e gentili, mentre Sansa è una zoccola e Ned una specie di giullare. Un disastro insomma. Tutti ridono e Arya, l’unica a conoscere la verità su quelle persone non può dire nulla perché lei deve essere Nessuno.
In una visione di Bran, andando da un altro Stark, vediamo chi ha creato i White Walkers e scopriamo che sono stati i Figli della Foresta, per proteggersi dall’uomo, ma la cosa gli è decisamente sfuggita di mano.
Trasferiamoci alle Iron Islands, dove Yara cerca di ottenere la corona e diventare Regina, con il supporto di Theon che rinuncia alla pretesa del trono a favore della sorella, con un discorso bellissimo con cui elogia le capacità di leader della donna. Peccato che nel momento in cui iniziamo a credere ad una piccola vittoria, arriva Euron, zio dei due che reclama il trono per sé e alla fine se lo prende. Euron ha progetti grandi, vuole andare a conquistare Westeros (seriamente? Come se non ne avessimo già abbastanza). Yara e Theon fuggono portando con sé tutte le navi e lasciando Euron senza modo per lasciare le isole.
Ignoro la situazione Dany/Meereen perché giuro mi annoia tantissimo, ma il concetto è che Jorah è stato friendzonato un’altra volta anche se Daenerys gli ha detto di volerlo al suo fianco quando andrà a conquistare Westeros e Tyron incontra Melisandre 2.0 che crede che il principe promesso o quel che è sia Daenerys. Insomma…decidetevi.
Arriviamo al finale..OMG. Non voglio dire nulla perché mi sento male solo a ripensarci, ma cristo santo Bran che casini combini. Io spero davvero che quel ragazzino sia estremamente importante perché mi sta ammazzando una marea di personaggi. Senza rivelare nulla, posso dire che finalmente scopriamo la storia di Hodor e cosa si cela dietro al suo nome e all’unica parola che riesce a pronunciare. Nessuno di noi guarderà più una porta alla stessa maniera. Scusate se non commento decentemente, ma quei minuti mi hanno distrutta e non penso servano davvero commenti. Ognuno di noi l’ha vista e ognuno di noi è probabilmente rimasto sconvolto. Posso solo dire che ho trovato la storia di Hodor geniale e devo fare i complimenti a Martin per averla ideata e agli autori per averla resa a video.
Vedremo la prossima puntata come andrà.

 

blindspot

Blindspot 1×23
La parola chiave qui è WTF. Ragazzi la puntata ha risolto alcune cose, ma quante altre domande ci ha fatto saltare in mente che spero troveranno risposta nella seconda stagione? Eh sì, la prima stagione di Blindspot è terminata e io sono dannatamente curiosa di vedere cosa succederà nella seconda. Insomma..autunno quando arrivi?
Mayfair è morta, ma all’inizio della puntata ancora non lo sa nessuno a parte Jane. L’episodio è un po’ diviso in tre perché segue tre vicende separate: Jane che va alla ricerca di Oscar, Kurt che torna nella casa in cui viveva da bambino insieme alla sorella per cercare il cadavere di Taylor e vedere se il padre aveva detto la verità prima di morire e il resto della squadra che cerca Mayfair, non credendo che la donna possa essere semplicemente fuggita.
Parto da Kurt che mi viene facile. Sarah capisce che il fratello non può darsi pace finché non avrà scoperto la verità e lo accompagna, ma quando scavano sotto la vecchia casetta di legno nel giardino, dove pensavano ci fossi il cadavere, non trovano nulla. Inizialmente pensano che il padre abbia delirato prima di andarsene, ma Kurt non molla e gli viene un’intuizione. In mezzo alla notte, sotto la pioggia giusto per rendere la cosa più drammatica, ecco che trova uno stivale da bambina, uguale a quello che indossava Taylor, con dentro un osso. Lui si dispera e la mossa successiva è quella di pensare a Jane e chiedersi quindi chi diavolo è questa donna che è entrata nella sua vita così a random.
Passando a Jane, appunto, grazie all’aiuto della ragazza hacker che avevamo conosciuto a inizio stagione e a quello di un tipo che lavora con Oscar (l’uomo che risponde al telefono simulando la pizzeria..presente?) e trova Oscar in una specie di stalla. Peccato che l’uomo non abbia troppo buone intenzioni. Ha capito che ormai il loro rapporto è compromesso e che la donna non si fida, ma soprattutto la missione non sta andando come previsto. Decide così di cancellare nuovamente la memoria a Jane, ma non ci riesce. I due lottano (ovviamente il mio cuoricino shipper chiedeva pietà) e alla fine succede la catastrofe, per me ovviamente: Oscar muore. Perché? Io dico, ho capito che ha fatto degli errori, ma i flashback mostrano quanto si amassero i due e lui, nel bene o nel male, ha sempre cercatp di proteggere Jane. E cosa fanno? Me lo ammazzano. Big no. Jane corre da Weller che però non è troppo felice di vederla. La puntata finisce con lui che le recita i suoi diritti e la arresta.
Seriamente?!
Concludo parlando un attimino degli altri 3. Tasha e Reed cercano Mayfair e trovano il luogo in cui noi sappiamo che è morta. Il posto è stato ripulito e del corpo ovviamente non c’è traccia, quindi i due chiamano Patterson che scopre il sangue e determina che è di Bethany. I tre sono ovviamente sconvolti e continuano ad indagare arrivando a casa del loro capo. Patterson, che è un piccolo genio, trova una cassaforte, la aprono e cosa c’è dentro? Una chiavetta. Non vi sto a raccontare dei magheggi per decriptare la chiavetta perché l’importante è quello che c’è dentro: tutto su Orion, Daylight e un altro programma. Che la seconda stagione ci riveli tutto quello che vogliamo sapere sul passato di Bethany? Io personalmente non vedo l’ora! Al prossimo anno!

 

mon firma

Weekly Recap #50

Buongiorno a tutti 🙂
Spero la vostra giornata sia iniziata bene. Ecco qui il Weekly Recap in cui commento le puntate della scorsa settimana. Altro finale di stagione, ormai si avvicina davvero la fine delle serie che sono iniziate in autunno e già prevedo una luuunga pausa estiva. Speriamo che ci diano qualche serie interessante nei mesi estivi.
Buona lettura!

grey’s anatomy

Grey’s Anatomy 12×24
Per un attimo ammetto di aver avuto paura. Ho avut paura che Shonda rovinasse tutto un’altra volta, dandoci un finale terribile e facendoci attendere la tredicesima stagione in crisi nera.
Questa puntata parla di amore, in varie situazioni, con diversi casi, ma pur sempre di amore. Il caso che viene portato in ospedale sembra quasi essere buttato lì a caso perché non se lo fila nessuno.
Le protagoniste dell’episodio sono Amelia e April, due donne incredibili e meravigliose. Parto da April, ma solo perché voglio poter blaterare di Amelia a lungo più tardi.
La donna è la testimone di Owen ed è perfetta. Sappiamo quanto April sia brava nell’organizzare cose, peccato che sto giro si dimentichi le fedi nuziali in giro ed ecco che la vediamo correre via dalla chiesa insieme a Ben per andare a casa di Meredith a recuperarli. Si capisce subito che c’è qualcosa sotto la scelta di prendere Ben come suo accompagnatore e infatti i due si ritrovano in una brutta situazione. April entra in travaglio e Ben è costretto ad effettuare un cesareo senza anestesia sul tavolo della cucina di Meredith. Il tutto dopo che poche ore prima sua moglie, la Bailey, gli aveva detto apertamente di non fidarsi di lui come medico. Ben ha una responsabilità enorme perché ha fra le mani due vite importantissime: quella di April, una donna che abbiamo imparato ad amare e rispettare nel corso degli anni (mi ricordo quanto la odiavo all’inizio) e del suo bambino, una vita che merita di esistere per portare gioia a due genitori che ultimamente di gioie ne hanno avute poche. Ben ha paura e solo la conferma che sua moglie in realtà si fida di lui gli dà il coraggio di affrontare un’operazione difficile sia a livello pratico che emotivo. Immaginate che difficile debba essere stato per lui operare su una sua amica sapendo di farle molto male e soprattutto rischiando di uccidere lei e il bambino che desidera più di ogni altra cosa al mondo.
Per fortuna tutto va per il meglio, anche se le urla di April e il silenzio dopo mi hanno fatto temere il peggio. Devo fare i complimenti a Sarah Drew, interprete di April, per la stupenda performance. Ha fatto un lavoro eccezionale, ma che fosse una brava attrice si era già capito durante tutta la storia del primo figlio, in cui avevo trovato la sua recitazione uno spettacolo.
Mi è spuntato un sorriso ed è caduta una lacrima nel vedere Jackson coccolare la sua bimba (eh sì, è una femmina) mentre aspetta che April esca dalla sala operatoria. Ma più di tutto mi è piaciuto l’abbraccio tra Ben e la Bailey che forse ha capito di aver reagito troppo male nei confronti del marito e con quell’abbraccio ci ha fatto vedere una lucina in fondo al tunnel. Insomma, per entrambe le coppie vedo luce e spero davvero che Shonda limiti i danni nei loro confronti per un po’.
Piccola parentesi sulla coppia Jo/Alex. Amo Alex, adoro come si è evoluto il suo personaggio e sono convinta che meriti di meglio. Mi piaceva abbastanza Jo all’inizio, ma in questa stagione è una palla al piede lagnosa e inutile e ora scopriamo anche perché non vuole/può sposare Alex. Lo immaginavo quindi non mi sono sorpresa più di tanto, ma non capisco perché tenerlo nascosto a lui. Sì, ha un caratteraccio e sì, cercherebbe il bastardo, ma potreste parlarne come adulti, invece di continuare a fare i bambini. Alex torna anche indietro da lei dopo averla lasciata, per ritrovarla sul letto con sopra DeLuca (che poverino stava solo cercando di farla arrivare a letto sana e salva visto che è ubriaca) e inizia a prenderlo a pugni. Si hai dimostrato che sei macho, ma adesso hai fatto solo casino Alex. Spero che nella prossima stagione ci sia più spazio per loro e voglio anche per loro la luce in fondo al tunnel. Voglio gioia, amore e una famiglia, magari un bimbo.
Arriviamo al mio personaggio: Amelia. Piccola Amelia, che pochi riescono a comprendere perché pochi hanno visto Private Practice. La sua famiglia non la considera, al punto che non si presentano nemmeno al matrimonio, pensando che questa decisione sia solo un’altra delle irrazionali decisione di Amy dettate dall’alcool o dalla droga. Abbiamo sempre saputo poco della famiglia Sheperd, ma questa è stata una bastardata. Amy è sola, senza famiglia, con nessuno che la accompagni all’altare perché era compito di Derek, l’unico membro della famiglia che la amava incondizionatamente, senza mai giudicarla troppo. Maggie come dice Amelia è tutta zucchero e miele, totalmente in contrasto rispetto al carattere della donna e l’unica che rimane è Meredith, quella che l’ha snobbata e trattata male per puntate e puntate e ancora puntate. Il confronto tra le due è magnifico e finalmente Meredith fa quello che avrebbe dovuto fare secoli fa: dà la sua approvazione e, per un giorno, diventa la persona di Amelia. Le dà supporto e la sostiene nelle sue decisione, costringendola a riflettere sulle sue scelte. Non voglio raccontare troppo perché secondo me sono scene che vale la pena godersi senza sapere nulla. Amelia ha paura, ed è normale. Ogni sua decisione è sempre stata giudicata e messa in discussione, perché questa del matrimonio dovrebbe essere diversa? La cosa che non ha messo in conto è che Owen la ama e la sostiene e infatti è lì che la aspetta quando finalmente si decide a camminare verso l’altare e verso una nuova vita. Owen è l’uomo giusto per lei e insieme sono davvero l’amore. Non metto in dubbio che sia stata una scelta affrettata quella del matrimonio e soprattutto che la loro relazione sia stata gestita male, ma ritengo che meritino una possibilità, quindi io, personalmente, sono davvero contenta di come è andata.
La puntata è, nel complessivo, semplice ma davvero bella. Spero che la prossima stagione sia come questa, che ricordi le prima stagioni e che sia un altro anno di emozioni insieme ai personaggi (che sono sempre meno) che abbiamo imparato ad amare.
Piccole note: 1) Callie non ci sarà nella prossima stagione, almeno all’inizio, perché l’attrice ha chiesto una pausa e io non so come mi sento al riguardo. Magari vi farò sapere più avanti.
2) Perché perché perché il triangolo?! A Maggie piace Riggs ed è convinta che lui ricambi, mentre lui fa gli occhioni dolci a Meredith che non fa mai niente. Argh.
Ci risentiamo a settembre ragazzi, è stato un piacere commentare Grey’s Anatomy con voi anche quest’anno.

 

outlander

Outlander 2×06
Faccio fatica a concentrarmi su qualsiasi cosa che non sia quel finale, quindi perdonatemi se salto praticamente tutto l’episodio. Conosciamo il boia di corte che è decisamente un uomo interessante e un po’ macabro. Me lo ricordo dai libri e devo dire che hanno fatto un lavoro ottimo con il casting. Mi è piaciuto molto come continuano a rappresentare il rapporto tra Claire e Mastro Raymond. I due non sono propriamente amici, ma si proteggono a vicenda e apprezzo come stanno rendendo la cosa su schermo.
Jamie e Claire sono sempre splendidi, anche quando escogitano piani malefici per far perdere al Principe Charles denaro e il bello è che loro riescono ancora a scherzarci su, con battute e la loro solita complicità. Jamie si fa promettere che la moglie tornerà nel futuro se mai dovesse essercene bisogno e mi si è spezzato il cuore. I due compiono anche un atto di enorme fiducia nei confronti di Murtagh, rivelandogli il segreto di Claire. L’uomo è, ovviamente, inizialmente sconvolto, ma mi immaginavo molto peggio.
Inizio a essere un po’ stufa, come Claire del resto, di questa parentesi francese, nonostante sia stata resa benissimo. Louise e le amiche sono insopportabili e avrei voluto alzarmi, prendere e andarmene anche io come Claire.
Eccoci finalmente al finale. Claire arriva a casa ed ecco che subito capisce che qualcosa non va. Viene informata che Jamie se ne è andato per un duello e subito il pensiero va a Randall. Claire scopre dove sono e si reca lì, ma si vede che qualcosa non va nemmeno con lei. Trema, è pallida e spaventata. Arriva ad una radura ed ecco i due che si stanno sfidando, Jamie non si accorge praticamente nemmeno di Claire, che però inizia a stare male. Ero lì con l’ansia, nonostante sappia benissimo cosa succederà, ma la scena è rappresentata così bene che..wow. Jamie sferra il colpo finale andando a trafiggere le parti intime di Randall (non oso immaginare il dolore), ma nel stesso istante arrivano le guardie che lo arrestano e Claire collassa, facendoci definitivamente capire che sta andando male sia per lei che per il bambino. La puntata si chiude così, con Jamie disperato che non può andare dalla moglie perché viene arrestato e lo sguardo sofferente e un po’ vacuo di Claire, che ci può solo far spaventare e temere il peggio.

 

game of thrones

Game of Thrones 6×04
La puntata inizia con una delle scene che attendevo di più in questa stagione: Sansa e Jon di nuovo insieme. L’abbraccio tra i due è qualcosa di magico e sembra che le disavventure di entrambi abbiano fatto dimenticare l’odio che la ragazza aveva per il fratellastro da piccola. Ora l’unica cosa che le interessa è aver ritrovato parte della sua famiglia. Sansa è cresciuta molto da quando era una bambina che aveva come unico scopo quello di diventare regina. Nell’episodio cerca di convincere Jon a marciare con lei verso Grande Inverno per reclamare casa loro e toglierla dalle mani di Ramsey. Alla fine Jon cede, soprattutto dopo aver letto una lettera di Ramsey che rivuole sua moglie e che usa un linguaggio non proprio cordiale e diplomatico.
Con l’arrivo di Sansa e Brienne, ecco che scopriamo che effettivamente Ser Davos non sa nulla di quello che è successo alla piccola Shireen e non oso immaginare cosa farà quando lo verrà a sapere.
Parlando di persone poco diplomatiche, ecco che incontriamo di nuovo la sorella di Theon, Yara mi pare, che non accoglie esattamente il fratello in maniera cordiale. Pensa che Theon voglia rubarle il trono, mentre lui vorrebbe solamente un po’ di pace.
Ad Approdo del Re si continua a parlare e non fare nulla, il che mi sta vagamente annoiando, ma sarà perché sono abituata a vedere azione da parte di Cersei and company. L’Alto Passero non fa altro che parlare e non se ne può più..spero di vedere sviluppi nella seconda metà della stagione.
La protagonista indiscussa della puntata però è Daenerys. Daario e Jorah sono arrivati al luogo in cui si trova la Khaleesi, ma diciamo che non hanno esattamente un piano in mente per liberare la loro regina. Daenerys però finalmente si sveglia e si ricorda di avere un piccolo dono che le permette di liberarsi dei Khal moolto in fretta: è immune al fuoco. Ecco che nel giro di qualche minuti assistiamo ad una scena mozzafiato di tutta la capanna che prende fuoco e osserviamo come Daenerys, uscendo viva (e molto nuda) e illesa, si guadagna il rispetto di tutti gli uomini e le donne presenti. Se tutti questi dovessero essere ai suoi ordini ora, beh, si è trovata un gran bell’esercito. Spero che ora si svegli un po’ e se ne vada da Meereen che qui sta storyline ha stufato. Mi hanno anche rubato Tyrion che è decisamente sprecato lì a fare da mediatore tra Masters e Slaves.
Incrociamo le dita per un grande futuro per gli Stark (maddove?!) e speriamo che la stagione prosegua al meglio.

 

blindspot

Blindspot 1×22
Penultima puntata, ragazzi che casino. Jane corre subito a parlare/urlare ad Oscar per quello che le hanno fatto fare a Mayfair, ma poi spunta la ex della donna ed ecco che non si capisce di nuovo più niente. Jane aveva aiutato Sophia a fuggire e a fingersi morta e lei ora l’ha aiutata a incastrare Bethany. Perché? Non è dato sapere. Come sempre si sa solo che ha fatto qualcosa di male in passato e ora è giusto che paghi.
Nel frattempo l’FBI si occupa del caso di una bimba con un tatuaggio a codice a barre sul polso, lasciata dentro una borsa fuori da una struttura. Dejavu signori? Insomma, la bimba ha lo stesso tatuaggio di Jane, non si sa da dove viene, non si sa chi è. Mi sembra di essere tornata alla prima puntata.
Jane viene allontanata dalla squadra dal nuovo capo, ma è testarda e cocciuta e continua a indagare per i cavoli suoi, ovviamente finendo in una marea di casini. Siccome però stiamo parlando di Jane, fa un po’ di ninja, qualche pugno qui, qualche calcio lì e tutto a posto.
Scopriamo piano piano che la bimba fa parte di un progetto segreto che crea cloni a partire da materiale genetico. Ansia ansia ansia. Mi ha ricordato un po’ un film che avevo visto in cui delle persone venivano create solo allo scopo di essere dei donatori di organi. Inquietante.
Nel frattempo Bethany che come Jane non sa farsi i fatti propri, indaga sulla sua ex e sulla tipa che aveva rimorchiato e che hanno ucciso. Si fa i suoi giretti aiutata da Tasha e Reed, e alla fine arriva nel luogo dove si incontrano Oscar e Jane. Peccato che in quel momento arrivi anche Jane urlando di non poter più andare avanti con le missioni e ecco che tutta la fiducia che Mayfair poteva aver accumulato verso Jane sparisce in due secondi. Le due iniziano a lottare, Bethany più convinta che mai di voler uccidere Jane, ma ecco che Oscar arriva e ammazza Mayfair. Devo dire che un po’ mi è dispiaciuto. Non so come la gestiranno e come reagiranno gli altri, ma Jane sarà segnata da questa cosa per un bel po’ di tempo. E Oscar mio bello svegliati che qui perdi la ragazza oltre che la missione.
Ultimo colpo di scena ce lo regala il papà di Weller che nel delirio pre-morte rivela di aver effettivamente ammazzato Taylor e rivela dove si trova il corpo. Insomma,#maiunagioia anche in questo telefilm.
Settimana prossima finale di stagione e non so davvero cosa aspettarmi.

 

mon firma