Crea sito

mon

Weekly Recap #32

Buonasera!
Mi scuso per non aver pubblicato ieri, ma mi mancava ancora da vedere Blindspot e ho passato il pomeriggio al buio sul letto causa un mal di testa assurdo che non se ne andava più. Mi rendo conto che è tardissimo,  ma non ho davvero giustificazioni per l’ora tarda se non quella di essere distrattissima in questi giorni. Mi dispiace molto e vi lascio alla lettura del weekly recap senza farvi perdere altro tempo!

doctor who

Doctor Who 9×10
‘Face the Raven’ è uno di quegli episodi che danno emozioni contrastanti. Da una parte non vorresti mai vederlo, dall’altra la curiosità è al massimo perché sai che sarà un episodio fondamentale. Inizia allegro, con Clara e il Dottore al ritorno dall’ennesima avventura, felici e stanchi. In quel momento, suona il telefono del Tardis e tutto inizia a precipitare. Rigsy (ve lo ricordate il ragazzo che aveva aiutato Clara in uno degli episodi dell’ottava stagione) si è svegliato la mattina con uno strano tatuaggio sul collo che pare essere un countdown e non ricorda di averlo fatto. Ovviamente i due non riescono a dire di no ad un mistero e iniziano ad indagare.
Grazie ad un’intuizione brillante della ragazza, i tre riescono a trovare una via di Londra che nessuno riesce a vedere grazie ad un sistema di copertura alieno e lì trovano Ashildr. La ragazza, sempre immortale, ha mantenuto la promessa di difendere il mondo dal Dottore e ha creato un luogo in cui gli alieni possano rifugiarsi e ricevere asilo. Mantiene le regole in maniera ferrea e chiunque trasgredisca viene condannato a morte tramite un’Ombra, rappresentata da un corvo. Scopriamo quindi quello che è successo: pare che Rigsy abbia ucciso una donna e per questo Ashildr lo ha condannato. Scaduto il countdown, il corvo verrà a portare la morte e non vi è modo di sfuggirgli.
Clara non è una persona che si arrende facilmente e inizia ad indagare per trovare il vero colpevole e salvare Rigsy. Mi è piaciuto come le abbiano dato molto spazio in questo episodio, permettendole di dimostrare di essere sveglia e di aver imparato molto dal Dottore negli anni. È lei che trova il figlio della donna uccisa che li aiuta a capire molte cose ed è sempre lei che, coraggiosa e ottimista, scopre che la condanna può essere passata ad un’altra persona se questa è consapevole e consenziente. Nel momento in cui è venuta fuori quell’informazione ho capito come sarebbe andata e ho iniziato a piangere. Clara accetta di prendere il posto di Rigsy, convinta di poter trovare una soluzione nel tempo rimanente e salvare tutti, ma on ha messo in conto che qualcosa non quadrava dall’inizio in quella storia e il Dottore se ne accorge quando ormai è troppo tardi. Mentre Ashildr spiegava, sentivo la stretta sul petto aumentare e quando ha detto che non poteva aiutarla ho sperato, per un attimo, che il Dottore se ne arrivasse con un’ idea geniale a salvare la situazione, ma così non è stato. Mi sono sentita come Clara, disorientata, confusa, stupita che per la prima volta il Dottore non avesse soluzioni e devo ammettere che è l’unica pecca dell’episodio. Mi è sembrato che ci abbiano provato troppo poco, che non abbiano nemmeno tentato di fare qualcosa, accettando gli eventi perché era così che doveva andare. Sappiamo che il Dottore ha fatto così assurde per i suoi compagni e ha sempre tentato l’impossibile, quindi perché questa volta si è semplicemente rassegnato a vedere la sua amata Clara morire?
Clara, però, dopo un attimo di crisi, fa quello che le riesce meglio, quello per cui è un’ottima compagna: salva il Dottore. Nei suoi ultimi minuti, il suo pensiero principale è lui e il suo futuro e voglio riportare le parole che, giuro, mi hanno portata ad assomigliare ad una piccola fontana.

You. Listen to me. You’re going to be alone now and you’re very bad at that. You’re going to be furious and you’re going to be sad, but listen to me. Don’t let this change you. I now what you’re capable of. Don’t be a warrior. Promise me. Be a Doctor.

Nell’ottava stagione non la potevo vedere, ma in questa nona mi è piaciuta tantissimo e vederla uscira dalla casa, camminare a testa alta verso la sua fine, mi ha vagamente distrutta. Il Dottore la guarda senza poter fare nulla e la scena è stata terribile. Rientrato in casa, lo vediamo alle prese con Ashildr, che deve teletrasportarlo in qualche luogo sconosciuto per conto di certi “loro” con cui ha fatto un patto, ma il Dottore non le perdonerà ciò che è successo a Clara facilmente e temo seriamente che possa succedere qualcosa di brutto. Non so come saranno i prossimi episodi di Doctor Who o se conosceremo presto la nuova companion, ma so che Clara ha fatto un viaggio lunghissimo insieme al Dottore e insieme a noi e non verrà dimenticata facilmente, che uno l’abbia amata o odiata.

 

blindspot

Blindspot 1×10
Pensavo che l’episodio più sconvolgente di questa settimana sarebbe stato quello di Doctor Who per ovvi motivi e fino alla fine di Blindspot ero certa di aver avuto ragione, ma no, gli ultimi 5 minuti della puntata hanno ribaltato tutte le carte in tavola.
Cerco di andare con un minimo di ordine però. L’episodio inizia già nel pieno delle ricerche dell’assassina di David e mi sono stupita nel vedere Patterson così impegnata nel caso, per poi capire che lo faceva per tenere la mente occupata e non pensare alla morte del fidanzato. La squadra è più determinata che mai a catturare la donna responsabile dell’omicidio e inizia subito a trovare indizi che aiutino a capire di chi si tratta. Grazie all’indagine viene rivelata una cella di spie russe che sono state posizionate in America e che hanno sposato persone particolarmente influenti per carpire informazioni. Devo ammettere che la storia non mi ha entusiasmata particolarmente, ma l’ho seguita volentieri. Alla fine, Weller e Jane riescono a trovare la donna che ha ucciso David, ma questa muore nella colluttazione.
A quel punto Patterson crolla del tutto rivelando a Jane di aver sperato che trovare l’asssassina alleviasse un po’ il dolore, ma si rende conto di non provare più nulla e di sentirsi vuota. Ci vorrà del tempo perché la donna riesca a riprendersi, ma ha l’intera squadra al suo fianco pronta a sostenerla. Jane, riflettendo sulle parole dell’amica sul aver perso tempo prezioso, si allontana dagli uomini incaricati di proteggerla e fa quello che aspettavamo da settimane: prendere Weller e sbatterlo contro un muro. No, scherzo, non è andata esattamente così, ma il concetto è che abbiamo avuto il tanto agognato bacio, con tanto di nipotino che interrompe il momento. Ovviamente le cose non potevano finire bene e Jane viene rapita dal tipo pazzo della CIA di cui non ricordo il nome. Dopo averla torturata un po’ (non so bene perché decidano sempre il waterboarding e soprattutto perché lo facciano vedere che a me da fastidissimo) e averle fatto ricordare il nome Orion (è un progetto? una missione?), succede il finimondo. Il tipo senza nome sente degli spari, va verso la porta e bam, viene ammazzato dal tipo figo con il tatuaggio sul braccio dei sogni di Jane. Tale manzo si chiama Oscar e invece di liberare la povera Jane le fa vedere un video in cui Jane stessa rivela di essere lei l’ideatrice del piano che la coinvolge direttamente. Ok, non penso di essere riuscita a spiegarmi. Sostanzialmente Jane ha ideato il piano di farsi coprire di tatuaggi dai significati nascosti e di cancellarsi la memoria. Perché non è ancora dato sapere. Sappiamo che Oscar e Jane erano sposati però e ora parte il dilemma che c’è in ogni serie tv che si rispetti: quale manzo sceglierà?! Lo scopriremo dopo la pausa invernale.

 

Con questo io vi saluto e vi aspetto qui la settimana prossima a commentare Doctor Who e l’ultima puntata di Quantico.

Teaser Tuesday #37

Buongiorno!
Oggi è una giornata importante un po’ per tutte, ma soprattutto per Anna, quindi probabilmente se ci seguite su Facebook vedrete spuntare delle foto riguardanti questo particolare evento.

Nell’attesa di iniziare la giornata, vi lascio con il Teaser di questa settimana, preso da un libro che ho letto in un pomeriggio da quanto scorre bene.
teaser tuesday

I’m left with George. He sucks on his Popsicle meditatively for a few minutes, then asks, “Did you know that in space it’s very, very cold? And there’s no oxygen? And if an astronaut fell out of a shuttle without his suit he’d die right away?”
I’m a fast learner. “But that would never happen. Because astronauts are really, really careful.”
George gives me a smile, the same dazzling sweet smile as his big brother, although, at this point, with green teeth. “I might marry you,” he allows. “Do you want a big family?”
I start to cough and feel a hand pat my back.
“George, it’s usually better to discuss this kind of thing with your pants on.” Jase drops boxer shorts at George’s feet, then sets Patsy on the ground next to him.
She’s wearing a pink sunsuit and has one of those little ponytails that make one sprout of hair stick straight up on top, all chubby arms and bowed legs. She’s, what, one now?
“Dat?” she demands, pointing to me a bit belligerently.
“Dat is Samantha,” Jase says. “Apparently soon to be your sister-in-law.” He cocks an eyebrow. “You and George move fast.”
“We talked astronauts,” I explain, just as the door opens and in comes Mrs. Garrett, staggering under the weight of about fifty grocery bags.
“Gotcha.” He winks, then turns to his mother.

Chapter 5 – MY LIFE NEXT DOOR di Huntley Fitzpatrick

divisore dx

my life next door
“One thing my mother never knew, and would disapprove of most of all, was that I watched the Garretts. All the time.”

The Garretts are everything the Reeds are not. Loud, messy, affectionate. And every day from her rooftop perch, Samantha Reed wishes she was one of them . . . until one summer evening, Jase Garrett climbs up next to her and changes everything.

As the two fall fiercely for each other, stumbling through the awkwardness and awesomeness of first love, Jase’s family embraces Samantha – even as she keeps him a secret from her own. Then something unthinkable happens, and the bottom drops out of Samantha’s world. She’s suddenly faced with an impossible decision. Which perfect family will save her? Or is it time she saved herself?

A transporting debut about family, friendship, first romance, and how to be true to one person you love without betraying another.

mon firma

Weekly Recap #31

Settimana di finali di metà stagione. Mamma mia che ansia ogni volta che si raggiunge questa settimana. I Recap andranno molto probabilmente in pausa insieme alle serie che seguo, ma in teoria la settimana prossima vi farò ancora compagnia. Vi lascio alla lettura ora!

doctor who

Doctor Who 9×09
Recap più corto di sempre..ragazzi, non sono riuscita a finirla. Penso di averne visti 10 minuti con una espressione a metà tra il disgusto e qualcosa che assomigliava ad un “ti prego dimmi che ora cambia e torna ad essere una puntata normale”. Dopo quei 10 minuti non ce l’ho più fatta e mi rendo conto che forse non è esattamente corretto nei vostri confronti lasciarvi senza Recap, ma non sono riuscita ad andare avanti e mi scuso. Detto questo, alla prossima settimana, in cui spero le cose ritornino ad essere meravigliose. Questo episodio ha rovinato questa nona stagione stupenda. Spero fosse solo un passo falso.

 

grey's anatomy

Grey’s Anatomy 12×08
Mi aspettavo un finale di metà stagione più intenso, ma devo ammettere che mi è piaciuto comunque moltissimo. Non capisco certe dinamiche, non comprendo certe scelte, ma Grey’s Anatomy in questa stagione mi sta sorprendendo come non succedeva da anni.
In questo episodio la Bailey è costretta ad affrontare la sua prima crisi, data da un enorme numero di vigili del fuoco feriti in un gravissimo incendio. Webber è subito al suo fianco per sostenerla e aiutarla in questa situazione delicata e il rapporto tra i due mi è davvero piaciuto. Ho apprezzato davvero molto come Webber stia facendo un po’ il papà, un po’ l’amico di tutti, cercando di dare il massimo con i propri consigli e tentando di essere un collega e amico presente.
Jackson e April hanno fatto danni nella scorsa puntata andando a letto insieme e ora non sanno bene come gestire la cosa. La sfuriata di April alla fine me la aspettavo da un bel po’ e non so bene come reagire al comportamente di Jackson. Sono davvero davvero curiosa di vedere dove porteranno questa coppia che ci ha fatto così tanto dannare.
Meredith e Alex sono in un mondo tutto loro e non sembra esserci posto per Jo, che invece di reagire come donna adulta e ferita, si comporta da bambina sbattendo i piedi e non spiegando all’uomo che ama qual è il vero problema. La proposta di Alex mi ha lasciata basita e sinceramente non era così che mi aspettavo andassero le cose. Non so se sia il momento adatto per un passo del genere e non vorrei che da questa proposta vengano fuori solo danni.
Problemi in paradiso anche per Owen e Amelia, nonché per Amy e Meredith. La neo-coppia sembra proprio non riuscire a parlare e temo che il problema sia principalmente di Owen che tende a non voler mai parlare dei fatti suoi, come faceva anche con Cristina. Tra Meredith e Amelia le cose sono decisamente tese e mi dispiace vedere due personaggi del genere, che dovrebbero essere uniti dalle circostanze della vita, essere invece continuamente in lotta.
Riggs non so bene come collocarlo all’interno della storyline, ma sono terribilmente curiosa. Unica cosa, vi prego, niente triangoli tra lui, April e Jackson oppure tra lui, Maggie e DeLuca. Voglio un po’ di pace in quel senso.
Detto questo, episodio emozionate e divertente allo stesso tempo e che, per una volta, non mi fa entrare nella pausa di Natale con l’ansia di ciò che accadrà.

 

how to get away with murder

How To Get Away With Murder 2×09
Oh mio Dio, oh mio Dio, oh mio Dio!! Ragazzi, che cosa è successo in questa puntata? Sono letteralmente sconvolta e non so bene da dove partire perché tutto quello che è successo mi ha sorpresa a livelli indecenti, lasciandomi con espressioni non esattamente ripetibili in mente. Vado in ordine cronologico così magari riesco a mantenere un vago senso. Asher sta cercando di sistemare i casini che Annalise ha creato a suo padre quando Bonnie lo raggiunge e gli comunica una terribile notizia. Suo padre si è impiccato. Il ragazzo si sente decisamente in colpa per la cosa e non sa bene come comportarsi. Alla fine, stremato dal dolore e pieno di rabbia se la prende con la Sinclaire, che decisamente non si sta comportando bene. La donna lo provoca fino a fargli definitivamente perdere la pazienza e Asher finisce per investirla con la macchina, rendendosi conto solo dopo di quello che ha combinato. Nel frattempo, a casa Hapstall, Michaela chiama Connor per decidere cosa fare della pistola trovata da Caleb. Nessuno sa bene cosa fare, finché Catherine non rientra in casa e, vista la pistola, fugge. A quel punto sembra tutto diventare un casino. Annalise non sa più come gestire le cose e, dopo aver saputo della morte della Sinclaire, idea un piano per cercare di salvare tutti. In pratica decide di far sembrare che ogni cosa sia colpa di Catherine. Bonnie porta il corpo della Sinclaire a casa Hapstall e i ragazzi si ritrovano di nuovo coinvolti in qualcosa più grande di loro. Connor e Michaela non ce la fanno più e tentano di andarsene, ma Annalise li tiene decisamente in pugno e alla fine cedono. Wes chiama Nate e gli chiede aiuto perché è convinto che la Keating stia perdendo la testa. Il poliziotto si dirige verso casa Hapstall, ma a quel punto ci viene rivelato chi ha sparato alla donna. Praticamente Annalise piazza la pistola in mano ai ragazzi e cerca di provocarli per farsi sparare e poter dare la colpa a Catherine (che nel frattempo viene ritrovata e drogata da Frank). I ragazzi però rinunciano uno alla volta perché capiscono che la Keating non è del tutto a posto a questo punto, ma la donna non ha sicuramente intenzione di fermarsi e rivela a Wes tutta la verità su Rebecca. Wes a quel punto le spara e giuro, per un attimo ho pensato le sparasse in testa e la uccidesse così, senza pensarci troppo. Ma la Keating inizia a sussurrare il nome “Christophe” e il ragazzo si blocca. L’episodio si conclude con un flashback in cui vediamo un ragazzino, Christophe appunto, interrogato dalla polizia. Immagino a questo punto che quello fosse Wes e giuro che non mi spiego il cambio di nome. Fuori dalla stanza dove stanno interrogando il ragazzino ci sono Annalise e Eve, abbastanza sconvolte e si intuisce che hanno combinato qualcosa che non avrebbero dovuto fare. Non so bene cosa o che ripercussioni la cosa abbia avuto su Wes, ma la curiosità è a livelli massimi. In tutto questo nessuno si è praticamente più curato di Philip o del fatto che Caleb non è troppo convinto di accusare la sorella dell’omicidio di 3 persone più il tentato omicidio di Annalise. Io come ci arrivo a febbraio senza risposte?

 

blindspot

Blindspot 1×09
Ahia che brutta situazione. L’episodio mi è piaciuto davvero tanto, ma il finale mi ha lasciata a bocca aperta. Patterson trova un altro indizio nascosto tra i tatuaggi di Jane e questo li porta a scovare ed uccidere una coppia di assassini che si stavano preparando per un lavoro. Weller e Jane vanno sotto copertura facendo finta di essere i due assassini all’incontro con l’uomo che li aveva contattati per recuperare una lista di persona sotto protezione testimoni. Pare, infatti, che il database contenente tutte le informazioni sulle nuove identità dei testimoni sia stato hackerato e che la lista sia stata messa in vendita.
Le cose si complicano immediatamente quando Jane e Kurt vengono portati via dal gala a cui dovevano andare a trasportati via elicottero in una villa privata. La squadra dell’FBI fa di tutti per ritrovarli, ma i due sono costretti a cavarsela da soli finché non verranno raggiunti dagli altri. Mi è piaciuto vedere Weller e Jane così affiatati, obbligati a fidarsi ciecamente l’uno dell’altra per uscire da una situazione spiacevole. Sono contenta che i due stiano andando avanti a piccoli passi nella loro relazione e che Kurt abbia, per ora, smesso di volere che Jane sia Taylor.
Altra storyline riguarda David, l’ex ragazzo di Patterson che non riesce a togliersi dalla mente il puzzle che i tatuaggi di Jane creano e, mentre si trova nella biblioteca dove aveva risolto un altro enigma con Patterson, vede una ragazza usare il codice del libro che avevano scoperto qualche episodio fa. Purtroppo il ragazzo non si dimostra troppo sveglio e inizia a seguire la donna. Si sa, però, che la curiosità uccise il gatto e David viene, appunto, ucciso. Inutile il gesto dell’uomo che lo pedinava da tutto il giorno (faccio schifo con i visi, ma è lo stesso che stava fuori da casa di Jane e che lei continua a ricordare?) che chiama immediatamente l’ambulanza. Non so come reagirà Patterson, ma immagino molto male e sinceramente mi ha un po’ deluso questa fine per David. Speravo ci fosse un enorme plot-twist in cui avremmo scoperto che era una spia o qualcosa del genere, invece pare fosse un ragazzo innamorato amante degli enigmi.

 

quantico

Quantico 1×08
Non sono certa di quello che sia successo. O meglio, non so bene cosa aspettarmi ora. Shelby e Simon sono stati arrestati e portati alla base FBI in cui si stanno svolgendo le ricerche sull’attentato e Clayton Haas non è troppo sicuro del coinvolgimento della bionda in tutta questa faccenda. Chiede quindi a Caleb di cancellare varie mail che potrebbero risultare compromettenti per la sua carreira, ma Caleb fa anche un paio di scoperte utili. Vede, per esempio, una mail che indica che qualcuno è entrato con il badge di Alex all’FBI (ovviamente non è stata Alex) e scopre anche che il padre ha totalmente ignorato la cosa, cercando anzi di insabbiarla. Che sappia qualcosa? Mentre Caleb legge le mail, ne vede una in cui Shelby ammette a Clayton di essere ancora innamorata del figlio e di non potere quindi andare avanti con la loro relazione. Qualche settimana prima, intanto, Miranda da ai ragazzi dei compiti pensati per ognuno di loro e saranno Simon e Nimah, prima di tutti gli altri, a capire che i vari compiti sono intrecciati tra loro. I ragazzi vengono quindi portati alla sede dell’FBI dove dovranno spiegare il caso a degli agenti dell’FBI. Alex e Ryan stanno lavorando insieme per capire qualcosa in più della storia che coinvolge Liam e il padre di Alex. Scoprono che anche la madre potrebbe essere coinvolta.
Miranda ha portato il figlio all’FBI che sembra appassionarsi alla cosa, ma per colpa del suo tempo in prigione, non potrà mai essere un agente e la cosa non sembra piacergli troppo. Quando Alex va a casa di Miranda per parlare, la direttrice viene attaccata e ferita e il figlio non si trova. Non penso sia stato lui, ma penso di coinvolto in qualcosa di grosso, altrimenti non avrebbe senso coinvolgerlo così tanto nell’episodio.
Il finale della puntata mi ha lasciata abbastanza sconvolta, soprattutto sapendo che la prossima settimana Quantico non andrà in onda. Ho visto il promo della prossima puntata e conoscendomi so che avrò parecchi problemi a vederla, ma per voi farò uno sforzo. Alex, dopo aver capito che c’è un’altra bomba da qualche parte a New York, si consegna all’FBI sperando che qualcuno le creda e la aiuti a trovare la bomba prima che faccia altri danni. Non penso le crederanno e sarà una puntata davvero difficile da guardare.

 

mon firma

Teaser Tuesday #36

Buon pomeriggio!

Kia è partita per una mini vacanza e non è riuscita a pubblicare il Teaser quindi questa settimana tocca di nuovo a me. Siccome ho un solo libro in lettura e sono tipo a pagina 20, non ho tirato fuori il teaser da lì (anche perché mi sarei sicuramente spoilerata), ma dal libro che sta leggendo Kia e che io ho letto l’anno scorso: Wallbanger.
Se ricordo giusto l’hanno tradotto in italiano con il titolo (orribile) “Mr Sbatticuore”. L’avete letto?
teaser tuesday

“I’m not listening to this.”
“Like hell. It’s my car. Driver picks music.”
“Actually, you’re wrong about that. The passenger always picks music. It’s what you get when you give up driving privileges.”
“Caroline, you don’t even own a car, so how could you ever have driving privileges?”
“Exactly, so we listen to what I pick,” I chided, sitting back after changing the radio station for the hundredth time. I hit the iPod and scrolled until I found something that I thought would please us both.
“Good song,” he admitted, and we hummed along.
The trip had been great so far. When I first met him— heard him—I never would have predicted it, but Simon was quickly turning into one of my favorite people. I’d been wrong about him.
I glanced at him: humming along to the song, drumming his thumbs along the steering wheel. As he was concentrating on the road, I took the opportunity to catalogue some of his more swoon-worthy features.
Jaw? Strong.
Hair? Dark and messy.
Stubble? About two days’ worth and nice.
Lips? Lickable, but lonely looking. Maybe I could check them out, do my own little tongue inspection…
I sat on my hands to stop myself from launching over the console. He continued to hum and drum.
“What’s going on over there, Nightie Girl? You look a little flushed. Need some more air?” He started for the air conditioner.
“Nope, I’m good,” I answered, my voice sounding ridiculous.

Chapter 11 – WALLBANGER di Alice Clayton

divisore dx

wallbanger
The first night after Caroline moves into her fantastic new San Francisco apartment, she realizes she’s gaining an intimate knowledge of her new neighbor’s nocturnal adventures. Thanks to paper-thin walls and the guy’s athletic prowess, she can hear not just his bed banging against the wall but the ecstatic response of what seems (as loud night after loud night goes by) like an endless parade of women. And since Caroline is currently on a self-imposed dating hiatus, and her neighbor is clearly lethally attractive to women, she finds her fantasies keep her awake even longer than the noise. So when the wallbanging threatens to literally bounce her out of bed, Caroline, clad in sexual frustration and a pink baby-doll nightie, confronts Simon Parker, her heard-but-never-seen neighbor. The tension between them is as thick as the walls are thin, and the results just as mixed. Suddenly, Caroline is finding she may have discovered a whole new definition of neighborly…In a delicious mix of silly and steamy, Alice Clayton dishes out a hot and hilarious tale of exasperation at first sight…

mon firma